TANGENTE POST-SISMA: SINDACO BARISCIANO, ''IL COMUNE NON C'ENTRA''

Pubblicazione: 24 novembre 2017 alle ore 13:19

Francesco Di Paolo

BARISCIANO - "Mi corre l’obbligo, a seguito delle vicende giudiziarie che hanno coinvolto il responsabile dell’ufficio tecnico del mio Comune, precisare che, per quanto a mia conoscenza, i fatti non riguardano direttamente il processo di ricostruzione. Nel mio Comune infatti la ricostruzione sta procedendo nella massima trasparenza e nel rispetto delle regole dettate dalla legge e dalle norme vigenti".

Lo dice il sindaco di Barisciano (L'Aquila) Francesco Di Paolo, dopo l'arresto ieri da parte della Guardia di finanza di Giampiero Sigismondi, accusato concussione per aver intascato una tangente da 2 mila euro per favorire l'iter di una pratica della ricostruzione post-terremoto. 

"L’iter amministrativo relativo all’istruttoria delle pratiche, avanzate dai presidenti del consorzi e finalizzate alla definizione dei contributi sotto il profilo qualitativo e quantitativo", spiega Di Paolo, "è governato dall’Utr n. 8, che non risulta in alcun modo coinvolto nella vicenda giudiziaria".

"Inoltre, non posso non sottolineare altresì che l’area sisma del Comune non è coinvolta nei fatti riportati dalla stampa: sembrerebbe che le accuse formulate a carico del responsabile dell’ufficio tecnico siano riconducibili al rilascio di atti relativi a permessi a costruire di sua esclusiva competenza".

"È innegabile, comunque, che la vicenda ferisce l’amministrazione comunale e i dipendenti, che hanno sempre agito nell’ambito della legalità e della trasparenza ponendo a servizio della collettività la professionalità e l’abnegazione a compiere ogni giorno il proprio dovere e rifuggendo da pratiche che possano anche lontanamente mettere in dubbio la correttezza del proprio operato".

"Le responsabilità penali sono personali e, qualora i fatti imputati al dipendente comunale dovessero portare a un suo rinvio a giudizio o a provvedimenti giudiziari di altra natura", continua il sindaco, "l’amministrazione comunale si costituirà parte civile in eventuali processi al fine di salvaguardare la propria immagine pubblica e l’onorabilità".

"Nei prossimi giorni la mia amministrazione adotterà i provvedimenti che la legge prevede in presenza di casi gravi come quelli ascritti al dipendente. Per quanto mi riguarda, rinnovo la fiducia nell’operato della magistratura e degli organi inquirenti, ai quali assicuro, fin d'ora, la massima collaborazione".



© RIPRODUZIONE RISERVATA

ARTICOLI CORRELATI:

TANGENTE POST-SISMA, ARRESTATO FUNZIONARIO COMUNE BARISCIANO

L'AQUILA - Avrebbe indotto il rappresentante di un aggregato edilizio a pagargli la somma di 2 mila euro per definire l'iter della variante edilizia necessaria ai lavori di ricostruzione post-terremoto. Per questo i finanzieri del Comando provinciale... (continua)

ALTRE NOTIZIE

 CONTATTA LA REDAZIONE 2003- 2017 Enfasi srl
INFORMAZIONI COMMERCIALI .
Enfasi srl - Quotidiano digitale registrato presso il Tribunale dell'Aquila con decreto n°501 del 2 settembre 2003
Iscrizione al ROC n. 26362 - P.IVA 01812420667
Direttore responsabile Berardo Santilli

La redazione può essere contattata al


Politica d'uso dei Cookies su AbruzzoWeb

Alcune foto potrebbero essere prese dal Web e ritenute di dominio pubblico; i proprietari contrari alla pubblicazione potranno segnalarcelo contattando la redazione.
Powered by Digital Communication  -  Developed by MA-NO
 
X

Questo sito utilizza dei cookie per monitorare e personalizzare l'esperienza di navigazione degli utenti. Continuando a navigare si autorizza l'utilizzo dei cookie su questo sito.
Per avere più informazioni o modificare le impostazioni sui cookie clicca qui