• Abruzzoweb sponsor

ROCCA DI MEZZO: INSULTI RAZZISTI CONTRO LA FIGLIA DELL'ASSESSORE ROMANA M5S GERMANA PAOLETTI

Pubblicazione: 14 agosto 2019 alle ore 18:57

L'AQUILA - Germana Paoletti, assessore del M5s, con delega alle politiche sociali ed educative, del X Municipio di Roma, e a sua figlia, sono state vittime di un'aggressione a Rocca di Mezzo, in provincia dell'Aquila.

La piccola, in vacanza con la madre, stava raggiungendo gli amici per trascorrere il pomeriggio quando, da una macchina in transito, si è levata un’ingiuria razzista. Subito è arrivata la solidarietà della deputata del Partito Democratico Stefania Pezzopane.

Ecco quanto riportato dalla donna sul proprio profilo Facebook: “Ieri è successa una cosa molto grave, si è materializzata una delle paure più grandi per le mie figlie. Siamo a Rocca di Mezzo, ridente paesino abruzzese, che pullula di romani in vacanza. La mia figlia più piccola, di 13 anni, stava camminando, alle 18,30 di pomeriggio, per raggiungere i suoi amici, quando una macchina l’ha avvicinata, ha aperto il finestrino e quello che dovrebbe essere un uomo le ha gridato “negra di m...!””.

“Ora, io sono sconvolta per la gratuità, per la crudeltà dell’offesa, per la paura che alle offese verbali possano seguire quelle fisiche e non mi riferisco solo alle percosse. In Italia più di 70000 famiglie sono state fiduciose nei valori della Costituzione e in chi li dovrebbe garantire, hanno aperto i loro cuori al mondo e ora è il Paese che ci sbatte la porta in faccia, con violenza inaudita, ci arruspa per questo consenso di m***a, di 4 sfigati che non avendo mai concluso un cazzo nella loro vita finalmente possono prendersela con qualcuno e odiare liberamente”.

“Si che sono incazzata, molto incazzata! e si lo sono perché si tratta di mia figlia, della mia famiglia e basta giustificazioni, basta basso profilo, basta! Pagherà chi grida insulti dai palchi come chi grida da una macchina e se non pagherà non avrà la mia garbata replica! Avrà il vostro silenzio vigliacchi! Voi tutti che pensate che questa sia la mia battaglia e non la vostra perché non vi riguarda negra, ma la merda si, quella si che vi riguarda se non avrete il coraggio di fare nulla, di dire nulla”.

In una nota esprime solidarietà la deputata Pezzopane.

"Rocca di Mezzo è un comune bellissimo ed ospitale, da sempre distintosi per apertura mentale e culturale. La nostra gente è amabile ed ospitale da sempre, ma i seminatori di odio purtroppo fanno proseliti. Il clima che si è creato nel Paese, anche per colpa di una certa politica urlata e che inneggia a una presunta italianità, sta creando danni inenarrabili. Stanno distruggendo tradizioni di secolare ospitalità. È il momento di alzare la testa e far sentire forte la voce di chi, come noi del Partito Democratico, rigetta con  forza tali gesti odiosi. Non è accettabile alcuna forma di razzismo in Italia e in terra d’Abruzzo, la terra dove tra qualche giorno celebriamo la Perdonanza di Celestino V, profeta di pace ed apertura al mondo”, ha scritto in una nota Pezzopane.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

ARTICOLI CORRELATI:

INSULTI RAZZISTI A ROCCA DI MEZZO: MARCOZZI, ''IGNORANZA DI QUALCUNO''

ROCCA DI MEZZO - "L'Abruzzo non è razzista e tutti i turisti da noi sono i benvenuti. Ciò che è successo a Rocca di Mezzo non rappresenta il pensiero del popolo abruzzese ma evidenzia solo l'ignoranza... (continua)

ALTRE NOTIZIE

 CONTATTA LA REDAZIONE 2003- 2019 Enfasi srl
INFORMAZIONI COMMERCIALI .
Enfasi srl - Quotidiano digitale registrato presso il Tribunale dell'Aquila con decreto n°501 del 2 settembre 2003
Iscrizione al ROC n. 26362 - P.IVA 01812420667
Direttore responsabile Berardo Santilli

La redazione può essere contattata al


Politica d'uso dei Cookies su AbruzzoWeb

Alcune foto potrebbero essere prese dal Web e ritenute di dominio pubblico; i proprietari contrari alla pubblicazione potranno segnalarcelo contattando la redazione.
Powered by Digital Communication  -  Developed by MA-NO
 
X

Questo sito utilizza dei cookie per monitorare e personalizzare l'esperienza di navigazione degli utenti. Continuando a navigare si autorizza l'utilizzo dei cookie su questo sito.
Per avere più informazioni o modificare le impostazioni sui cookie clicca qui