RIGOPIANO, INTERROGATORI
AL VIA CON L'EX PREFETTO
DI PESCARA PROVOLO

Pubblicazione: 11 dicembre 2017 alle ore 13:09

PESCARA - Sono iniziati oggi, in tribunale a Pescara, gli interrogatori dei 23 indagati per la tragedia dell'hotel Rigopiano di Farindola (Pescara), distrutto da una valanga il 18 gennaio scorso, sotto le cui macerie morirono 29 persone.

I 23 sono chiamati a rispondere, a vario titolo, di omicidio e lesioni colpose plurimi, crollo colposo, abuso edilizio, falso, abuso d'ufficio, morte e lesioni come conseguenza di altro delitto, rimozione od omissione dolosa di cautele contro infortuni sul lavoro.

Tra i primi a presentarsi davanti al procuratore capo, Massimiliano Serpi e al sostituto Andrea Papalia, la dirigente della prefettura Ida De Cesaris, poi l'ex capo di gabinetto, Leonardo Bianco e l'ex prefetto Francesco Provolo.

Mercoledì 13 sarà la volta del presidente della Provincia Antonio Di Marco e di Mauro Di Blasio, Tino Chiappino e il comandante della polizia provinciale, Giulio Honorati.

Il giorno dopo, giovedì 14, del sindaco di Farindola Ilario Lacchetta, del tecnico comunale, Enrico Colangeli, dell'ex sindaco Massimiliano Giancaterino e del geologo Luciano Sbaraglia.

Il 19 dicembre toccherà ai dirigenti regionali Pierluigi Caputi, Sabatino Belmaggio, Emidio Primavera, Carlo Giovani e Vittorio Di Biase e dell'altro ex sindaco di Farindola, Antonio De Vico.

Il 20 dicembre Bruno Di Tommaso e Paolo Del Rosso, rispettivamente gestore e titolare del resort, con il consulente della Training & Consulting, Andrea Marrone, il tecnico Giuseppe Gatto e il dirigente regionale Antonio Sorgi.

Infine, il 23 dicembre, chiuderà la lunga lista il dirigente provinciale Paolo D'Incecco.

DIFENSORE PROVOLO, "DATO CHIARIMENTI"

"Abbiamo dato tutti i chiarimenti necessari, anche attraverso la produzione di documentazione che non era in possesso della Procura e che a nostro avviso chiarisce in modo definitivo la piena correttezza dell'operato del prefetto".

Così l'avvocato Giandomenico Caiazza al termine dell'interrogatorio, durato oltre due ore, dell'ex prefetto di Pescara, Francesco Provolo, ascoltato in Procura a Pescara, dal procuratore Massimiliano Serpi e dal pm Andrea Papalia, nell'ambito dell'inchiesta sulla tragedia dell'hotel Rigopiano travolto da una valanga lo scorso 18 gennaio con la morte di 29 persone.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

ARTICOLI CORRELATI:

RIGOPIANO: DIFENSORE, ''EX PREFETTO HA FORNITO TUTTI I CHIARIMENTI''

PESCARA - "Abbiamo dato tutti i chiarimenti necessari, anche attraverso la produzione di documentazione che non era in possesso della Procura e che a nostro avviso chiarisce in modo definitivo la piena correttezza dell'operato del prefetto". Così... (continua)

ALTRE NOTIZIE

 CONTATTA LA REDAZIONE 2003- 2018 Enfasi srl
INFORMAZIONI COMMERCIALI .
Enfasi srl - Quotidiano digitale registrato presso il Tribunale dell'Aquila con decreto n°501 del 2 settembre 2003
Iscrizione al ROC n. 26362 - P.IVA 01812420667
Direttore responsabile Berardo Santilli

La redazione può essere contattata al


Politica d'uso dei Cookies su AbruzzoWeb

Alcune foto potrebbero essere prese dal Web e ritenute di dominio pubblico; i proprietari contrari alla pubblicazione potranno segnalarcelo contattando la redazione.
Powered by Digital Communication  -  Developed by MA-NO
 
X

Questo sito utilizza dei cookie per monitorare e personalizzare l'esperienza di navigazione degli utenti. Continuando a navigare si autorizza l'utilizzo dei cookie su questo sito.
Per avere più informazioni o modificare le impostazioni sui cookie clicca qui