REGIONE: IPOTESI SEDE UNICA PESCARA CON RECUPERO PALAZZI VIA BOVIO E VIA RAFFAELLO

Pubblicazione: 13 marzo 2019 alle ore 06:00

L'AQUILA - Dotare la Regione Abruzzo di una sede unica a Pescara, interamente pubblica, ristrutturando e collegando tra di loro, con l'acquisto di un terreno adiacente, le sedi oggi pericolanti di viale Bovio e via Raffaello a Pescara. La prima in via di evacuazione, la seconda già svuotata.

Tutto ciò grazie a 10 milioni di euro, parte dei 200 milioni messi a disposizione dell'Abruzzo dal governo centrale per il Piano nazionale per la mitigazione del rischio idrogeologico.

L'ipotesi  ha preso quota a seguito dall'incontro a Palazzo Chigi a Roma dei presidenti di Regione, tra cui quello abruzzese Marco Marsilio, con il premier Giuseppe Conte, convocato per ufficializzare la ripartizione del fondo stanziato nell'ultima legge di Stabilità. La dotazione economica dovrà essere in via prioritaria utilizzata, entro il 2023, per la mitigazione del rischio idrogeologico e per la messa in sicurezza delle scuole, ma anche in quota parte per intervenire su edifici pubblici e strategici.

Idea che  anima già la campagna elettorale con il candidato  sindaco Carlo Costantini, ex consigliere regionale dell'Idv, che boccia la proposta, preferendo una soluzione innovativa, e adeguata al progetto della città metropolitana che unirà Pescara, Montesilvano e Spoltore. 

Proprio in questi giorni si sta procedendo a svuotare definitivamente la sede della Giunta regionale di viale Bovio e a trasferire personale e attrezzature. L'edificio, realizzato negli anni '70, con destinazione d'uso ad abitazioni private, a seguito di controlli statici effettuati nella primavera dello scorso anno, è risultato essere a rischio crollo, a causa dell'usura e per difetti costruttivi di travi, pilastri e solai, anche nell'evenienza di un sisma di lieve entità.

Stessa sorte ha già subito la sede di via Raffaello. Gli uffici della Giunta regionale per ora saranno collocati nel palazzo di piazza Unione, ora sede del consiglio regionale, e in altri uffici periferici. A sua volta il Consiglio regionale troverà a breve ospitalità, in corso Vittorio Emanuele, nel bell'edificio già sede dell'Abruzzo promozione turismo. Ma resterebbe una soluzione provvisoria, con il rischio di doversi andare a cercare sedi in affitto, con aggravi di costi non indifferenti per le già esangui casse della Regione.

Invece la soluzione della ristrutturazione dei due edifici di viale Bovio e via Raffaello, ora che le coperture economiche ci sono, sarebbe un buon investimento, anche perché con l'acquisto del terreno potrebbero essere messe a sistema, con una struttura di collegamento, dotando Pescara di una sede unica, o quasi, sicura e rifunzionalizzata, in cui accentrare anche uffici distaccati per cui ora si pagano affitti. Resterebbero poi a disposizione il palazzo di piazza Unione, e anche quello dell'ex Apt, che rimarrebbe sede del consiglio regionale.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

ARTICOLI CORRELATI:

SEDE UNICA REGIONE A PESCARA, COSTANTINI, ''IDEA MARSILIO SBAGLIATA''

PESCARA  - "Apprendo che il Presidente Marsilio intenderebbe realizzare la sede unica della Regione ristrutturando i due edifici di Via Bovio e Via Raffaello ed acquistando un terreno adiacente per realizzarvi una non meglio identificata struttura... (continua)

ALTRE NOTIZIE

 CONTATTA LA REDAZIONE 2003- 2019 Enfasi srl
INFORMAZIONI COMMERCIALI .
Enfasi srl - Quotidiano digitale registrato presso il Tribunale dell'Aquila con decreto n°501 del 2 settembre 2003
Iscrizione al ROC n. 26362 - P.IVA 01812420667
Direttore responsabile Berardo Santilli

La redazione può essere contattata al


Politica d'uso dei Cookies su AbruzzoWeb

Alcune foto potrebbero essere prese dal Web e ritenute di dominio pubblico; i proprietari contrari alla pubblicazione potranno segnalarcelo contattando la redazione.
Powered by Digital Communication  -  Developed by MA-NO
 
X

Questo sito utilizza dei cookie per monitorare e personalizzare l'esperienza di navigazione degli utenti. Continuando a navigare si autorizza l'utilizzo dei cookie su questo sito.
Per avere più informazioni o modificare le impostazioni sui cookie clicca qui