• Abruzzoweb sponsor
  • Abruzzoweb sponsor
  • Abruzzoweb sponsor
Messaggio elettorale a pagamento

SINDACI PENSANO A GOVERNANCE POST-UTR, ''MA L'USRC NON SIA ESCLUSO DA RIFORMA''

Pubblicazione: 17 gennaio 2018 alle ore 07:00

Villa Sant'Angelo (L'Aquila) dall'alto
di

FAGNANO ALTO - Si è cercato di ritrovare l'unità, all'assemblea dei sindaci dell'area omogenea 8, composta dai comuni maggiormente danneggiati dal terremoto del 2009, lunedì sera a Fagnano Alto (L'Aquila), dopo le baruffe sul futuro della governance della ricostruzione, che dal primo maggio subirà una rivoluzione con la chiusura, decretata dal governo, degli Uffici territoriali (Utr), che saranno accorpati all'Ufficio speciale della ricostruzione (Usrc) di Fossa.

Il sindaco di Acciano Fabio Camilli, che dice di rappresentare la posizione anche dei colleghi di Barisciano, Fagnano Alto, Fontecchio, Fossa, Ocre, Poggio Picenze, San Demetrio ne’ Vestini, Sant’Eusanio Forconese, Tione degli Abruzzi e Villa Sant’Angelo, ad AbruzzoWeb puntualizza che "il fatto di voler superare il sistema degli Utr non significa voler rafforzare l'Ufficio speciale, su cui tutti abbiamo qualcosa da dire e a cui tutti abbiamo qualcosa da rimproverare".

La soppressione degli Utr, d'altra parte, è ormai cosa decisa su cui il governo non sembra voler fare passi indietro.

E di questo sembrano consapevoli anche gli stessi amministratori, che stanno preparando una proposta di nuova governance che dia maggiore voce in capitolo alle aree più danneggiate e popolose del cratere, con il tavolo di coordinamento dei sindaci che sia ridisegnato in base ad una media ponderata tra abitanti e danni.

"Abbiamo condiviso l'assolutà necessità di superare tutte le polemiche sulla chiusura degli Utr, c'è un problema di fondo e sembra che ci sia una divisione tra chi vuole mantenerli e chi no e vuole rafforzare l'Usrc - dice Camilli - Ma il governo ha deciso di chiuderli a seguito della loro improduttività e questo non abbiamo potuto che accoglierlo con favore, perché rispetto ai sindaci di altre aree avvertiamo con maggior forza un ritardo nell'istruttoria delle pratiche di ricostruzione".

Un aspetto, quest'ultimo, "non imputabile ad uno scarso impegno del personale - precisa il sindaco - perché ha una mole di lavoro enorme rispetto alle risorse umane".

Infine, l'appello all'unità: "Sono di più le cose che ci uniscono rispetto a quelle che ci dividono - fa osservare Camilli - raccogliendo l'appello all'unità del sindaco dell'Aquila Pierluigi Biondi, ci facciamo carico di elaborare un documento con delle proposte concrete di riforma dell'intero processo di ricostruzione, che coinvolge anche l'Ufficio speciale, che speriamo di elaborare nel più breve tempo possibile con il principio di riuscire ad avere la condivisione da parte di tutti, o quantomeno del maggior numero di sindaci possibili. Entro la fine del mese chiederemo la convocazione dell'assemblea dei sindaci del cratere in cui ritrovare l'unità".

In prima fila tra i sindaci ribattezzati "No Utr" c'è quello di Ocre, Fausto Fracassi, che nei giorni scorsi ha anche polemizzato con il collega di Castel del Monte, Luciano Mucciante, sulla rappresentatività del tavolo di coordinamento dei sindaci, considerato dal primo poco democratico e rappresentativo delle esigenze dei comuni maggiormente danneggiati e popolosi.

