• Abruzzoweb sponsor

RICOSTRUZIONE CRATERE 2009: I NUMERI DELL'USRC, 689 CANTIERI APERTI, OK A ITER SEMPLIFICATO PER I SAL

Pubblicazione: 22 maggio 2019 alle ore 09:39

L'Ufficio speciale per la ricostruzione del cratere

L'AQUILA - In ripresa la ricostruzione nei comuni del cratere con l’avvio di nuovi cantieri. Lo rende noto l’Ufficio speciale per la ricostruzione dei comuni del cratere (Usrc) del sisma dell’Aquila del 2009 nell’annunciare che è stato pubblicato un provvedimento che introduce una procedura semplificata per l’istruttoria degli stati di avanzamento lavori (Sal).

La nuova misura, analogamente a quanto avviene già per il Comune dell'Aquila, delega le verifiche dei sal intermedi ai Comuni, lasciando all'Usrc, che ha la responsabilità della ricostruzione in 56 comuni nel cratere e in oltre 100 fuori cratere, le verifiche puntuali previa estrazione del 30% degli stati di avanzamento finali. Dalla data dal 16 maggio scorso, tutti i sal relativi ai cantieri del cratere vengono consegnati ai Comuni.

“Tale procedura consentirà di riportare la necessaria attenzione alle richieste di contributo e ai progetti, garantendo così un riavvio sostenuto di nuovi cantieri – si legge in una nota del responsabile dell’ufficio, Raffaello Fico.

Il bilancio viene illustrato a quattro mesi dalla sua nomina, che ha posto definitivamente fine alla vacatio che ha interessato l'Usrc, come pure l'Usra, l'ufficio speciale che si occupa della ricostruzione del Comune dell'Aquila, rimasti senza titolare, dopo che a inizio dicembre il responsabile Usra, Raniero Fabrizi, che aveva anche l’interim all’Usrc, è stato nominato alla guida della struttura tecnica di missione presso la Presidenza del Consiglio dei ministri, organismo che si occupa di ricostruzione. Con gravi ripercussioni sui mandati di pagamento ad imprese e professionisti, e avanzamento delle pratiche.

Emergenza a quanto pare definitamente archiviata, visto che da metà gennaio, sono 298 le determine firmate dal nuovo titolare, che hanno permesso di assegnare ai Comuni fondi per oltre 47 milioni di euro e trasferire risorse per un importo di circa 115,5 milioni di euro.

Ricostruzione privata nel cratere

In questo ambito, sono state istruite positivamente da metà gennaio 47 pratiche per un importo pari a circa 40 milioni di euro.

Nell’ambito dei dati sopra riportati gli sportelli SP3, SP4 e SP7 hanno svolto attività di supporto agli sportelli SP6 e SP8 ammettendo a contributo rispettivamente 2 pratiche per 2,9 milioni di euro (SP3), 1 pratica per 1,7 milioni di euro (SP4) e 5 pratiche per 6,8 milioni di euro (SP7).

Per quanto riguarda gli Stati di Avanzamento Lavori, che misurano lo stato di progressione dei cantieri, sono stati registrati 322 pagamenti per un importo di circa 58,8 milioni di euro.

Sono stati assegnati fondi a 25 Comuni per un totale di circa 64,5 milioni di euro relativi a nuovi cantieri, e sono stati trasferiti fondi a 27 Comuni richiedenti per un totale di circa 79,2 milioni di euro.

Dal 2015 sono stati assegnati ai Comuni del Cratere 761 milioni di euro di cui sono stati trasferiti 548 milioni di euro.

Attualmente risultano 689 cantieri aperti. Per quello che riguarda il ripristino delle agibilità, ad oggi sono tornate agibili 5.593 abitazioni su un totale stimato di oltre 23.000 abitazioni danneggiate.

Ricostruzione privata fuori cratere

Per la ricostruzione privata nei Comuni fuori Cratere sono stati assegnati fondi a 9 Comuni per un totale di oltre 6,6 milioni di euro di nuovi cantieri, e sono stati trasferiti fondi a 30 Comuni richiedenti per un totale di circa 16,7 milioni di euro. Dal 2013 ad oggi l’Ufficio ha assegnato per competenza quasi 266 milioni di euro e trasferito ai Comuni fuori Cratere oltre 197 milioni di euro.

Per quanto riguarda gli Stati di Avanzamento Lavori, che misurano lo stato di progressione dei cantieri, sono stati registrati 26 pagamenti per un importo di circa 3,5 milioni di euro. Ad oggi è stata ripristinata l’agibilità di 1.791 abitazioni su un totale di circa 3.610 abitazioni inagibili e sono attualmente aperti 582 cantieri. Ricostruzione pubblica Per la ricostruzione pubblica sono stati assegnati con la nuova gestione fondi a 7 comuni, per un totale di circa 4,2 milioni di euro, e trasferiti fondi a 28 Comuni per un totale di circa 3,2 milioni di euro.

Complessivamente sono stati approvati 162 interventi per circa 59,8 milioni di euro e sono stati trasferiti oltre 35,3 milioni di euro.

Edilizia scolastica

Per l’edilizia scolastica sono stati assegnati fondi a 3 enti per un totale di circa 3,8 milioni di euro di nuovi cantieri, e sono stati erogati fondi a 12 enti per un ammontare di circa 2,6 milioni di euro. Il numero di interventi approvati è salito a 97 per un importo complessivo pari a circa 96 milioni di euro.

Contributo autonoma sistemazione

Si è provveduto al pagamento degli oneri relativi al contributo di autonoma sistemazione, relativi ad annualità pregresse, a favore dei rispettivi comuni beneficiari per un importo complessivo di oltre 1 milione di euro di cui circa 0,57 per i Comuni del Cratere e circa 0,43 per i comuni Fuori Cratere. Ad oggi non sono stati previsti ulteriori stanziamenti in CIPE per l’anno 2019.

 



© RIPRODUZIONE RISERVATA


ALTRE NOTIZIE

 CONTATTA LA REDAZIONE 2003- 2019 Enfasi srl
INFORMAZIONI COMMERCIALI .
Enfasi srl - Quotidiano digitale registrato presso il Tribunale dell'Aquila con decreto n°501 del 2 settembre 2003
Iscrizione al ROC n. 26362 - P.IVA 01812420667
Direttore responsabile Berardo Santilli

La redazione può essere contattata al


Politica d'uso dei Cookies su AbruzzoWeb

Alcune foto potrebbero essere prese dal Web e ritenute di dominio pubblico; i proprietari contrari alla pubblicazione potranno segnalarcelo contattando la redazione.
Powered by Digital Communication  -  Developed by MA-NO
 
X

Questo sito utilizza dei cookie per monitorare e personalizzare l'esperienza di navigazione degli utenti. Continuando a navigare si autorizza l'utilizzo dei cookie su questo sito.
Per avere più informazioni o modificare le impostazioni sui cookie clicca qui