SISMA L'AQUILA: DI STEFANO, ''SODDISFATTI PER AUDIZIONE COMMISSIONE SENATO''

Pubblicazione: 13 giugno 2018 alle ore 22:04

Annalisa Di Stefano

L'AQUILA - "Siamo soddisfatti perché con il nostro intervento siamo riusciti a difendere le piccole e medie imprese del cratere sismico 2009 dal salasso della restituzione tasse". Questo il commento dell'assessore al Bilancio del Comune dell'Aquila, Annalisa Di Stefano, dopo l’audizione degli amministratori del Centro Italia alla Commissione speciale del Senato. Di Stefano oggi a Roma ha rappresentato il Comune dell'Aquila al posto del sindaco, Pierluigi Biondi.

Il tema è quello dell'apertura di una procedura d'infrazione nei confronti dell'Italia, da parte della Commissione europea che considera aiuti di stato la sospensione della tasse per 18 mesi dopo il sisma dell'Aquila del 6 aprile 2009 nei confronti di imprese e professionisti, ai quali sono state notificate nei mesi corsi cartelle esattoriali.

In commissione si è discusso in particolare dell'innalzamento del cosiddetto de minimis da 200mila a 500mila euro, che è la somma da scalare alla richiesta di restituzione che farebbe diminuire nettamente la lista di 350 aziende e partite Iva chiamate a restituire circa 100 milioni di euro. La norma, anche con il sostegno dei parlamentari abruzzesi, dovrebbe essere inserita nel decreto terremoto approvato dal precedente governo.

"Con il nostro intervento e quello dei parlamentari abbiamo sostenuto la necessità di una proposta di legge che sposti l'asticella del regime de minimis da 200 a 500 mila euro - spiega Di Stefano -. Così da 130 imprese, saranno solo 30 a dover restituire le imposte sospese, andando così finalmente incontro alle piccole e medie imprese".

Osservazioni positive anche dal senatore abruzzese del Movimento 5 stelle Primo Di Nicola che, come spiega Di Stefano, "si è interassato rispetto ad un eventuale controllo preventivo dei danni subiti dalle imprese, che comunque non ci sarà".

"Siamo ottimisti per l'esito dell'audizione, e possiamo esserlo davvero in quanto abbiamo ricevuto segnali incoraggianti. Questo è il frutto di un grande lavoro di squadra. Ed è importante che passi questo messaggio perché quando c'è da difendere un territorio, non esistono partiti politici ma si lavora tutti insieme". Sulla restituzione, dopo la mobilitazione sul territorio, c'è stata la proroga dei termini di 120 giorni: le cartelle esattoriali scadranno comunque in estate.



© RIPRODUZIONE RISERVATA


ALTRE NOTIZIE

 CONTATTA LA REDAZIONE 2003- 2018 Enfasi srl
INFORMAZIONI COMMERCIALI .
Enfasi srl - Quotidiano digitale registrato presso il Tribunale dell'Aquila con decreto n°501 del 2 settembre 2003
Iscrizione al ROC n. 26362 - P.IVA 01812420667
Direttore responsabile Berardo Santilli

La redazione può essere contattata al


Politica d'uso dei Cookies su AbruzzoWeb

Alcune foto potrebbero essere prese dal Web e ritenute di dominio pubblico; i proprietari contrari alla pubblicazione potranno segnalarcelo contattando la redazione.
Powered by Digital Communication  -  Developed by MA-NO
 
X

Questo sito utilizza dei cookie per monitorare e personalizzare l'esperienza di navigazione degli utenti. Continuando a navigare si autorizza l'utilizzo dei cookie su questo sito.
Per avere più informazioni o modificare le impostazioni sui cookie clicca qui