• Abruzzoweb sponsor

L'UOMO ERA SCOMPARSO NEL NULLA IL PRIMO FEBBRAIO; SUL CADAVERE NON CI SONO SEGNI DI VIOLENZA; FASCICOLO APERTO PER OMICIDIO

SAN BENEDETTO MARSI: RITROVATO NEL FIUME GIOVENCO CORPO COLLINZIO D’ORAZIO

Pubblicazione: 23 febbraio 2019 alle ore 19:10

SAN BENEDETTO DEI MARSI - E' stato ritrovato nelle acque del fiume Giovenco, a pochi metri dalla sua intersezione con il canale di irrigazione denominato Piccola Cinta, il corpo di Collinzio D'Orazio, l'uomo di 51 anni di San Benedetto dei Marsi scomparso il 1 febbraio scorso in circostanze misteriose.

Da una prima ricognizione sul cadavere non sembrano presenti segni di morte violenta. E' stato rinvenuto dai carabinieri subacquei di Pescara, in collaborazione con l'Arma territoriale. L'intervento dei sub era stato deciso nell'ultimo vertice in Prefettura. Dall'autopsia si avranno ulteriori informazioni. C'è un fascicolo aperto per omicidio. Il corpo è stato trasportato all'obitorio di Avezzano, a disposizione dell'autorità giudiziaria. 

L'uomo la sera della scomparsa era uscito dalla casa degli anziani genitori per recarsi al bar. Aveva accettato poi il passaggio per tornare a casa da parte di due ragazzi del posto, con cui si era intrattenuto., e proprio durante le fasi di quel passaggio è avvenuto un incidente in retromarcia.

Su questo punto i Carabinieri di Avezzano (L'Aquila) stanno cercando di raccogliere ulteriori elementi, a riguardo è stata sequestrata la macchina rimasta danneggiata e anche un cellulare e alcuni indumenti.

I carabinieri hanno ascoltato più volte i due giovani di San Benedetto dei Marsi, che non sono indagati. La macchina è stata passata al setaccio dalla Scientifica ma non sono emersi particolari rilevanti.

La Procura ha aperto un fascicolo per omicidio volontario, al momento contro ignoti.

Il 19 febbraio sono usciti anche alcuni messaggi scambiati su Messenger e poi immediatamente cancellati dai due ragazzi del paese, 

Gli investigatori stanno portando avanti una stringente attività sull'ipotesi di una morta avvenuta in circostanze improvvise ma su questo punto viene mantenuto il massimo riserbo.

I familiari hanno contattato anche la redazione di "Chi l'ha visto" che ha trasmesso un appello durante la striscia mattutina.



© RIPRODUZIONE RISERVATA


ALTRE NOTIZIE

 CONTATTA LA REDAZIONE 2003- 2019 Enfasi srl
INFORMAZIONI COMMERCIALI .
Enfasi srl - Quotidiano digitale registrato presso il Tribunale dell'Aquila con decreto n°501 del 2 settembre 2003
Iscrizione al ROC n. 26362 - P.IVA 01812420667
Direttore responsabile Berardo Santilli

La redazione può essere contattata al


Politica d'uso dei Cookies su AbruzzoWeb

Alcune foto potrebbero essere prese dal Web e ritenute di dominio pubblico; i proprietari contrari alla pubblicazione potranno segnalarcelo contattando la redazione.
Powered by Digital Communication  -  Developed by MA-NO
 
X

Questo sito utilizza dei cookie per monitorare e personalizzare l'esperienza di navigazione degli utenti. Continuando a navigare si autorizza l'utilizzo dei cookie su questo sito.
Per avere più informazioni o modificare le impostazioni sui cookie clicca qui