RIFIUTI PERICOLOSI IN UN'AREA DI PRESTIGIO AMBIENTALE,
A ORTONA SEQUESTRATA ENORME DISCARICA ABUSIVA

Pubblicazione: 03 aprile 2018 alle ore 15:17

Una pattuglia dei carabinieri forestali

ORTONA - Cumuli di rifiuti, anche pericolosi, accatastati in un'area di circa 3.500 metri quadrati in località Peticcio, su un'area di particolare pregio ambientale lungo la fascia costiera, sono stati scoperti dai Carabinieri Forestali di Ortona (Chieti) che l'hanno posta sotto sequestro su provvedimento convalidato dal Gip di Chieti.

Oltre quattromila i metri cubi di rifiuti scaricati e tombati nell'area, in prevalenza provenienti dal settore edilizio e miscelati a terre e rocce: visibili pezzi di cemento, asfalto e catrame, metalli, contenitori imbrattati di sostanze pericolose, come solventi e vernici. 

Il quantitativo, su un sito in forte pendenza, ha reso instabile il versante con potenziali pericoli per l'incolumità pubblica: in più punti, infatti, le masse di terre e rocce miste a rifiuti presentano colamenti. 

Il proprietario del terreno è stato denunciato per deturpamento delle bellezze naturali, violazione del testo unico ambientale e del codice dei beni culturali. 

Si indaga sulla provenienza dei rifiuti. 



© RIPRODUZIONE RISERVATA


ALTRE NOTIZIE

 CONTATTA LA REDAZIONE 2003- 2018 Enfasi srl
INFORMAZIONI COMMERCIALI .
Enfasi srl - Quotidiano digitale registrato presso il Tribunale dell'Aquila con decreto n°501 del 2 settembre 2003
Iscrizione al ROC n. 26362 - P.IVA 01812420667
Direttore responsabile Berardo Santilli

La redazione può essere contattata al


Politica d'uso dei Cookies su AbruzzoWeb

Alcune foto potrebbero essere prese dal Web e ritenute di dominio pubblico; i proprietari contrari alla pubblicazione potranno segnalarcelo contattando la redazione.
Powered by Digital Communication  -  Developed by MA-NO
 
X

Questo sito utilizza dei cookie per monitorare e personalizzare l'esperienza di navigazione degli utenti. Continuando a navigare si autorizza l'utilizzo dei cookie su questo sito.
Per avere più informazioni o modificare le impostazioni sui cookie clicca qui