• Abruzzoweb sponsor
  • Abruzzoweb sponsor
  • Abruzzoweb sponsor
  • Abruzzoweb sponsor
  • Abruzzoweb sponsor
Messaggio elettorale a pagamento
  • Abruzzoweb sponsor
  • Abruzzoweb sponsor
Messaggio elettorale a pagamento
  • Abruzzoweb sponsor
  • Abruzzoweb sponsor
Messaggio elettorale a pagamento

PRECARI COMUNE L'AQUILA: CORTE DEI CONTI NEGA PARERE SU PROROGHE

Pubblicazione: 20 ottobre 2015 alle ore 14:42

La protesta dei precari a palazzo Fibbioni
di

L’AQUILA - La sezione consultiva per l’Abruzzo della Corte dei conti ha dichiarato inammissibile la richiesta di parere giunta dal Comune dell’Aquila sull’ipotesi di poter procedere alle proroghe dei 56 contratti a tempo determinato scaduti il 30 settembre scorso in deroga ai paletti del Jobs Act, che fissa un massimo di 36 mesi.

Una querelle su cui, nelle scorse settimane, c’è stato scontro, con pareri discordanti di diversi dirigenti comunali e differenza di vedute dei ministeri del Lavoro (favorevole) e dell’Economia (contrario), e guerra politica tra il sindaco, Massimo Cialente, e la sua Giunta, prudenti, da una parte e il sottosegretario Paola De Micheli e la senatrice Stefania Pezzopane, che invitavano a procedere con le proroghe, dall’altra.

I giudici contabili ricordano che “possono essere oggetto della funzione consultiva le sole richieste di parere volte a ottenere un esame da un punto di vista astratto e di carattere generale” mentre quella sui precari “deve ritenersi inammissibile in primis in quanto verte su profili di diritto sostanziale afferenti alle condizioni del rinnovo dei contratti di lavoro nel settore pubblico, e non sulla relativa disciplina finanziaria”.

Spunti positivi, comunque, per la senatrice Pezzopane, dal momento che, “nella parte finale della sentenza, fa espressamente riferimento all’aspetto derogatorio della norma presa in esame. Afferma, infatti, che la disciplina dei rapporti di lavoro a tempo determinato per pubbliche amministrazioni ed enti locali trova compiuta disciplina negli articoli 36 e seguenti del decreto legge 165 del 2001, cui la normativa scrutinata espressamente deroga”.

Il sindaco Cialente, ancora prudente, ad AbruzzoWeb assicura che “una soluzione sui precari comunque la troveremo, e visto che abbiamo una legge di stabilità in corso di approvazione, chiederò di inserire lì una norma chiara al governo e alla senatrice Pezzopane”.

Intanto sul tema il segretario generale Fp Cgil dell’Aquila Rita Innocenzi chiede l’annullamento della delibera di Giunta del 9 ottobre scorso che intimava ai dirigenti competenti di predisporre le proroghe, perché “sembrerebbe contenga elementi tali da renderlo, se adottato, annullabile”, in quanto parla di “ricorrere” e non di “prorogare o rinnovare” i contratti a tempo determinato.

"Giovedì mattina ci sarà un vertice in cui valuteremo la proposta di verbali di conciliazione individuali", aggiunge la sindacalista in riferimento a quanto già anticipato da AbruzzoWeb.

CIALENTE: "INSERIRE UNA NORMA IN FINANZIARIA''

“Una soluzione sui precari comunque la troviamo, e visto che abbiamo una legge di stabilità in corso di approvazione, chiedo di inserire lì una norma chiara al governo e alla senatrice Pezzopane”.

Questo l’appello del sindaco dell’Aquila, Massimo Cialente, dopo che la sezione consultiva della Corte dei conti ha respinto l’istanza dell’amministrazione di fornire un parere sul rinnovo dei 56 precari senza contratto in deroga al paletto di 36 mesi del Jobs Act.

Il sindaco conferma la notizia, “abbiamo bussato a tutte le porte istituzionali, sono arrivati solo dei nì, dei forse, dei perché no. Riunirò una Giunta tra oggi e domani e decideremo - prosegue - Comunque possiamo andare avanti sono fino a fine dicembre, poi serve che la norma riprenda l’interpretazione che dava il ministero del Lavoro”, ovvero quella favorevole alla proroga.

