• Abruzzoweb sponsor
  • Abruzzoweb sponsor
  • Abruzzoweb sponsor
  • Abruzzoweb sponsor
  • Abruzzoweb sponsor
Messaggio elettorale a pagamento
  • Abruzzoweb sponsor
  • Abruzzoweb sponsor
Messaggio elettorale a pagamento
  • Abruzzoweb sponsor
  • Abruzzoweb sponsor
Messaggio elettorale a pagamento

SANITA': NASCE IL REGISTRO MALATTIE RARE;
MOSCIANO SARA' CAPITALE DEI CARDIOLOGI

Pubblicazione: 03 aprile 2017 alle ore 19:09

L’AQUILA - Su proposta dell’assessore alla Sanità Silvio Paolucci, la Giunta regionale dell’Abruzzo ha recepito l’intesa Stato-Regioni sul Piano nazionale per le malattie rare (Pnmr).

Oltre al registro nazionale, il piano prevede anche l’istituzione di registri regionali e interregionali, così da garantire un flusso informativo adeguato al sistema nazionale di sorveglianza e monitoraggio e al centro nazionale di malattie rare.

Si punterà anche a investimenti sulla ricerca, la formazione e l’informazione mentre, sul fronte farmaceutico e dell’assistenza, vengono disciplinati sia l’erogazione dei farmaci “orfani”, quelli, cioè, utili per la terapia della patologia rara, da parte del servizio sanitario nazionale, sia l’accesso ad altre forme di trattamento.

“Nel percorso sono coinvolte anche le associazioni, che in questi anni hanno svolto un ruolo fondamentale nel far conoscere le peculiarità delle patologie rare - spiega l’assessore Paolucci -  Prenderanno parte ai decisionali legati all’adozione del piano, perché possono contare su un bagaglio di esperienza che diventa prezioso nell’organizzazione della governance”.

Tra i punti salienti dell’accordo, vanno sottolineati “la presa d’atto della necessità di una progressiva transizione verso un modello di sistema integrato, secondo un disegno di rete multicentrica, che valorizza sia il ruolo specialistico, sia tutti gli attori dell’assistenza primaria; la messa a sistema, a livello nazionale, delle iniziative e degli interventi nel campo delle malattie rare, al fine di rendere più omogeneo il percorso diagnostico-terapeutico; le iniziative per rendere più efficaci ed efficienti i servizi sanitari in termini di prevenzione e assistenza, assicurando equità d’accesso e riducendo le diseguaglianze sociali”.

Alla Regione spetterà reperire le risorse per finanziare gli obiettivi del piano “che, come previsto specificatamente dall’intesa Stato-Regioni, arriveranno dalla lotta all’inappropriatezza prescrittiva, che in Abruzzo ha già fatto segnare notevoli passi in avanti”, aggiunge Paolucci.

“Basti pensare che in appena 3 anni, dal 2012 al 2015, l’inappropriatezza dei ricoveri nella nostra regione è scesa dal 25 al 14 per cento - rimarca - E questo ci ha consentito di liberare fondi da destinare ad altri settori dell’assistenza sanitaria, tra cui anche quello delle malattie rare”.

Intanto l’Abruzzo ospiterà i maggiori esperti in materia di cardiologia, provenienti dalla macro area Abruzzo, Marche, Umbria e Molise, il prossimo 7 e 8 aprile a Mosciano Sant’Angelo (Teramo) per il Congresso interregionale “Muma” edizione 2017 dell’Associazione nazionale medici cardiologi ospedalieri (Anmco).

Al centro dell’evento, le nuove frontiere nella cura delle patologie cardiache, i farmaci, le tecniche di intervento all’avanguardia che di fatto aprono nuove e reali prospettive per la cura del nostro cuore.

“La due giorni di convegno ha l’intento di promuovere un aggiornamento professionale di alta qualità e, contemporaneamente, favorire l’aggregazione e lo scambio costruttivo di esperienze tra Centri di Regioni vicine, ma anche profondamente diverse come Marche, Umbria, Molise e Abruzzo”, si legge in una nota.

Presidente del congresso sarà il dottor Cosimo Napoletano, presidente regionale Anmco abruzzese, e direttore del dipartimento Cardiovascolare di Teramo.

“L’appropriatezza delle prestazioni erogate e l’efficacia del trattamento sono gli obiettivi che devono animare la nostra vita professionale, raggiungibili solo attraverso una vera integrazione tra ospedale e territorio con la creazione percorsi assistenziali comuni - spiega Napoletano - che rivalutino il ruolo del medico, limitino al massimo i tempi dei ricoveri ospedalieri per far tornare rapidamente sul territorio i nostri pazienti e soprattutto per dare di nuovo la percezione di una Sanità su misura, vicino alla gente, su cui poter davvero contare”.



© RIPRODUZIONE RISERVATA


ALTRE NOTIZIE

  • Abruzzoweb sponsor
  • Abruzzoweb sponsor
  • Abruzzoweb sponsor
Messaggio elettorale a pagamento
  • Abruzzoweb sponsor
  • Abruzzoweb sponsor
Messaggio elettorale a pagamento
    Abruzzoweb sponsorAbruzzoweb sponsorAbruzzoweb sponsor
Messaggio elettorale a pagamento
    Abruzzoweb sponsorAbruzzoweb sponsorAbruzzoweb sponsor
Messaggio elettorale a pagamento
    Abruzzoweb sponsorAbruzzoweb sponsorAbruzzoweb sponsorAbruzzoweb sponsor
Messaggio elettorale a pagamento
    Abruzzoweb sponsorAbruzzoweb sponsorAbruzzoweb sponsorAbruzzoweb sponsor
Messaggio elettorale a pagamento
 CONTATTA LA REDAZIONE 2003- 2017 Enfasi srl
INFORMAZIONI COMMERCIALI .
Enfasi srl - Quotidiano digitale registrato presso il Tribunale dell'Aquila con decreto n°501 del 2 settembre 2003
Iscrizione al ROC n. 26362 - P.IVA 01812420667
Direttore responsabile Berardo Santilli

La redazione può essere contattata al


Politica d'uso dei Cookies su AbruzzoWeb

Alcune foto potrebbero essere prese dal Web e ritenute di dominio pubblico; i proprietari contrari alla pubblicazione potranno segnalarcelo contattando la redazione.
Powered by Digital Communication  -  Developed by MA-NO
 
X

Questo sito utilizza dei cookie per monitorare e personalizzare l'esperienza di navigazione degli utenti. Continuando a navigare si autorizza l'utilizzo dei cookie su questo sito.
Per avere più informazioni o modificare le impostazioni sui cookie clicca qui