REGIONALI: CESA, ''UDC E DC UNITI PER DARE RIFERIMENTO UNITARIO AI CATTOLICI''

Pubblicazione: 29 ottobre 2018 alle ore 20:47

PESCARA - "Udc e Dc faranno una lista unica in Abruzzo per dare un riferimento unitario ai cattolici".

Lo ha annunciato l'onorevole Lorenzo Cesa, segretario nazionale Udc che ha presieduto i lavori della conferenza dal titolo Il ruolo dei democratici cristiani in Abruzzo che si è svolta a Pescara alla presenza del presidente Nazionale Dc, Gianfranco Rotondi, del coordinatore nazionale Dc Giampiero Catone, e del segretario regionale Udc, Enrico Di Giuseppantonio.

Al centro del dibattito, le scelte per le prossime elezioni regionali del prossimo 10 febbraio.

"In Abruzzo ci saranno liste aperte - ha spiegato Rotondi - e l'espressione di un nome per la candidatura alla presidenza che sia autorevole e venga dal territorio. Useremo un metodo condivisibile come non avveniva dal '94 con riferimento ai cattolici". Rotondi, successivamente alla conferenza stampa, ha detto che sulla notizia circolata sui media locali in merito alla sua candidatura "non c'è nulla di concreto".

Temi centrali, secondo Cesa, il lavoro e la mancanza di sviluppo: "Non si può più stare a guardare - ha commentato Cesa - la situazione non va nel Paese e non va in Abruzzo. I dati occupazionali e di utilizzo dei fondi europei sono negativi. In Abruzzo ora servono meno slogan più fatti. C'è bisogno di rimettere in piedi un'area politica che faccia riferimento ai valori ed al simbolo dello scudo crociato: la difesa dell'identità di un paese, i valori della famiglia ed il tentativo di ricreare un'area democratico-cristiana che oggi riparte all'Abruzzo con le elezioni regionali". 

"Il mio obiettivo - ha precisato Cesa di passaggio a Chieti a margine di un incontro con il segretario regionale del partito Enrico Di Giuseppantonio ed il segretario cittadino Andrea Buracchio - è rilanciare un soggetto politico di centro. Un progetto che vada oltre l'appartenenza ai due partiti Udc e Dc, ora sono uniti. Con Rotondi stiamo mettendo insieme non solo una rete, ma stiamo cercando di allargare il più possibile facendo in modo di tornare a fare della politica un servizio, come avveniva in questa regione con i nostri predecessori Gaspari e Natali che fecero dell'Abruzzo la prima regione del Mezzogiorno".

"In vista delle prossime elezioni regionali - ha concluso Cesa - abbiamo messo in piedi un gruppo che lavorerà su un programma fatto di proposte concrete e l'individuazione di una persona di prestigio e di capacità politica che sia in grado di risolvere i problemi di questa regione".

Quanto alla politica nazionale Cesa conclude: "Siamo molto critici sull'operato di questo Governo perché è vero che il reddito di cittadinanza può avere una sua importanza per le fasce deboli, ma accanto alle forme di sostegno deve affiancarsi lo sviluppo. Viene prima il lavoro e, soprattutto, non si devono scaricare sull'Europa le responsabilità che sono esclusivamente nostre".



© RIPRODUZIONE RISERVATA


ALTRE NOTIZIE

 CONTATTA LA REDAZIONE 2003- 2018 Enfasi srl
INFORMAZIONI COMMERCIALI .
Enfasi srl - Quotidiano digitale registrato presso il Tribunale dell'Aquila con decreto n°501 del 2 settembre 2003
Iscrizione al ROC n. 26362 - P.IVA 01812420667
Direttore responsabile Berardo Santilli

La redazione può essere contattata al


Politica d'uso dei Cookies su AbruzzoWeb

Alcune foto potrebbero essere prese dal Web e ritenute di dominio pubblico; i proprietari contrari alla pubblicazione potranno segnalarcelo contattando la redazione.
Powered by Digital Communication  -  Developed by MA-NO
 
X

Questo sito utilizza dei cookie per monitorare e personalizzare l'esperienza di navigazione degli utenti. Continuando a navigare si autorizza l'utilizzo dei cookie su questo sito.
Per avere più informazioni o modificare le impostazioni sui cookie clicca qui