STRAGE DI BERLINO, NON CI SARA'
RISARCIMENTO PER LA FAMIGLIA
DI FABRIZIA DI LORENZO

Pubblicazione: 28 febbraio 2017 alle ore 10:02

Fabrizia Di Lorenzo

SULMONA - Una "assurda legge tedesca" del 1985 esclude i risarcimenti per i danni causati alle vittime di crimini violenti commessi 'con un veicolo a motore o un rimorchio'. 

Sono indignati i familiari di Fabrizia Di Lorenzo, la 31enne di Sulmona (L'Aquila), unica vittima italiana dell'attentato ai mercatini di Natale di Berlino in cui morirono altre 11 persone e 60 rimasero ferite. 

A poco più di due mesi dalla strage - riporta il Corriere della Sera - la famiglia parla per la prima volta del dolore profondo vissuto con compostezza e della "rabbia per il comportamento delle autorità tedesche", giudicate "insensibili, assenti, disorganizzate, incapaci".

"Non c'è importo che possa pagare la morte di nostra figlia - dicono - ma significherebbe ammettere le responsabilità per non aver fermato un criminale".



© RIPRODUZIONE RISERVATA

ARTICOLI CORRELATI:

STRAGE BERLINO: PELINO, ''LA LEGGE TEDESCA MORTIFICA UN DRAMMA''

ROMA – “Considerare Fabrizia Di Lorenzo vittima di un semplice incidente stradale mortifica senza giustificazioni una ragazza splendida, colpita da un vile attacco terroristico che l'ha strappata agli affetti dei suoi cari e di un'intera comunità... (continua)

ALTRE NOTIZIE

 CONTATTA LA REDAZIONE 2003- 2017 Enfasi srl
INFORMAZIONI COMMERCIALI .
Enfasi srl - Quotidiano digitale registrato presso il Tribunale dell'Aquila con decreto n°501 del 2 settembre 2003
Iscrizione al ROC n. 26362 - P.IVA 01812420667
Direttore responsabile Berardo Santilli

La redazione può essere contattata al


Politica d'uso dei Cookies su AbruzzoWeb

Alcune foto potrebbero essere prese dal Web e ritenute di dominio pubblico; i proprietari contrari alla pubblicazione potranno segnalarcelo contattando la redazione.
Powered by Digital Communication  -  Developed by MA-NO
 
X

Questo sito utilizza dei cookie per monitorare e personalizzare l'esperienza di navigazione degli utenti. Continuando a navigare si autorizza l'utilizzo dei cookie su questo sito.
Per avere più informazioni o modificare le impostazioni sui cookie clicca qui