Messaggio elettorale a pagamento
    Abruzzoweb sponsorAbruzzoweb sponsor


© RIPRODUZIONE RISERVATA

ARTICOLI CORRELATI:

TERREMOTO 2009, SINDACI VOGLIONO NUOVA GOVERNANCE PIU' EQUA MA VOTARONO PER UTR

di Marco Signori
FAGNANO ALTO - Una nuova governance che dia maggiore voce in capitolo alle aree più danneggiate e popolose del cratere del terremoto del 2009, con il tavolo di coordinamento dei sindaci che sia ridisegnato in base... (continua)

TERREMOTO, CHIUSURA UTR: MUCCIANTE, ''DA FRACASSI OSTILITA' INCOMPRENSIBILE''

CASTEL DEL MONTE - "Una buona gestione porti a buoni risultati: nella piccola area 'di 657 abitanti e senza danni ingenti' sono state lavorate, approvate e ammesse a contributo più della metà delle pratiche secondo le... (continua)
Messaggio elettorale a pagamento
    Abruzzoweb sponsor

ALTRE NOTIZIE

Messaggio elettorale a pagamento
    Abruzzoweb sponsorAbruzzoweb sponsorAbruzzoweb sponsor
Messaggio elettorale a pagamento
    Abruzzoweb sponsorAbruzzoweb sponsorAbruzzoweb sponsorAbruzzoweb sponsorAbruzzoweb sponsor
Messaggio elettorale a pagamento
    Abruzzoweb sponsorAbruzzoweb sponsorAbruzzoweb sponsorAbruzzoweb sponsorAbruzzoweb sponsor
TACCUINO ELETTORALE
ELEZIONI: GLI INCONTRI A L'AQUILA, LANCIANO, PESCARA A E SULMONA DI POTERE AL POPOLO
oggi
ELEZIONI: "INSIEME", NENCINI INAUGURA A L'AQUILA COMITATO ELETTORALE MIMMO SROUR
oggi
ELEZIONI: QUAGLIARELLO AD AVEZZANO PER PRESENTAZIONE LIBRO ''SERENO E'''
oggi
ELEZIONI: GLI APPUNTAMENTI ELETTORALI NEL CHIETINO DI ENRICO DI GIUSEPPANTONIO (NOI CON L'ITALIA - UDC)
da oggi fino a giovedì 22 febbraio
ELEZIONI: FRATELLI D'ITALIA, ALL'AQUILA INAUGURAZIONE COMITATO ELETTORALE
giovedì 22 febbraio
ELEZIONI: GLI APPUNTAMENTI DI POTERE AL POPOLO
venerdì 23 febbraio
ELEZIONI: INAUGURAZIONE COMITATO ELETTORALE FORZA ITALIA
giovedì 22 febbraio
Taccuino completo
Messaggio elettorale a pagamento
    Abruzzoweb sponsorAbruzzoweb sponsorAbruzzoweb sponsor
SPECIALE
TERREMOTO E RICOSTRUZIONE
TERREMOTO E RICOSTRUZIONE, SPECIALE ABRUZZO
L'AQUILA CHE RIPARTE
TERREMOTO E RICOSTRUZIONE, L'AQUILA CHE RIPARTE
SOCIAL NETWORK
SERENA MENTE
 CONTATTA LA REDAZIONE 2003- 2018 Enfasi srl
INFORMAZIONI COMMERCIALI .
Enfasi srl - Quotidiano digitale registrato presso il Tribunale dell'Aquila con decreto n°501 del 2 settembre 2003
Iscrizione al ROC n. 26362 - P.IVA 01812420667
Direttore responsabile Berardo Santilli

La redazione può essere contattata al


Politica d'uso dei Cookies su AbruzzoWeb

Alcune foto potrebbero essere prese dal Web e ritenute di dominio pubblico; i proprietari contrari alla pubblicazione potranno segnalarcelo contattando la redazione.
Powered by Digital Communication  -  Developed by MA-NO
 
X

Questo sito utilizza dei cookie per monitorare e personalizzare l'esperienza di navigazione degli utenti. Continuando a navigare si autorizza l'utilizzo dei cookie su questo sito.
Per avere più informazioni o modificare le impostazioni sui cookie clicca qui