ROSELLA,DAL PUNK AL TACCO 12
LA MISS E' SEMPRE A SUO AGIO

Pubblicazione: 01 gennaio 2011 alle ore 11:55

di

L’AQUILA - È di Arischia, piccolo paese vicino L’Aquila, la “miss” che apre il 2011.

Il suo lavoro non permette di incontrarla durante la giornata quindi il servizio fotografico viene scattato in una notte gelida, a una temperatura quasi polare di -9 gradi.

Il comprensorio aquilano non è nuovo di queste temperature e gli abitanti sono ormai abituati, ma comunque ci si stupisce sempre del gran freddo che si sente nell’entroterra abruzzese.

GUARDA LA FOTOGALLERY

Ciao Rosella. Piacere di conoscerti. Iniziamo parlando un po’ di te.

All’anagrafe Rosella Lisi, ma tutti mi chiamano ‘la bionda’. Ho ventisei anni e sono nata all’Aquila, ma sin da allora ho vissuto in questo splendido paesino.

Il tuo cognome è insolito da queste parti.

Non sono “purosangue” abruzzese. Mio padre Giovanni è pugliese, della provincia di Lecce, mentre mia madre Maria è aquilana. Poi c’è il mio fratellone Domenico, di 28 anni, che attualmente è impiegato come geometra in Provincia dell’Aquila.

Il nucleo familiare sarebbe finito, ma direi una forte menzogna se omettessi di nominare il motore di tutta la famiglia, il pezzo forte e la colonna portante: mia nonna Domenica. È  un peperino, vivace, solare, estroversa e come me viaggiatrice. Infatti la porto sempre con me in qualsiasi viaggio debba fare.

Un accenno al tragico terremoto. Tu come l’hai vissuto?

Sinceramente non mi piace parlarne e quindi vorrei evitare. Preferisco pensare e riflettere sulle cose positive che il terremoto stesso ha portato nella mia famiglia cioè più amore e unione tra noi. Abbiamo accolto anche zia Rosina da subito. Purtroppo la sua casa è crollata.

Come ti trovi in questo paesino? Ti senti stretta?

Grazie al mio carattere solare vengo accolta bene anche se non ci sono molti svaghi, ma la cosa non mi preoccupa visto che per fortuna sono ‘motorizzata’ e quindi quando occorre vado all’Aquila e riesco a trovare tutto ciò che mi occorre.

Auguri per il tuo nuovo negozio, il centro estetico RL. Hai aperto da molto?

L’inaugurazione c’è stata il 18 luglio di quest’anno, a un anno e tre mesi dal terremoto. Avevo un altro negozio in via Sallustio, che purtroppo ha avuto parecchi danni sia nella struttura che nell’attrezzatura. Inutile descrivere il dispiacere.

Nel nuovo negozio ho voluto ricreare gli ambienti di quello dell’Aquila visto che l’avevo creato proprio come lo volevo. Attualmente non sono più in un palazzo o condominio. Se entrate ad Arischia arrivando dall’Aquila, potete trovare una costruzione autonoma color arancione.

Ecco, quella sono io! Mi sono voluta costruire la “casetta in Canada” visto che ci dovrò passare parecchio tempo.

Che tipo di clientela hai?

Di tutto, uomini e donne, dai 12 ai 90 anni. Tra i mille servizi che svolgo non ho preferenze. Mi piace tutto e totalmente il mio mestiere, lo amo. Quando ho aperto il centro, a luglio, ho detto testuali parole “oggi sposo ufficialmente il mio lavoro” e così è stato. Dedico tutta la mia vita a esso e questa mia dedizione mi sta per fortuna ripagando con la stima dei miei clienti.

Hai fatto qualcosa nel campo della moda?

Bei tempi! Ho un ottimo ricordo dell’ambiente della moda. Purtroppo ho dovuto lasciarlo per mancanza di tempo anche se comunque di tanto in tanto mi capita di fare qualche sfilata.

