SICUREZZA: IL SINDACO DI CHIETI DI PRIMIO SI RIVOLGE AL PREFETTO CORONA

Pubblicazione: 16 marzo 2017 alle ore 16:47

umberto di primio

CHIETI - "Dopo l'ultimo preoccupante episodio accaduto nella notte in città, ho scritto al prefetto di Chieti, Antonio Corona, perchè nella veste di massima autorità  in tema di ordine pubblico e sicurezza, individui, in aggiunta alle azioni già disposte e concordate con gli organi preposti, azioni ancora più incisive per neutralizzare il susseguirsi di episodi delittuosi che si stanno registrando in città".

È quanto afferma il sindaco di Chieti, Umberto Di Primio, in una nota stampa in cui evidenzia al prefetto Corona i problemi legati alla questione della sicurezza cittadina.

"Gli episodi di violenza degli ultimi mesi non possono essere sottovalutati e catalogati come fenomeni normali - afferma il primo cittadino mi riferisco, in particolare, agli eventi violenti registrati nella parte bassa della città".

"Dall'omicidio Di Marco, all'accoltellamento del Cipressi, ai sospetti incendi di auto allo Scalo e di edicole in pieno centro, all'elevato numero, per la nostra città, di reati predatori, solo per citare gli ultimi, il furto in abitazione di viale Amendola e la rapina presso il bar Di Meo a Filippone".

"Fatti, questi - prosegue - che si aggiungono alla mai domata piaga dello spaccio e ad altri fenomeni meno rilevanti quali l'accattonaggio molesto o quello dei parcheggiatori abusivi e venditori di merce contraffatta. Sono certo che il prefetto e i rappresentanti delle forze dell'ordine e di polizia stanno facendo tutto quanto necessario, anche e nonostante la scarsezza di mezzi e personale cui il comparto sicurezza di questo Paese è stato ridotto da poco lungimiranti Governi".

E aggiunge ancora Di Primio, "cosìcome sono certo che è sempre più necessaria una stretta collaborazione tra le istituzioni anche in materia di sicurezza urbana".

"Per questo - evidenzia - garantendo la piena disponibilità e collaborazione del Comune, ovvero della polizia locale, per quanto nei limiti che la legge disegna e nelle forme che i mezzi a disposizione ci consentono, ho chiesto al prefetto di convocare una riunione del comitato provinciale per l'ordine e la sicurezza pubblica ove trattare le questioni che riguardano la mia città".

 



© RIPRODUZIONE RISERVATA


ALTRE NOTIZIE

 CONTATTA LA REDAZIONE 2003- 2017 Enfasi srl
INFORMAZIONI COMMERCIALI .
Enfasi srl - Quotidiano digitale registrato presso il Tribunale dell'Aquila con decreto n°501 del 2 settembre 2003
Iscrizione al ROC n. 26362 - P.IVA 01812420667
Direttore responsabile Berardo Santilli

La redazione può essere contattata al


Politica d'uso dei Cookies su AbruzzoWeb

Alcune foto potrebbero essere prese dal Web e ritenute di dominio pubblico; i proprietari contrari alla pubblicazione potranno segnalarcelo contattando la redazione.
Powered by Digital Communication  -  Developed by MA-NO
 
X

Questo sito utilizza dei cookie per monitorare e personalizzare l'esperienza di navigazione degli utenti. Continuando a navigare si autorizza l'utilizzo dei cookie su questo sito.
Per avere più informazioni o modificare le impostazioni sui cookie clicca qui