• Abruzzoweb sponsor

IULIANELLA, ESPONENTE DEL COMUNE DI PESCINA DEVE PERCEPIRE 20MILA EURO DA OLTRE UN ANNO DALLA REGIONE ABRUZZO, ''GESTO POCO PIACEVOLE, MA DEVO DIFENDERE LA MIA AZIENDA E I MIEI DUE DIPENDENTI''

RITARDO PAGAMENTO FONDI: SCIOPERO FAME VICE SINDACO E ALLEVATORE ALL'EMICICLO

Pubblicazione: 09 luglio 2019 alle ore 16:35

L'AQUILA - "È un gesto poco piacevole il mio, ma sono stato costretto a difesa della mia azienda e a difesa dell’identità dell’Abruzzo come allevatore".

Il vice sindaco del Comune di Pescina, Tiziano Iulianella, di professione allevatore, da stamani sta attuando lo sciopero della fame con una protesta, all’ingresso di palazzo dell’Emiciclo, sede del consiglio regionale all’Aquila, protestare contro i gravi ritardi nei pagamenti da parte della Regione nei confonti della categoria. L’allevatore ha esposto una serie di cartelli: in uno c’è scritto “oggi vengo da Pescina per essere ricevuto a palazzo Silone”, nel fare il parallelo tra lo scrittore marsicano e la denominazione del palazzo dove ha sede la Giunta abruzzese all’Aquila.

Iulianella che ha un’azienda con due dipendenti, deve percepire 20mila euro dallo scorso anno.

“È un gesto poco piacevole il mio, ma sono stato costretto a difesa della mia azienda e a difesa dell’identità dell’Abruzzo come allevatore – ha spiegato -. L’allevamento qui ha una storia. Ho sempre reclamato, anche dalla vecchia giunta, il rispetto degli impegni. Si tratta di pagamenti in ritardo, addirittura riferiti a maggio 2018, per un cavillo si fa il gioco delle tre carte tra Agea, ente pagatore e Regione. Ritorna sempre tutto contro di noi, non abbiamo più la facoltà di programmare nulla perché questi soldi non arrivano mai a destinazione le nostre aziende sono costrette a chiudere, la mia attività ma avanti dal 1993. C’è un mio collega che poco tempo fa è venuto a chiedermi 300 euro per fare la comunione del figlio non aveva un centesimo in tasca per acquistare un paio di pantaloni", ha proseguito. 

"La politica è un conto, ma il lato umano e al di sopra di qualsiasi cosa. Questa mia protesta, poco piacevole anche per la mia salute, spero possa servire a cambiare le cose. Abbiamo perso la dignità”.

Iulianella ha sottolineato ancora che “sono anche vicesindaco e assessore all’agricoltura ed ho tanti reclami da parte delle persone, a tanti non so dare risposta. Io devo avere 20mila da maggio 2018, soldi necessari per portare avanti la mia azienda. Ho due dipendenti assunti e formati. Ci sono anche anomalie riferite all’annualità 2016 che non vengono riconosciute”, ha concluso Iulianella.



© RIPRODUZIONE RISERVATA


ALTRE NOTIZIE

 CONTATTA LA REDAZIONE 2003- 2019 Enfasi srl
INFORMAZIONI COMMERCIALI .
Enfasi srl - Quotidiano digitale registrato presso il Tribunale dell'Aquila con decreto n°501 del 2 settembre 2003
Iscrizione al ROC n. 26362 - P.IVA 01812420667
Direttore responsabile Berardo Santilli

La redazione può essere contattata al


Politica d'uso dei Cookies su AbruzzoWeb

Alcune foto potrebbero essere prese dal Web e ritenute di dominio pubblico; i proprietari contrari alla pubblicazione potranno segnalarcelo contattando la redazione.
Powered by Digital Communication  -  Developed by MA-NO
 
X

Questo sito utilizza dei cookie per monitorare e personalizzare l'esperienza di navigazione degli utenti. Continuando a navigare si autorizza l'utilizzo dei cookie su questo sito.
Per avere più informazioni o modificare le impostazioni sui cookie clicca qui