Ho iniziato alla tenera età di 17 anni con il concorso nazionale “Ragazza più” nel quale ho preso la fascia di Miss Chianciano Terme alla finale nazionale. Nel 2003 poi è stata la volta della fascia di Miss Eleganza Abruzzo con la quale sono arrivata alle pre-finali nazionali di San Benedetto del Tronto e nello stesso anno ho conquistato la fascia di Miss Gambe Ok nel concorso La bella del mondo.

Inutile dire che ho comunque partecipato a tanti altri concorsi e a sfilate di moda più o meno importanti sia in abbigliamento elegante o da sposa che casual.

Cosa ne pensi delle voci che si sentono sull’ambiente della moda?

Per fortuna non ho mai vissuto sulla mia pelle situazioni imbarazzanti o ricevuto proposte indecenti per far qualcosa nella moda. Tutto ciò che ho fatto è stato genuino e pulito. Certo, so che esiste questo “gioco sporco” di alcune persone. L’importante è non cedere, anzi combatterli e stare sempre con gli occhi attenti perché purtroppo sanno fare il loro “lavoro”.

Si presentano bene, con belle parole, casting per note marche di tutti i tipi di prodotti commerciali in realtà fasulli, sanno ammaliare proponendo possibilità e poi partono all’attacco con proposte indecenti o richieste assurde. Consiglio ai genitori di seguire i propri figli, sempre e comunque proprio come hanno fatto i miei!

E il tuo cuore batte per qualcuno?

Sono single, un po’ per scelta e un po’ a causa di una storia d’amore di quattro anni che mi ha lasciato bruttissime ferite. Se arriva qualcuno potrei aprire il mio cuore, ma diciamo che non vado in cerca di un ragazzo.

Caratterialmente come sei, Rosella?

In amore sono fortemente malfidata, ma quando mi sciolgo do anima e corpo. Nella vita di tutti i giorni e con gli amici invece sono solare, ironica, simpatica, un joker insomma! Mi piace animare la serata, sono altruista e fin troppo schietta a volte, ma adoro la sincerità, amo stare in mezzo alla gente e mi piace viaggiare.

Mi annoia la routine, infatti, visto che il mio lavoro non mi porta a una vita molto dinamica, cerco di cambiare spesso il mio aspetto con diversi stili di abbigliamento. Passo dal punk al vestito elegante con tacco alto con moltissima facilità e in tutti i casi mi sento molto a mio agio.

Sono sempre più convinta infatti che l’abito non fa il monaco!

Si rimane colpiti dalla tua forma fisica. Sport ne fai?

Non ho mai fatto sport in vita mia, sono pigrissima e non ho tempo da dedicare a me. A conti fatti mi servirebbe una giornata di 30 ore!

Il tuo motto?

“Non mollare mai”,  e penso che dica tutto!

Quali sono i tuoi idoli o modelli da seguire?

Non ho idoli e non mi interessano le mode. Le ritengo uno strumento stupido della società di oggi che tende ad appiattire i gusti e le personalità uniformandoci gli uni agli altri.

Il mondo è bello perché è vario e allora perché renderlo tutto uguale? Il mio stile mi rende ridicola a volte ma me ne frego del giudizio altrui. Come diceva Adriano Celentano, “francamente me ne infischio”.



© RIPRODUZIONE RISERVATA


ALTRE NOTIZIE

 CONTATTA LA REDAZIONE 2003- 2017 Enfasi srl
INFORMAZIONI COMMERCIALI .
Enfasi srl - Quotidiano digitale registrato presso il Tribunale dell'Aquila con decreto n°501 del 2 settembre 2003
Iscrizione al ROC n. 26362 - P.IVA 01812420667
Direttore responsabile Berardo Santilli

La redazione può essere contattata al


Politica d'uso dei Cookies su AbruzzoWeb

Alcune foto potrebbero essere prese dal Web e ritenute di dominio pubblico; i proprietari contrari alla pubblicazione potranno segnalarcelo contattando la redazione.
Powered by Digital Communication  -  Developed by MA-NO
 
X

Questo sito utilizza dei cookie per monitorare e personalizzare l'esperienza di navigazione degli utenti. Continuando a navigare si autorizza l'utilizzo dei cookie su questo sito.
Per avere più informazioni o modificare le impostazioni sui cookie clicca qui