Abruzzoweb sponsor
Messaggio elettorale a pagamento

IL DG CHIETINO FLACCO: ''CARENZE NON SOLO AL SANTISSIMA ANNUNZIATA''

SICUREZZA ANTINCENDIO: ALLARME IN TUTTI
GLI OSPEDALI D'ABRUZZO, ''MANCANO SOLDI''

Pubblicazione: 16 dicembre 2016 alle ore 07:42

di

CHIETI - "Certo, l'ospedale Santissima Annunziata di Chieti non è dotato di certificato di prevenzione incendio previsto dalla nuova normativa, a cui ci stiamo adeguando, ma la situazione è identica agli altri ospedali abruzzesi, e a buona parte di quelli italiani".

Mal comune, mezzo gaudio, per il direttore generale della Asl provinciale numero 2 di Lanciano-Vasto-Chieti, Pasquale Flacco, che commenta evidenziando la situazione drammatica regionale a quanto evidenziato da AbruzzoWeb, ovvero che oltre a essere insicuro dal punto di vista sismico nel suo complesso, non solo per i gravi difetti di costruzione dei due corpi "C" e "F", in via di evacuazione, l'ospedale teatino non ha neanche il certificato di prevenzione incendio (Cpi).

Il documento deve essere rilasciato dai vigili del fuoco che, nel caso di Chieti, non hanno potuto procedere perché la struttura manca di requisiti. 

Flacco, però, non si scompone più di tanto e non ha problemi ad ammettere questa mancanza, minimizzandone la portata. Fa poi notare anche che è una condizione comune a buona parte dei nosocomi regionali, che non hanno risorse e mezzi per adeguarsi alle nuove e molto stringenti prescrizioni introdotte dal decreto del ministro dell'Interno del del 19 marzo 2015.

"Le nuove norme, entrate in vigore da poco tempo, impongono complesse procedure e ingenti somme, nell'ordine dei milioni di euro - fa notare il manager - Va anche formato anche il personale, vanno adeguate in determinati casi le strutture con costosi interventi edilizi. Noi stiamo procedendo, ma è inutile negare che, in mancanza di risorse, le tempistiche non possono essere brevi".

Flacco tiene anche a rassicurare sul fatto che se "dovesse malauguratamente scoppiare un incendio nel nostro ospedale, non si verificherà nessun pandemonio, siamo comunque attrezzati anche oggi a rispondere tempestivamente in caso di emergenza. Ripeto che la questione riguarda l'adeguamento alle nuove normative molto più stringenti introdotte dal legislatore".

La vicenda della certificazione antincendio è in parte sovrapponibile a quella della certificazione antisismica, anch'essa mancante a Chieti e a buona parte, anche qui, degli ospedali abruzzesi.

Pericolosi, nel complesso teatino, non sono soli i famigerati corpi "C" ed "F", dove ci sono ben 150 posti letto, e costruiti, si è scoperto già nel 2012, con pilastri con cemento impoverito, nonché sottodimensionati e in corso di evacuazione.

A rischio sisma è anche e soprattutto l'ospedale nel suo complesso perché, quando fu progettato, una quarantina di anni fa, per poi essere aperto dopo 27 anni di lavori, costati 236 miliardi di vecchi lire, Chieti non era classificata come zona a rischio terremoto, e le norme costruttive anti-simiche non erano rigorose come quelle attuali.

E anche in questo caso Flacco ha evidenziato a questa testata che, pur volendo compiere l'impresa di rendere il Santissima Annunziata adeguato alle nuove norme antisismiche, servirebbero cifre iperboliche, per giunta con problemi di logistica insormontabili, perchè non sarebbe facile spostare altrove centinaia di pazienti medici e decine di reparti mentre i lavori sono in corso. 

Da qui la soluzione intrapresa con forza dalla Regione, e sostenuta anche da Flacco, di realizzare un nuovo ospedale con tutti i crismi, attraverso il project financing presentato da Maltauro spa, Finanza e Progetti spa e A.B.C. Nocivelli spa, per la quale è in corso la procedura per arrivare al bando europeo.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

ARTICOLI CORRELATI:

OSPEDALE DI CHIETI: IN ATTESA DEL PROJECT, LA STRUTTURA E' A RISCHIO TERREMOTO

di Filippo Tronca
CHIETI - "L'ospedale Santissima Annunziata di Chieti ha lo stesso grado di sicurezza sismica di buona pare degli ospedali in Italia, ovvero inadeguata, in base alle nuove e più stringenti normative. In più ha il problema... (continua)

OSPEDALE CHIETI, UN GUAIO DOPO L'ALTRO: ORA MANCA ANCHE SICUREZZA ANTINCENDIO

di Filippo Tronca
CHIETI - Un ospedale, il Santissima Annunziata di Chieti, insicuro dal punto di vista sismico nel suo complesso, non solo per i gravi difetti di costruzione dei due corpi, in via di evacuazione, come emerso da... (continua)

ALTRE NOTIZIE

Messaggio elettorale a pagamento
 CONTATTA LA REDAZIONE 2003- 2017 Enfasi srl
INFORMAZIONI COMMERCIALI .
Enfasi srl - Quotidiano digitale registrato presso il Tribunale dell'Aquila con decreto n°501 del 2 settembre 2003
Iscrizione al ROC n. 26362 - P.IVA 01812420667
Direttore responsabile Berardo Santilli

La redazione può essere contattata al


Politica d'uso dei Cookies su AbruzzoWeb

Alcune foto potrebbero essere prese dal Web e ritenute di dominio pubblico; i proprietari contrari alla pubblicazione potranno segnalarcelo contattando la redazione.
Powered by Digital Communication  -  Developed by MA-NO
 
X

Questo sito utilizza dei cookie per monitorare e personalizzare l'esperienza di navigazione degli utenti. Continuando a navigare si autorizza l'utilizzo dei cookie su questo sito.
Per avere più informazioni o modificare le impostazioni sui cookie clicca qui