RIGOPIANO: PAPA' VITTIMA, ''NON MI HANNO FATTO ENTRARE A COMIZIO D'ALFONSO''

Pubblicazione: 02 marzo 2018 alle ore 22:22

Alessio Feniello

PESCARA - “Le forze dell'ordine mi hanno impedito di entrare al cinema 'Massimo' di Pescara, dove Luciano D'Alfonso stava chiudendo la campagna elettorale. Mi ha aspettato la Digos a duecento metri. E nessuno mi ha dato una spiegazione. Siamo alla frutta, alla dittatura”.

Comincia così il suo racconto Alessio Feniello, il papà di Stefano, una delle vittime della tragedia dell'Hotel Rigopiano di Farindola (Pescara) travolto da una valanga il 88 gennaio di un anno fa, del tentativo di entrare al cinema 'Massimo' di Pescara dove il presidente della Regione Abruzzo e candidato al Senato alle politiche di dopodomani, domenica 4 marzo, Luciano D'Alfonso, stava chiudendo la campagna elettorale del Partito democratico.

Dopo che nei giorni scorsi lo stesso Feniello era intervenuto in un ristorante di Montesilvano (Pescara) dove era in programma una cena elettorale proprio con D'Alfonso, insieme alla moglie e al cagnolino.

“Da tempo cerco di fare delle domande a D'Alfonso - continua Feniello - questa sera sono stato costretto ad allontanarmi. Hanno ammazzato mio figlio, me e la mia famiglia, io vorrei solo sapere cosa hanno fatto la mattina del 18 gennaio di un anno fa per salvare chi era nell'hotel”.

“Se D'Alfonso non è in grado di rispondere a un cittadino, come fa ad andare a Roma?”, si chiede il papà di una delle 29 vittime della tragedia di Farindola.

“Con il mio avvocato siamo d'accordo, faremo partire un esposto per quanto accaduto questa sera”, conclude. Roberto Santilli



© RIPRODUZIONE RISERVATA


ALTRE NOTIZIE

 CONTATTA LA REDAZIONE 2003- 2018 Enfasi srl
INFORMAZIONI COMMERCIALI .
Enfasi srl - Quotidiano digitale registrato presso il Tribunale dell'Aquila con decreto n°501 del 2 settembre 2003
Iscrizione al ROC n. 26362 - P.IVA 01812420667
Direttore responsabile Berardo Santilli

La redazione può essere contattata al


Politica d'uso dei Cookies su AbruzzoWeb

Alcune foto potrebbero essere prese dal Web e ritenute di dominio pubblico; i proprietari contrari alla pubblicazione potranno segnalarcelo contattando la redazione.
Powered by Digital Communication  -  Developed by MA-NO
 
X

Questo sito utilizza dei cookie per monitorare e personalizzare l'esperienza di navigazione degli utenti. Continuando a navigare si autorizza l'utilizzo dei cookie su questo sito.
Per avere più informazioni o modificare le impostazioni sui cookie clicca qui