RICHIEDENTI ASILO: IAMPIERI E BIONDI A MINNITI, ''COMMISSIONE A L'AQUILA''

Pubblicazione: 09 novembre 2017 alle ore 16:31

L'AQUILA - Un incontro propedeutico per l'istituzione a L'Aquila di una sezione regionale della Commissione per il riconoscimento della Protezione internazionale di Ancona, ad oggi competente per le Marche e l'Abruzzo, al fine esaminare con maggiore tempestività le domande dei richiedenti asilo e valutare chi ne ha diritto e chi no.

A chiederlo con una lettera inviata il 7 novembre scorso al ministro dell'Interno Marco Minniti, il presidente della Commissione consiliare speciale su fenomeno immigratorio e lavoro sommerso, Emilio Iampieri do Forza Italia, e il sindaco delll'Aquila Pierluigi Biondi, Fratelli d'Italia.

La lettera fa seguito all’accordo sottoscritto in commissione Fenomeno immigratorio il 23 ottobre scorso, partendo dalla constatazione che attualmente sono solo 8 i migranti che vengono auditi giornalmente ad Ancona e le richieste trovano accoglimento solo nel 18 per cento dei casi, con i tempi che si allungano a dismisura perché la grandissima parte di chi si vede rifiutare la condizione di profugo ricorre in appello.

Nella lettera inviata al ministro Minniti, si ricorda che nelle “Marche e in Abruzzo si registra una crescente presenza di migranti. In Abruzzo al momento sono 3.857 quelli censiti, e 932 nella provincia dell'Aquila, 1069 in quella di Pescara, 919 in provincia di Chieti e 937 a Teramo, e la Commissione di Ancona – si ribadisce - riesce a esaminare non più di 8 casi al giorno”.

“L'istituzione di una “sottocommissione” nel nostro capoluogo di Regione – si scrive ancora - così come avvenuto proficuamente in altre realtà territoriali, si rende necessaria al fine di snellire e accelerare il lavoro della Commissione di Ancona”.

“Uno degli aspetti più problematici comportati da questo appesantimento delle procedure burocratiche – si legge ancora nella lettera di Iampieri e Biondi - è che la stragrande maggioranza dei richiedenti asilo espulsi restano sul nostro territorio, ma non ma non è chiaro dove, e soprattutto a fare cosa".

“L'istituzione di una “sottocommissione” nel nostro capoluogo di Regione, aveva incassato anche il favore dell’allora prefetto Francesco Alecci, che ne rappresentò l’esigenza all’ex ministro dell’Interno Angelino Alfano”, si ricorda infine.

 



© RIPRODUZIONE RISERVATA


ALTRE NOTIZIE

 CONTATTA LA REDAZIONE 2003- 2017 Enfasi srl
INFORMAZIONI COMMERCIALI .
Enfasi srl - Quotidiano digitale registrato presso il Tribunale dell'Aquila con decreto n°501 del 2 settembre 2003
Iscrizione al ROC n. 26362 - P.IVA 01812420667
Direttore responsabile Berardo Santilli

La redazione può essere contattata al


Politica d'uso dei Cookies su AbruzzoWeb

Alcune foto potrebbero essere prese dal Web e ritenute di dominio pubblico; i proprietari contrari alla pubblicazione potranno segnalarcelo contattando la redazione.
Powered by Digital Communication  -  Developed by MA-NO
 
X

Questo sito utilizza dei cookie per monitorare e personalizzare l'esperienza di navigazione degli utenti. Continuando a navigare si autorizza l'utilizzo dei cookie su questo sito.
Per avere più informazioni o modificare le impostazioni sui cookie clicca qui