• Abruzzoweb sponsor

E' POLEMICA. DEPUTATO AQUILANO D'ERAMO: ''ATTO PRIMA REPUBBLICA, RELAZIONE AL MINISTRO GRILLO. SCELTA DOPO ELEZIONI REGIONALI. CHI DEL CENTRODESTRA FAVOREVOLE SARA' CACCIATO''

SANITA': LEGA, ISPETTORI MINISTERO ASL L'AQUILA SU NOMINA DIRETTORE SANITARIO

Pubblicazione: 02 gennaio 2019 alle ore 19:31

L'AQUILA - "Chiederò l'invio di ispettori nella Asl 1 L'Aquila-Avezzano-Sulmona. Sembrerebbe che il Direttore Generale della Asl provinciale dell’Aquila abbia proceduto alla nomina del nuovo Direttore Sanitario e che stia predisponendo gli atti della elezione per il rinnovo dei direttori di dipartimento". 

Lo annuncia in una nota il deputato aquilano della Lega Luigi D’Eramo a proposito delle voci di una possibile nomina del nuovo direttore sanitario al posto della dottoressa Maria Teresa Colizza, di Avezzano (L’Aquila) il cui contratto, non rinnovabile perché pensionata, scade il prossimo 9 gennaio. 

La questione ha fatto divampare roventi polemiche ed è diventata una di quelle centrali nella campagna elettorale per le elezioni regionali del prossimo 10 febbraio. 

Secondo quanto circola negli ambienti sanitari, il direttore generale, Rinaldo Tordera, nominato dalla maggioranza regionale di centrosinistra, in scadenza nel prossimo mese di marzo, punterebbe sulla dottoressa Simonetta Santini, anche lei originaria della Marsica, direttore del laboratorio analisi dell’Aquila, una ipotesi che troverebbe d’accordo centrosinistra e centrodestra e anche il sindacato dei medici Anaao. 

Dopo l’ex consigliere regionale forzista Luca Ricciuti che in una dura nota ha parlato di inciuci annunciando “la sterilizzazione della nomina qualora fosse fatta”, anche D’Eramo, pur non dicendolo esplicitamente, chiede una decisione tampone, quindi una proroga di 45-60 giorni dell’attuale ds, per lasciare poi al governo regionale che uscirà dalle regionali del prossimo 10 febbraio, la scelta definitiva. 

La vicenda sta creando imbarazzi nella maggioranza di centrosinistra e in particolare nel suo traghettatore, il presidente vicario, Giovanni Lolli, in sella dall’agosto scorso dopo le dimissioni dell’ex governatore, Luciano D’Alfonso, eletto senatore del Pd lo scorso 4 marzo. Lolli ha più volte spiegato che il centrosinistra anche sulle nomine si deve attenere alla ordinaria amministrazione, non provvedendo a rinnovare o prorogare contratti per un tempo notevolmente superiore alla scadenza di marzo quando la nuova Giunta si sarà insediata. Lolli potrebbe incontrare già domani Tordera.

"Se questo venisse confermato - continua D'Eramo nella sua nota - ci troveremmo di fronte ad un atto che poco ha a che fare con l'amministrazione dell'Azienda Sanitaria e che sembrerebbe avere tutto il sapore di una speculazione da campagna elettorale, una bassa politica tipica della prima Repubblica con l'occupazione partitica di ruoli importanti e posti di lavoro pubblici".

L’endorsment, secondo rumors insistenti, sarebbe assicurata dal sindacato Anaao, anche dal segretario regionale, il primario del reparto malattie infettive dell’ospedale dell’Aquila, Alessandro Grimaldi, e dal suo collega sindacalista, il primario di oculistica dell’ospedale di Avezzano, Walter Di Bastiano, ex consigliere regionale di Fi ora passato a Fdi, dai consiglieri regionali marsicani della maggioranza di centrosinistra, il presidente del consiglio regionale abruzzese, Giuseppe Di Pangrazio, e Lorenzo Berardinetti, di Regione Facile, il sindaco di Avezzano, Gabriele De Angelis, ed ancora il vice sindaco dell’Aquila, Guido Liris, in Giunta insieme allo stesso parlamentare leghista che è anche assessore comunale, e il consigliere regionale aquilano del Pd Pierpaolo Pietrucci

"La Lega - attacca il deputato salviniano - chiede ufficialmente il congelamento di ogni procedura fino a quando non si sarà insediato il nuovo governo regionale. Faccio appello a tutto il centro-destra abruzzese per mobilitarci a difesa della buona politica aziendale ospedaliera. Oggi stesso invierò al Ministro della Salute Giulia Grillo una relazione su ciò che starebbe accadendo all'interno della Asl abruzzese, chiedendo formalmente l'invio degli ispettori ministeriali per attivare un'attenta e capillare verifica sull'operato dell'attuale manager. Chiederò, contestualmente, di verificare che tutte le procedure seguite siano state portate avanti in ossequioso rispetto della normativa vigente."

"Mi faccio carico - conclude - di controllare personalmente se qualche politico di centro-destra abbia avallato queste scelte da "poltronificio", e se così dovesse essere sarà del tutto evidente che non potrà continuare a far parte della nostra coalizione."
"Questa terra ha bisogno di rispetto e coerenza, non è più accettabile assistere con il capo chino alla matematica spartizione politica di ruoli chiave nella sanità abruzzese: negli Ospedali d'Abruzzo c'è bisogno di competenze e dedizione, non di politica".

Secondo quanto emerge da fonti vicine al direttore generale Tordera, la nomina deve essere fatta perché la Asl non può rimanere senza direttore sanitario, figura che per legge deve apporre il suo parere, peraltro non vincolante, nella delibere e perché la proroga dell’attuale direttore sanitario sarebbe una forzatura di legge visto che è già in pensione. Tordera firmerebbe la delibera, già pronta, il 7 gennaio prossimo al ritorno del direttore amministrativo, Laura Coppola

Motivazioni rispedite al mittente tra quanti si oppongono i quali sottolineano che l’aspirante ds non avrebbe i requisiti ed inoltre non sarebbe iscritta all’albo dei direttori sanitari ed amministrativi che la Regione non ha istituito. 



© RIPRODUZIONE RISERVATA

ARTICOLI CORRELATI:

SANITA': RICCIUTI NOMINE ASL L'AQUILA, INCIUCI FINE LEGISLATURA TRA CENTRODX E CENTROSX

L’AQUILA - “Si sta perpetrando uno dei più stomachevoli inciuci di fine legislatura” alimentato  da “frange affamate del centrosinistra in combutta con qualche squallido millantatore di centrodestra che spingono i vertici Asl alla nomina per pura... (continua)

ALTRE NOTIZIE

 CONTATTA LA REDAZIONE 2003- 2019 Enfasi srl
INFORMAZIONI COMMERCIALI .
Enfasi srl - Quotidiano digitale registrato presso il Tribunale dell'Aquila con decreto n°501 del 2 settembre 2003
Iscrizione al ROC n. 26362 - P.IVA 01812420667
Direttore responsabile Berardo Santilli

La redazione può essere contattata al


Politica d'uso dei Cookies su AbruzzoWeb

Alcune foto potrebbero essere prese dal Web e ritenute di dominio pubblico; i proprietari contrari alla pubblicazione potranno segnalarcelo contattando la redazione.
Powered by Digital Communication  -  Developed by MA-NO
 
X

Questo sito utilizza dei cookie per monitorare e personalizzare l'esperienza di navigazione degli utenti. Continuando a navigare si autorizza l'utilizzo dei cookie su questo sito.
Per avere più informazioni o modificare le impostazioni sui cookie clicca qui