• Abruzzoweb sponsor
  • Abruzzoweb sponsor
  • Abruzzoweb sponsor
  • Abruzzoweb sponsor
  • Abruzzoweb sponsor
Messaggio elettorale a pagamento
  • Abruzzoweb sponsor
  • Abruzzoweb sponsor
Messaggio elettorale a pagamento
  • Abruzzoweb sponsor
  • Abruzzoweb sponsor
Messaggio elettorale a pagamento

PRIMARIE L'AQUILA: DI BENEDETTO, I SOTTOSERVIZI
NON PORTANO CONSENSO, MA IL MIO METODO E STILE SI'

Pubblicazione: 14 marzo 2017 alle ore 13:27

Americo Di Benedetto
di

L’AQUILA - “I lavori di costruzione dei sottoservizi non danno consenso perché vai a ledere la tranquillità delle persone, ma con gli scontri, i confronti e la mia capacità di ascolto, la sofferenza è stata condivisa tra chi la subiva e chi la generava e ora le persone che più mi stimolano sono quelle che hanno subito il passaggio”.

Così ai microfoni di AbruzzoWeb Americo Di Benedetto, presidente uscente della società idrica Gran Sasso Acqua, stazione appaltante della maxi opera pubblica da 80 milioni di euro, ammette il “peso specifico” che la gestione degli ingenti lavori tuttora in corso ha avuto nella sua discesa in campo, ormai sicura ma ancora da formalizzare, alle primarie del centrosinistra in vista delle elezioni comunali, in cui sfiderà il consigliere regionale Pierpaolo Pietrucci.

La dinamica che si è creata, per Di Benedetto, “è la certificazione di una qualità relazionale che dev’essere il primo punto scritto sul programma amministrativo della nostra città. Relazionarsi in maniera più rispettosa ed equilibrata - auspica - con l’onere della capacità d’ascolto, senza piccarsi per le contestazioni ma tirandone fuori la parte che aiuta a migliorare”.

Le primarie, a suo dire, saranno “un momento bello di dibattito che riporta l’attenzione sui temi importanti e si dovrà capire che profilo i candidati avranno in questo giro di riscaldamento. Ognuno di noi - prosegue - ha delle particolarità che verranno poste all’attenzione di un elettorato in virtù anche dei ruoli che ognuno ha avuto nel corso degli ultimi anni”.

In relazione alla sfida con Pietrucci, secondo il candidato “le primarie permetteranno una crescita comune, ma anche un’evidenziazione delle peculiarità di chi parteciperà. Delle differenze ci sono - ribdasice - e anche posizioni differenti, bisognerà capire quale sceglierà l’elettorato delle primarie”.

“La mia posizione è quella di chi ha fatto un percorso importante nella pubblica amministrazione, impegnato su problematiche rilevanti della città, su tutte i sottoservizi, e anche sul piano professionale nella disfunzione post-sisma e le valutazioni sulla sospensione delle imposte e il rilancio dell’economia”, come ex presidente dell’ordine dei commercialisti.

Uno dei pregiudizi sul suo conto è che per aver guidato solo un piccolo Comune, Acciano dieci anni fa, oltre alla società dell’acqua, per Di Benedetto la fascia tricolore del capoluogo possa essere troppo pesante.

“Il comune dell’aquila può essere una Ferrari - riconosce - però esistono anche macchine più piccoline che, se le hai guidate, ti hanno predisposto ancor più ad affrontare un percorso nell’immediato e ad avere la prontezza di una partenza immediata”.

In tal senso assicura di poter svolgere appieno il ruolo di primo cittadino “già dal primo giorno”.

Quanto ai posizionamenti del partito che si incrociano con le primarie per la segreteria nazionale, lui che è un renziano della prima ora a oggi sembra poter godere solo dell’appoggio della senatrice Stefania Pezzopane, al contrario del suo contendente, orlandiano come tutti i maggiorenti dem del capoluogo.

“Non credo ci saranno posizioni preconcette”, la sua speranza, e comunque “i miei grandi elettori saranno gli elettori, se vorranno concentrare la loro attenzione su di me”.

Infine, non escluso l’appoggio dei piccoli partiti e neo liste civiche della coalizione, che ancora non trovano un candidato loro.

“Trattare non appartiene al mio vocabolario, ma sto cercando, in funzione del mio accreditamento, della disponibilità e dello stile di approccio ai problemi, oltre che del mio modo di essere e bagaglio di esperienza, di interloquire con le persone per capire con chi mi vuol dare una mano se si possa costruire qualcosa insieme”, conclude.



© RIPRODUZIONE RISERVATA


ALTRE NOTIZIE

  • Abruzzoweb sponsor
  • Abruzzoweb sponsor
  • Abruzzoweb sponsor
Messaggio elettorale a pagamento
  • Abruzzoweb sponsor
  • Abruzzoweb sponsor
Messaggio elettorale a pagamento
    Abruzzoweb sponsorAbruzzoweb sponsorAbruzzoweb sponsorAbruzzoweb sponsor
Messaggio elettorale a pagamento
    Abruzzoweb sponsorAbruzzoweb sponsorAbruzzoweb sponsor
Messaggio elettorale a pagamento
    Abruzzoweb sponsorAbruzzoweb sponsorAbruzzoweb sponsor
Messaggio elettorale a pagamento
    Abruzzoweb sponsorAbruzzoweb sponsorAbruzzoweb sponsorAbruzzoweb sponsor
Messaggio elettorale a pagamento
 CONTATTA LA REDAZIONE 2003- 2017 Enfasi srl
INFORMAZIONI COMMERCIALI .
Enfasi srl - Quotidiano digitale registrato presso il Tribunale dell'Aquila con decreto n°501 del 2 settembre 2003
Iscrizione al ROC n. 26362 - P.IVA 01812420667
Direttore responsabile Berardo Santilli

La redazione può essere contattata al


Politica d'uso dei Cookies su AbruzzoWeb

Alcune foto potrebbero essere prese dal Web e ritenute di dominio pubblico; i proprietari contrari alla pubblicazione potranno segnalarcelo contattando la redazione.
Powered by Digital Communication  -  Developed by MA-NO
 
X

Questo sito utilizza dei cookie per monitorare e personalizzare l'esperienza di navigazione degli utenti. Continuando a navigare si autorizza l'utilizzo dei cookie su questo sito.
Per avere più informazioni o modificare le impostazioni sui cookie clicca qui