SGOMINATA FINTA ASSOCIAZIONE
DI POLIZIOTTI CHE SPILLAVA SOLDI

Pubblicazione: 11 novembre 2017 alle ore 09:39

Questura dell'Aquila

L'AQUILA - La Polizia di Stato dell'Aquila ha sequestrato 273 riviste di una sedicente associazione "Poliziotti italiani", in quanto oggetto del reato di truffa e sostituzione di persona messo in atto da alcuni soggetti, domiciliati a Vasto (Chieti).

Le indagini condotte dai poliziotti della squadra Mobile, sono state avviate in seguito a una denuncia presentata alla questura del capoluogo abruzzese da parte del rappresentante di un istituto religioso, che ha raccontato di insistenti telefonate ricevute dall’Ente ecclesiastico da parte di una donna, qualificatasi quale funzionaria della Polizia di Stato, che ha richiesto un contributo in favore dell’associazione "Poliziotti italiani", di 90 euro previo invio di un adesivo e di una rivista.

La rivista stampata dalla sedicente associazione è titolata Noi cittadini per la sicurezza.

Nel corso della perquisizione locale dell’appartamento utilizzato per stoccare le riviste, sono stati trovati 6 pacchi pronti per essere spediti a istituti religiosi e scuole dell’intero territorio nazionale.



© RIPRODUZIONE RISERVATA


ALTRE NOTIZIE

 CONTATTA LA REDAZIONE 2003- 2017 Enfasi srl
INFORMAZIONI COMMERCIALI .
Enfasi srl - Quotidiano digitale registrato presso il Tribunale dell'Aquila con decreto n°501 del 2 settembre 2003
Iscrizione al ROC n. 26362 - P.IVA 01812420667
Direttore responsabile Berardo Santilli

La redazione può essere contattata al


Politica d'uso dei Cookies su AbruzzoWeb

Alcune foto potrebbero essere prese dal Web e ritenute di dominio pubblico; i proprietari contrari alla pubblicazione potranno segnalarcelo contattando la redazione.
Powered by Digital Communication  -  Developed by MA-NO
 
X

Questo sito utilizza dei cookie per monitorare e personalizzare l'esperienza di navigazione degli utenti. Continuando a navigare si autorizza l'utilizzo dei cookie su questo sito.
Per avere più informazioni o modificare le impostazioni sui cookie clicca qui