RICETTAZIONE: FERMO DI POLIZIA
GIUDIZIARIA PER UN 23 ENNE

Pubblicazione: 12 febbraio 2018 alle ore 14:01

AVEZZANO - Nel pomeriggio del 9 febbraio 2018, personale della Sottosezione di Polizia Stradale di Avezzano (L'Aquila), nell’ambito dei servizi predisposti per il contrasto della guida in stato di ebbrezza e sotto l’influenza di sostanze stupefacenti, ha provveduto al fermo di polizia giudiziaria di un cittadino italiano D.S. di 23 anni, per il reato di ricettazione.

In particolare una pattuglia mentre percorreva l’autostrada A24 con direzione L’Aquila-Roma, nel tratto compreso territorio nel comune di Vicovaro Mandela (Roma), notava un’autovettura ferma in corsia di emergenza con una persona fuori dal veicolo .

Gli operatori si fermavano per procedere all’eventuale soccorso dell’utente, ma, questi, alla vista della pattuglia, si dava alla fuga lungo la scarpata adiacente la sede autostradale chiudendo nel frattempo il veicolo con il telecomando. 

Stante il forte sospetto che lo stesso potesse essere l’autore di qualche episodio criminoso, gli operatori diramavano immediatamente le ricerche tramite la Sala Operativa e si ponevano al suo inseguimento a piedi. 

L'uomo comunque a scavalcare la rete di recinzione facendo perdere le proprie tracce. 

Dai primi controlli sul veicolo si accertava che lo stesso era stato rubato  nei giorni precedenti ad Ateleta (L'Aquila). 

Nel frattempo gli operatori, coadiuvati da una pattuglia della locale stazione dei carabinieri,   estendevano le ricerche del fuggitivo al vicino centro abitato di Vicovaro Mandela dove, all’interno del bar della stazione ferroviaria, individuavano il giovane che si accingeva ad allontanarsi dalla zona in treno. 

Gli operatori procedevano al fermo di polizia giudiziaria del giovane ed espletavano gli atti di rito, notiziando immediatamente il magistrato di turno della Procura  della Repubblica di Tivoli (Tivoli).

All’interno del veicolo venivano rinvenuti arnesi atti allo scasso e merce ancora etichettata ed imbustata verosimilmente di provenienza furtiva. 

Il fermato, che risultava essere senza fissa dimora, veniva successivamente associato al carcere  romano di Rebibbia ed il veicolo  riconsegnato al proprietario.  

Successivamente al fermato veniva notificato un ordine di esecuzione di misura cautelare in carcere emesso nell’ottobre del 2017 dalla Procura della Repubblica presso il Tribunale di Salerno, per i reati di furto e furto aggravato.



© RIPRODUZIONE RISERVATA


ALTRE NOTIZIE

 CONTATTA LA REDAZIONE 2003- 2018 Enfasi srl
INFORMAZIONI COMMERCIALI .
Enfasi srl - Quotidiano digitale registrato presso il Tribunale dell'Aquila con decreto n°501 del 2 settembre 2003
Iscrizione al ROC n. 26362 - P.IVA 01812420667
Direttore responsabile Berardo Santilli

La redazione può essere contattata al


Politica d'uso dei Cookies su AbruzzoWeb

Alcune foto potrebbero essere prese dal Web e ritenute di dominio pubblico; i proprietari contrari alla pubblicazione potranno segnalarcelo contattando la redazione.
Powered by Digital Communication  -  Developed by MA-NO
 
X

Questo sito utilizza dei cookie per monitorare e personalizzare l'esperienza di navigazione degli utenti. Continuando a navigare si autorizza l'utilizzo dei cookie su questo sito.
Per avere più informazioni o modificare le impostazioni sui cookie clicca qui