PESCA ILLEGALE, SEQUESTRATE RETI DA POSTA AL PORTO DI PESCARA

Pubblicazione: 05 ottobre 2017 alle ore 13:55

PESCARA - La Guardia Costiera di Pescara ha scoperto e sequestrato due reti da posta abusive.

Una era posta alla foce del fiume Pescara nei pressi della diga foranea con all'interno 70 kg di cefali.

La rete è stata individuata da un mezzo navale della Capitaneria di Porto, in seguito alla segnalazione di un diportista in transito che ha riferito alla sala operativa di aver visto numerosi cefali morti che galleggiavano.

I militari intervenuti sul posto hanno proceduto a salpare la rete, che, lunga 200 metri e posizionata in una zona vietata e senza segnalamenti, rappresentava un pericolo per le unità in navigazione.

Dopo le operazioni di recupero si è constatato anche che conteneva 70 kg di cefali, molti morti.

Sul posto è stato fatto intervenire il veterinario reperibile della Asl di Pescara, che, ritenuto non commestibile il prodotto ittico, ne ha disposto la distruzione.

In un'altra operazione notturna della Guardia Costiera è stata individuata una seconda rete da posta illegale all'interno del porto canale.



© RIPRODUZIONE RISERVATA


ALTRE NOTIZIE

 CONTATTA LA REDAZIONE 2003- 2017 Enfasi srl
INFORMAZIONI COMMERCIALI .
Enfasi srl - Quotidiano digitale registrato presso il Tribunale dell'Aquila con decreto n°501 del 2 settembre 2003
Iscrizione al ROC n. 26362 - P.IVA 01812420667
Direttore responsabile Berardo Santilli

La redazione può essere contattata al


Politica d'uso dei Cookies su AbruzzoWeb

Alcune foto potrebbero essere prese dal Web e ritenute di dominio pubblico; i proprietari contrari alla pubblicazione potranno segnalarcelo contattando la redazione.
Powered by Digital Communication  -  Developed by MA-NO
 
X

Questo sito utilizza dei cookie per monitorare e personalizzare l'esperienza di navigazione degli utenti. Continuando a navigare si autorizza l'utilizzo dei cookie su questo sito.
Per avere più informazioni o modificare le impostazioni sui cookie clicca qui