SMARRISCE FEDE NUZIALE E LA CERCA IN SPIAGGIA, MA ERA NEL SUO STOMACO, RIMOSSA IN OSPEDALE A LANCIANO

Pubblicazione: 06 settembre 2018 alle ore 15:27

LANCIANO - Ha accusato un lieve malore, si è recato al Pronto soccorso dell'ospedale di Lanciano e qui, con la prima indagine diagnostica, è stata scoperta la presenza di un corpo estraneo nel suo addome.

Si trattava della fede nuziale che era appartenuta alla moglie defunta.

Protagonista dell'episodio un pensionato lombardo in vacanza sulla costa dei Trabocchi.

"L'uomo - rende noto la Asl di Lanciano-Vasto-Chieti - durante una mattinata al mare, si è accorto di aver smarrito la fede e lui, con altri bagnanti che si trovavano in spiaggia in quel momento, si sono mobilitati per dare una mano nelle ricerche, ma l'anello era introvabile. Qualche ora più tardi il malore. Il paziente è stato trasferito in Gastroenterologia dov'è stato sottoposto a una procedura endoscopica".

"Abbiamo rimosso l'anello introducendo uno strumento dotato di pinza che viene utilizzato in queste circostanze", spiega il responsabile del Servizio, Giovanni Ferrini.

Nessuna spiegazione, invece, su come l'uomo possa aver ingerito la fede. 



© RIPRODUZIONE RISERVATA


ALTRE NOTIZIE

 CONTATTA LA REDAZIONE 2003- 2018 Enfasi srl
INFORMAZIONI COMMERCIALI .
Enfasi srl - Quotidiano digitale registrato presso il Tribunale dell'Aquila con decreto n°501 del 2 settembre 2003
Iscrizione al ROC n. 26362 - P.IVA 01812420667
Direttore responsabile Berardo Santilli

La redazione può essere contattata al


Politica d'uso dei Cookies su AbruzzoWeb

Alcune foto potrebbero essere prese dal Web e ritenute di dominio pubblico; i proprietari contrari alla pubblicazione potranno segnalarcelo contattando la redazione.
Powered by Digital Communication  -  Developed by MA-NO
 
X

Questo sito utilizza dei cookie per monitorare e personalizzare l'esperienza di navigazione degli utenti. Continuando a navigare si autorizza l'utilizzo dei cookie su questo sito.
Per avere più informazioni o modificare le impostazioni sui cookie clicca qui