SANITA': FEBBO, ''NOMINA MURAGLIA E' FURBATA DALFONSIANA, VADO A CORTE CONTI''

Pubblicazione: 02 febbraio 2018 alle ore 13:01

Mauro Febbo

CHIETI - "L’ex direttore del Dipartimento per la Salute e il Welfare della Regione Abruzzo, Angelo Muraglia, esce dalla porta e rientra dalla finestra per essere assegnato nuovamente agli stessi uffici per un solo giorno a settimana, andando a ricoprire un ruolo a comando all’interno dello staff della direzione generale fino al 30 giugno. Una vera e propria ‘furbata’ dalfonsiana, delegata alla Asl 02 cioè all'ormai fido direttore generale Pasquale Flacco, per scavalcare le norme che impongono l'approvazione dei conti consuntivi del 2015 e del 2016 per poter accedere alle assunzioni di ogni tipo e quindi bypassare il controllo della Corte dei Conti che costantemente sta monitorando la gestione regionale".

Lo denuncia il consigliere regionale di Forza Italia Mauro Febbo.

"Sarà mia premura sottoporre la delibera n.90 del 22 gennaio a firma del direttore generale Flacco alla Corte dei Conti al fine di fare chiarezza sulle modalità e la pertinenza del distacco del dott. Muraglia per andare a ricoprire un ruolo all’interno del Dipartimento per la Salute - dice in una nota - Inoltre sarebbe curioso capire il valore quantitativo e qualitativo di un assegnazione per un solo giorno a settimana".

"Penso che sia poco produttivo sia per il ruolo che si ricopre adesso sia per quello chiamato a svolgere, ossia l’avvio e la gestione di procedure di preminente interesse della Asl Lanciano-Vasto-Chieti, così come riportato nella determina n.90. A ben vedere siamo di fronte ad una bella e buona ‘sveltina’ del candidato D’Alfonso, già senatore senza avere il coraggio di confrontarsi con il giudizio dei cittadini, che pensa di prendere in giro gli abruzzesi e finanche la Corte dei Conti attraverso furbate, peraltro infantili, che pensavo appartenessero al passato".

"Pertanto - conclude Febbo - nei prossimi giorni sarà mia cura inviare alla Corte dei Conti la determina in questione al fine di chiedere la verifica della legittimità e anche per capire come, vista la situazione di totale stallo amministrativo e confusione tra i dipendenti regionali, ci siano atti che potrebbero andare ad inficiare istruttorie in corso in un campo delicato e problematico come quello della salute".



© RIPRODUZIONE RISERVATA


ALTRE NOTIZIE

 CONTATTA LA REDAZIONE 2003- 2018 Enfasi srl
INFORMAZIONI COMMERCIALI .
Enfasi srl - Quotidiano digitale registrato presso il Tribunale dell'Aquila con decreto n°501 del 2 settembre 2003
Iscrizione al ROC n. 26362 - P.IVA 01812420667
Direttore responsabile Berardo Santilli

La redazione può essere contattata al


Politica d'uso dei Cookies su AbruzzoWeb

Alcune foto potrebbero essere prese dal Web e ritenute di dominio pubblico; i proprietari contrari alla pubblicazione potranno segnalarcelo contattando la redazione.
Powered by Digital Communication  -  Developed by MA-NO
 
X

Questo sito utilizza dei cookie per monitorare e personalizzare l'esperienza di navigazione degli utenti. Continuando a navigare si autorizza l'utilizzo dei cookie su questo sito.
Per avere più informazioni o modificare le impostazioni sui cookie clicca qui