PESCE D'APRILE: NATO DA UNO SCHERZO DI MARCO ANTONIO O DEI FRANCESI?

Pubblicazione: 01 aprile 2015 alle ore 11:10

ROMA - Il primo aprile è ormai da decenni il giorno degli scherzi in cui tutti sono liberi di dare sfogo alla propria creatività per farsi beffe degli altri. 

Ma perché proprio il primo aprile questa particolarissima ricorrenza? Quando è nato il pesce d'aprile? 

La risposta non è univoca e cercare risposte su internet può portare a perdersi tra le mille notizie. C'è chi lo associa all'inizio della Primavera, chi all'avvento del Calendario Gregoriano,  chi addirittura a uno scherzo di Marco Antonio a Cleopatra.  

Si racconta, infatti, che durante una gara di pesca il generale romano avesse cercato di barare facendo attaccare all’amo della sua canna un grosso pesce. Marco Antonio, però, non aveva fatto i conti con Cleopatra, donna scaltra che dopo averlo scoperto aveva fatto sostituire la preda con un finto pesce fatto con la pelle di coccodrillo. 

Una storia complessa, che suona già come uno scherzo. 

La tesi che del Calendario gregoriano, invece, sembra un po’ più realistica: prima dell’adozione di questo nuovo calendario il capodanno si festeggiava tra il 25 marzo e il 1 aprile. L’innovazione del capodanno il 1 gennaio fu adottata, ma in assenza di veloci tecnologie per la comunicazione, molti non furono aggiornati in tempo sulle nuove ricorrenze. Queste persone vennero soprannominati ‘gli sciocchi di aprile’ e da qui la nascita delle burle per prenderli in giro. 

Un’ulteriore tesi vede la nascita del ‘Pesce d’aprile’ alla fine del sedicesimo secolo nei territori francesi e tedeschi. Questa tesi porta addirittura una data ufficiale: il 1564. In quell’anno, infatti, il re francese stabilì, con il decreto di Rossiglione, un nuovo capodanno: il primo gennaio. Molti francesi, però, contrari al nuovo calendario o semplicemente sbadati, continuarono a festeggiare nella vecchia data con scambi di regali, baci abbracci. Un’occasione perfetta per gli amanti degli scherzi! Questi, infatti, inventavano feste inesistenti durante le quali si consegnavano regali in cui si trovava solo  un biglietto con su scritto ‘Poisson d’avril’ ovvero ‘pesce d’aprile’ in francese. 

In Italia questa festa è relativamente recente. Il pesce d’aprile è arrivato tra il 1860 e il 1880. La prima città a importare questa giornata fu Genova, soprattutto grazie al suo porto e al continuo arrivo di cittadini di tutte le parti del mondo che portavano con loro tradizioni e abitudini. All’inizio si trattava di un privilegio per ricchi, successivamente, arrivò anche tra il popolo. 



© RIPRODUZIONE RISERVATA


ALTRE NOTIZIE

 CONTATTA LA REDAZIONE 2003- 2017 Enfasi srl
INFORMAZIONI COMMERCIALI .
Enfasi srl - Quotidiano digitale registrato presso il Tribunale dell'Aquila con decreto n°501 del 2 settembre 2003
Iscrizione al ROC n. 26362 - P.IVA 01812420667
Direttore responsabile Berardo Santilli

La redazione può essere contattata al


Politica d'uso dei Cookies su AbruzzoWeb

Alcune foto potrebbero essere prese dal Web e ritenute di dominio pubblico; i proprietari contrari alla pubblicazione potranno segnalarcelo contattando la redazione.
Powered by Digital Communication  -  Developed by MA-NO
 
X

Questo sito utilizza dei cookie per monitorare e personalizzare l'esperienza di navigazione degli utenti. Continuando a navigare si autorizza l'utilizzo dei cookie su questo sito.
Per avere più informazioni o modificare le impostazioni sui cookie clicca qui