• Abruzzoweb sponsor
Messaggio elettorale a pagamento

SCIOPERO FAME PERCHE' MANCA
BRACCIALETTO, DETENUTO
SI SENTE MALE IN CELLA

Pubblicazione: 30 marzo 2018 alle ore 13:48

PESCARA - Si sente male questa mattina in cella dopo alcuni giorni di sciopero della fame e viene ricoverato in ospedale a Pescara per accertamenti. 

Aveva cominciato la protesta perché costretto a restare al San Donato, mentre avrebbe dovuto essere ai domiciliari con il braccialetto elettronico, come deciso dal Tribunale del Riesame dell'Aquila. 

A causa dell'indisponibilità del dispositivo, però, è rimasto nella casa circondariale pescarese e questa mattina ha avuto un malore. 

L'avvocato Luca Aceto, che assiste il 53enne, dichiara: "Questa situazione è paradossale, visto che potrebbero passare mesi per avere il braccialetto. In Italia ne sono disponibili appena 2 mila. Un numero del tutto insufficiente. Ci sarebbe il modo di svuotare le nostre carceri con l'utilizzo di questi braccialetti e invece nulla". 

Il 12 aprile il 53enne sarà giudicato con rito abbreviato.



© RIPRODUZIONE RISERVATA


ALTRE NOTIZIE

 CONTATTA LA REDAZIONE 2003- 2018 Enfasi srl
INFORMAZIONI COMMERCIALI .
Enfasi srl - Quotidiano digitale registrato presso il Tribunale dell'Aquila con decreto n°501 del 2 settembre 2003
Iscrizione al ROC n. 26362 - P.IVA 01812420667
Direttore responsabile Berardo Santilli

La redazione può essere contattata al


Politica d'uso dei Cookies su AbruzzoWeb

Alcune foto potrebbero essere prese dal Web e ritenute di dominio pubblico; i proprietari contrari alla pubblicazione potranno segnalarcelo contattando la redazione.
Powered by Digital Communication  -  Developed by MA-NO
 
X

Questo sito utilizza dei cookie per monitorare e personalizzare l'esperienza di navigazione degli utenti. Continuando a navigare si autorizza l'utilizzo dei cookie su questo sito.
Per avere più informazioni o modificare le impostazioni sui cookie clicca qui