RICOSTRUZIONE: GENIO CIVILE RIDUCE PRATICHE GIACENTI,
GIOVANI LASCIA, ''SEMPLIFICAZIONE ITER DETERMINANTE''

Pubblicazione: 20 dicembre 2017 alle ore 12:51

Carlo Giovani

L'AQUILA - "L’arretrato è stato sensibilmente ridotto passando da 466 pratiche giacenti al 31 dicembre 2016 a 150 pratiche giacenti al 20 dicembre 2017".

Lo rende noto il dirigente del Genio civile dell'Aquila, Carlo Giovani, che fa un rapporto di aggiornamento sulle attività di istruttoria delle pratiche post-terremoto da parte dell'ufficio di cui si appresta a lasciare la guida per assumere quella del servizio Tutela della salute e sicurezza sul lavoro presso la direzione generale della Regione Abruzzo.

"Come ormai noto a tutti gli operatori del settore, la modifica del testo normativo regionale in materia di controllo sulle costruzioni in zona sismica (legge regionale 28/2011) che ha previsto, in luogo del semplice deposito del progetto, il rilascio di specifica autorizzazione a seguito di esame istruttorio molto più approfondito, ha determinato un significativo rallentamento nel rilascio delle attestazioni necessarie all’inizio dei lavori che si è protratto fino alla fine del 2016", ricorda Giovani.

"Nell’anno 2017, con una ulteriore innovazione della legge regionale 28/2011 che ha semplificato l’attività di controllo su alcune tipologie di progetti, si è registrato un importante incremento delle autorizzazioni in uscita con una riduzione drastica dell’arretrato - aggiunge il dirigente - Infatti ad oggi, a fronte di 765 progetti in ingresso, nel territorio aquilano (escluso, quindi, il territorio di Avezzano e Sulmona), ne sono stati autorizzati 789 ed altri 292 sono in lavorazione ed in fase di imminente autorizzazione. L’arretrato è stato sensibilmente ridotto passando da n. 466 pratiche giacenti al 31/12/2016 a n. 150 pratiche giacenti al 20/12/2017".

"L’iniziativa di esternalizzazione delle pratiche soggette a deposito (con regime di controllo semplificato) attivata nel mese di ottobre e tutt’ora in corso, sta dando ottimi risultati", continua Giovani, "e ad oggi l’istruttoria di 135 progetti da parte di professionisti esterni è stata in gran parte completata consentendo l’emanazione dei relativi provvedimenti autorizzativi".

"È da rilevare con soddisfazione che i segnali ricevuti dalle associazioni di categoria operanti sul territorio mostrano una importante ripresa dell’attività edilizia che ha portato all’apertura di numerosi cantieri che attendevano l’autorizzazione sismica per l’inizio dei lavori".

"Con il termine del mio mandato al Servizio del Genio Civile di L’Aquila desidero oggi ringraziare il personale tecnico ed amministrativo che si è straordinariamente impegnato con professionalità ed alto senso di responsabilità alle complesse attività di verifica dei progetti fino all’emanazione del provvedimento autorizzativo, augurando al mio successore di poter continuare proficuamente l’attività intrapresa e di poter profondere il massimo impegno affinché il complesso processo di azzeramento delle pratiche arretrate, ormai in fase conclusiva, possa continuare a produrre effetti positivi sul territorio aquilano", conclude il dirigente.

 



© RIPRODUZIONE RISERVATA


ALTRE NOTIZIE

 CONTATTA LA REDAZIONE 2003- 2018 Enfasi srl
INFORMAZIONI COMMERCIALI .
Enfasi srl - Quotidiano digitale registrato presso il Tribunale dell'Aquila con decreto n°501 del 2 settembre 2003
Iscrizione al ROC n. 26362 - P.IVA 01812420667
Direttore responsabile Berardo Santilli

La redazione può essere contattata al


Politica d'uso dei Cookies su AbruzzoWeb

Alcune foto potrebbero essere prese dal Web e ritenute di dominio pubblico; i proprietari contrari alla pubblicazione potranno segnalarcelo contattando la redazione.
Powered by Digital Communication  -  Developed by MA-NO
 
X

Questo sito utilizza dei cookie per monitorare e personalizzare l'esperienza di navigazione degli utenti. Continuando a navigare si autorizza l'utilizzo dei cookie su questo sito.
Per avere più informazioni o modificare le impostazioni sui cookie clicca qui