Sul mancato parere della magistratura contabile, Cialente spiega che al tempo stesso “non viene esclusa l’eventuale azione della Corte” in caso di danno erariale dovuto alle proroghe, un ulteriore elemento di instabilità della situazione.

PEZZOPANE: "LA CORTE CONFERMA ASPETTO DEROGATORIO".

"Ottimo contributo quello dato dalla Corte dei Conti sul caso delle proroghe dei precari", assicura invece la senatrice del partito democratico Stefania Pezzopane.

"La Corte dei Conti ha dichiarato il quesito posto dal Comune dell'Aquila inammissibile. Non poteva che essere altrimenti, dato che, come dice la Corte stessa possono essere "oggetto della funzione consultiva le sole richieste di parere volte ad ottenere un esame da un punto di vista astratto e su temi di carattere generale". Sono quindi "inammissibili le richieste su casi o atti gestionali specifici. Ed è evidente che sia così. Dunque la Corte ha rispettato in pieno il suo mandato e ha evitato di ingerire nelle attività dell'Ente".

Tuttavia, pur dichiarando il quesito inammissibile, la Corte, assicura la Pezzopane, "nella parte finale della sentenza, fa espressamente riferimento all'aspetto derogatorio della norma presa in esame. Afferma, infatti, che la disciplina dei rapporti di lavoro a tempo determinato per pubbliche amministrazioni ed enti locali trova compiuta disciplina negli articoli. 36 e seguenti del decreto legge 165 del 2001, cui la normativa scrutinata espressamente deroga".

"Un parere davvero chiaro ed inequivocabile - sottolinea la Pezzopane -  che supporta la tesi delle proroghe dei contratti. Come d'altronde aveva già fatto il parere della Ragioneria Generale dello Stato, di qualche giorno fa, che aveva dato un parere assolutamente favorevole. Ci sono da tempo tutte le condizioni per adempiere alla legge e nella Legge di Stabilità 2016, ho già assicurato che ci saranno norme e risorse necessarie alle proroghe anche per gli anni successivi, un tema su cui insieme al Sottosegretario De Micheli sto già lavorando", conclude la senatrice.



© RIPRODUZIONE RISERVATA


ALTRE NOTIZIE

  • Abruzzoweb sponsor
  • Abruzzoweb sponsor
  • Abruzzoweb sponsor
Messaggio elettorale a pagamento
  • Abruzzoweb sponsor
  • Abruzzoweb sponsor
Messaggio elettorale a pagamento
  • Abruzzoweb sponsor
  • Abruzzoweb sponsor
  • Abruzzoweb sponsor
Messaggio elettorale a pagamento
  • Abruzzoweb sponsor
  • Abruzzoweb sponsor
  • Abruzzoweb sponsor
  • Abruzzoweb sponsor
Messaggio elettorale a pagamento
  • Abruzzoweb sponsor
  • Abruzzoweb sponsor
  • Abruzzoweb sponsor
  • Abruzzoweb sponsor
Messaggio elettorale a pagamento
  • Abruzzoweb sponsor
  • Abruzzoweb sponsor
  • Abruzzoweb sponsor
Messaggio elettorale a pagamento
 CONTATTA LA REDAZIONE 2003- 2017 Enfasi srl
INFORMAZIONI COMMERCIALI .
Enfasi srl - Quotidiano digitale registrato presso il Tribunale dell'Aquila con decreto n°501 del 2 settembre 2003
Iscrizione al ROC n. 26362 - P.IVA 01812420667
Direttore responsabile Berardo Santilli

La redazione può essere contattata al


Politica d'uso dei Cookies su AbruzzoWeb

Alcune foto potrebbero essere prese dal Web e ritenute di dominio pubblico; i proprietari contrari alla pubblicazione potranno segnalarcelo contattando la redazione.
Powered by Digital Communication  -  Developed by MA-NO
 
X

Questo sito utilizza dei cookie per monitorare e personalizzare l'esperienza di navigazione degli utenti. Continuando a navigare si autorizza l'utilizzo dei cookie su questo sito.
Per avere più informazioni o modificare le impostazioni sui cookie clicca qui