• Abruzzoweb sponsor

MULTATO PER AVER PORTATO FIORI DOVE E' MORTO IL FIGLIO, PAPA' VITTIMA PARLA A UNO MATTINA: ''NON HO AVUTO NULLA DA CHI SI E' PRESTATO A FARE QUESTA COSA IN CAMPAGNA ELETTORALE''

RIGOPIANO: RACCOLTA FONDI ''FANTASMA'', FENIELLO, ''NON HO RICEVUTO UN CENTESIMO''

Pubblicazione: 27 febbraio 2019 alle ore 06:30

Alessio Feniello

PESCARA - "Il magistrato ha ritenuto opportuno condannarmi a due mesi di carcere, tramutati in una multa e adesso dovrò affrontare il processo. Io non ritengo di aver commesso alcun reato, non vedo il motivo per cui dovrei pagare questa multa. So che sono stati raccolti dei soldi, ma io ad oggi non ho ricevuto un centesimo da questi signori che si sono prestati a fare questa raccolta in Abruzzo durante la campagna elettorale".

Così Alessio Feniello, padre del giovane Stefano, una delle 29 vittime della tragedia dell'Hotel Rigopiano di Farindola (Pescara) travolto da una valanga il 18 gennaio 2017, torna a parlare a Uno Mattina, programma di Rai Uno, della multa da 4.550 euro che gli è stata inflitta per aver violato, il 21 maggio 2018, i sigilli giudiziari apposti per delimitare l'area nella quale si trovavano le macerie del resort per andare a deporre un corona di fiori.

I riflettori si sono riaccesi sulla vicenda dopo che il gip del Tribunale di Pescara, Elio Bongrazio ha disposto nei confronti di Feniello, 57 anni, originario di Valva (Salerno), il giudizio immediato, dopo dopo che l'uomo aveva presentato opposizione al decreto di condanna.

Il 26 settembre prossimo Feniello dovrà presentarsi davanti al tribunale monocratico di Pescara, nonostante gli annunci reboanti da parte della politica, locale e nazionale, durante la campagna elettorale per le scorse elezioni regionali, occasione in cui è stata lanciata dall'allora candidato presidente della Regione Abruzzo, poi eletto, Marco Marsilio, una raccolta fondi, ad oggi "fantasma", per contribuire a raggiungere la somma da pagare.

"Siamo pronti a pagare noi questa multa", aveva scritto su Facebook il presidente di Fratelli d'Italia, Giorgia Meloni e al coro si era aggiunto anche il vice premier e leader della Lega, Matteo Salvini, che a margine della commemorazione della tragedia aveva chiesto "di non pagare un euro", aggiungendo "ci manca giusto di essere multati per andare a portare i fiori al figlio. Se c'è una legge sbagliata, cambieremo questa legge". 

A seguito di queste dichiarazioni, lo stesso Feniello aveva detto "la politica non strumentalizzi la mia condanna", invitando chiunque volesse aiutarlo a farlo in privato.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

ARTICOLI CORRELATI:

RIGOPIANO: PORTO' FIORI PER FIGLIO IN AREA SEQUESTRATA, MULTATO PAPA' FENIELLO

PESCARA - Il giudice per le indagini preliminari del tribunale di Pescara Elio Bongrazio, ha condannato Alessio Feniello al pagamento di un'ammenda di 4.550 euro. La responsabilità dell'uomo, papà di Stefano, vittima della valanga che nel gennaio... (continua)

RIGOPIANO: MELONI E MARSILIO (FDI), ''LA MULTA DI FENIELLO LA PAGHIAMO NOI''

L'AQUILA - Il Comitato per Marco Marsilio presidente avvierà una raccolta fondi per contribuire a raggiungere la somma di 4550 euro per pagare, in caso di condanna definitiva, la multa che è stata comminata ad Alessio... (continua)

RIGOPIANO: VIOLO' SIGILLI E VENNE MULTATO, PADRE DI STEFANO FENIELLO A PROCESSO

PESCARA - Finisce a processo Alessio Feniello, 57 anni, originario di Valva (Salerno), padre del giovane Stefano, una delle 29 vittime nella tragedia dell'Hotel Rigopiano di Farindola (Pescara) travolto da una valanga il 18 gennaio 2017.  Il... (continua)

RIGOPIANO: FENIELLO A PROCESSO, PASSATE LE ELEZIONI GABBATE LE PROMESSE

L'AQUILA - Finisce a processo Alessio Feniello, padre del giovane Stefano, una delle 29 vittime della tragedia dell'Hotel Rigopiano di Farindola (Pescara) travolto da una valanga il 18 gennaio 2017, nonostante gli annunci di vicinanza e... (continua)

ALTRE NOTIZIE

 CONTATTA LA REDAZIONE 2003- 2019 Enfasi srl
INFORMAZIONI COMMERCIALI .
Enfasi srl - Quotidiano digitale registrato presso il Tribunale dell'Aquila con decreto n°501 del 2 settembre 2003
Iscrizione al ROC n. 26362 - P.IVA 01812420667
Direttore responsabile Berardo Santilli

La redazione può essere contattata al


Politica d'uso dei Cookies su AbruzzoWeb

Alcune foto potrebbero essere prese dal Web e ritenute di dominio pubblico; i proprietari contrari alla pubblicazione potranno segnalarcelo contattando la redazione.
Powered by Digital Communication  -  Developed by MA-NO
 
X

Questo sito utilizza dei cookie per monitorare e personalizzare l'esperienza di navigazione degli utenti. Continuando a navigare si autorizza l'utilizzo dei cookie su questo sito.
Per avere più informazioni o modificare le impostazioni sui cookie clicca qui