SOTTOSERVIZI L'AQUILA: RIPRENDONO I LAVORI, MA COMMERCIANTI ALLO STREMO

Pubblicazione: 06 marzo 2018 alle ore 11:00

Negozi ostaggio dei sottoservizi
di

L'AQUILA - Ripartono i lavori di realizzazione dei nuovi sottoservizi, nel centro storico dell'Aquila, dopo due mesi di stop imposti dalla Soprintendenza per il ritrovamento di alcuni reperti archeologici.

Una sospensione che ha messo in ginocchio il commercio e creato non pochi disagi anche ai residenti.

"Vivere in centro all'Aquila ci rende protagonisti di un gioco di ruolo, in cui ci muoviamo su una scacchiera surreale", racconta ad AbruzzoWeb un residente di via Garibaldi, "la realtà è un incastro di pezzi disordinati a cui fano da colonna sonora rumori strani alternati a un silenzio quasi cimiteriale. Noi aquilani, che abbiamo creduto nello slogan della rinascita del nostro cuore storico, stiamo pagando le spese di scelte sbagliate, siamo diventati le pedine di questo gioco, in cui è difficile anche trovare l'uscita".

"Si alternano nella stessa giornata rumori e silenzio, i camion della mattina che impediscono una normale viabilità, i più piacevoli schiamazzi notturni dei ragazzi che affollano i locali e che profumano di vita, in un contesto in cui non sai che strada fare o dove parcheggiare la macchina per rientrare a casa", fa notare.

Alle prese con i problemi del tunnel soprattutto i commercianti del quadrilatero corso Vittorio Emanuele-via Garibaldi-via Castello-Fontana Luminosa, le cui attività sono difficili da raggiungere a causa della chiusura di via Sant'Amico, via della Genca, via Paganica e piazza Chiarino.

Lo slalom a cui sono costretti i pedoni fa desistere molti clienti e avventori, visto che a molti negozi si può arrivare solo attraverso piccoli labirinti tra i cantieri, senza mai avere la certezza che conducano ad un'uscita.

"Stiamo vivendo una situazione tragica", commenta Giorgio Battistelli che poco prima di Natale ha puntato sul centro con l'apertura della Braceria 21 su via Garibaldi, "non solo siamo qui ad aspettare che i clienti trovino la strada per venire a mangiare da noi, ma dalle istituzioni non abbiamo avuto una risposta chiara!".

"Ora i lavori sono ripresi ma non sappiamo quando finiranno e soprattutto se ci concederanno la grazia di avere dei passaggi pedonali fruibili. Gli allacci sono pronti, alla fine qui devono solo richiudere lo scavo, ma ad oggi non hanno ancora stabilito una data".

E Battistelli ha incontrato nei giorni scorsi anche il sindaco dell'Aquila Pierluigi Biondi, facendosi portavoce del malessere di chi, come lui, sta vivendo una situazione analoga.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

ARTICOLI CORRELATI:

IL COMMERCIO UCCISO DAI SOTTOSERVIZI, ''FARE CENTRO? PRONTI A RINUNCIARE''

di Marco Signori
L'AQUILA - C'è persino chi si dice pronto a rinunciare al finanziamento ottenuto con il bando Fare Centro, tra i commercianti ormai allo stremo del centro storico dell'Aquila. La chiusura di via Sant'Amico, via della Genca, via... (continua)

ALTRE NOTIZIE

 CONTATTA LA REDAZIONE 2003- 2018 Enfasi srl
INFORMAZIONI COMMERCIALI .
Enfasi srl - Quotidiano digitale registrato presso il Tribunale dell'Aquila con decreto n°501 del 2 settembre 2003
Iscrizione al ROC n. 26362 - P.IVA 01812420667
Direttore responsabile Berardo Santilli

La redazione può essere contattata al


Politica d'uso dei Cookies su AbruzzoWeb

Alcune foto potrebbero essere prese dal Web e ritenute di dominio pubblico; i proprietari contrari alla pubblicazione potranno segnalarcelo contattando la redazione.
Powered by Digital Communication  -  Developed by MA-NO
 
X

Questo sito utilizza dei cookie per monitorare e personalizzare l'esperienza di navigazione degli utenti. Continuando a navigare si autorizza l'utilizzo dei cookie su questo sito.
Per avere più informazioni o modificare le impostazioni sui cookie clicca qui