TEATRO: L'ABRUZZO CELEBRA I 90 ANNI DI MARIO FRATTI
''L'AQUILA STA RINASCENDO; TRUMP E' UN REAZIONARIO''

Pubblicazione: 05 luglio 2017 alle ore 13:11

Mario Fratti e Giuseppe Di Pangrazio

L’AQUILA - “Un nostro concittadino che ci onora, in una giornata intrisa di abruzzesità, che si è fatto largo nel suo campo con forza, quasi con prepotenza”.

Con queste parole del presidente, Giuseppe Di Pangrazio, il Consiglio regionale ha celebrato oggi i 90 anni di Mario Fratti, scrittore, giornalista e critico teatrale, figura di primo piano nel panorama culturale degli Stati Uniti, dove vive dal 1963, a New York.

L’incontro si è svolto nella sala “Benedetto Croce” di palazzo dell’Emiciclo, sede regionale in ricostruzione post-terremoto 2009, e proprio sulla rinascita della città dove nacque nel 1927, Fratti ha espresso pensieri molto positivi.

“Mi sono fatto una bella passeggiata e qui si sta ricostruendo davvero, altro che città fantasma - ha detto - Vedere le case ancora in pessime condizioni dà comunque gioia perché le stanno restaurando, gli amministratori mi pare stiano lavorando bene”.

Negli Stati Uniti, tra l’altro, per l’autore “dopo quello che successo c’è tanta simpatia per questa terra, si parla molto bene dell’Abruzzo e dell’Aquila”.

Impossibile non parlare del discusso presidente statunitense, Donald Trump. “Da quando c’è lui comincia a esserci odio per le minoranze e le altre razze - ha rimarcato Fratti - Per lui contano solo i bianchi, è veramente un reazionario. Una mia opera su di lui? Non se la merita!”.

Novant’anni suonati, ma l’abruzzese si tiene in attività: “Vendo le mie commedie all’estero, vado teatro ogni sera, scrivo critiche. Un progetto futuro legato all’Abruzzo? Non ci ho pensato per ora, però qualche anno fa ho scritto un atto unico sui Nove martiri aquilani”.

Di Pangrazio, con il consigliere segretario Giorgio D’Ignazio, gli ha consegnato una targa ricordo.

A Fratti, inevitabilmente, la conclusione: “Vedo tante facce sorridenti e mi fa piacere, il sorriso ricostruisce il mondo e perciò dobbiamo essere ottimisti”. (alb.or.)

DI PANGRAZIO: "PRESTO UN RICONOSCIMENTO MAGGIORE"

"Oggi festeggiamo il novantesimo genetliaco, ma presto l'intera assemblea regionale celebrerà con maggiore significato la sua figura con il giusto e meritevole riconoscimento", ha promesso poi Di Pangrazio.

"Fratti è oggi l'ambasciatore della cultura abruzzese nel mondo e negli Stati Uniti - ha aggiunto - dove la sua storia, la conoscenza ed il suo straordinario talento creativo fanno di questo aquilano doc una figura di assoluto riferimento e merito".

"Era già accaduto dieci anni fa in occasione degli ottanta anni - ha ricordato Di Pangrazio - e in quell'occasione il Comune dell'Aquila e il Tsa organizzarono una magnifica sorpresa con una giornata memorabile, per rendergli il giusto onore".

"La straordinaria attività letteraria e culturale svolta in tutto il mondo ha fatto sì che Fratti meriti che l'amore per l'Abruzzo possa essere ricambiato, così come il sentimento dominante che non tradisce le sue origini e le sue radici, restano per noi motivo d'orgoglio - ha concluso - quantunque la 'sua' New York e gli Stati Uniti siano diventati la seconda patria che gli ha consentito però di mettere a frutto l'autentico talento creativo".



© RIPRODUZIONE RISERVATA


ALTRE NOTIZIE

 CONTATTA LA REDAZIONE 2003- 2017 Enfasi srl
INFORMAZIONI COMMERCIALI .
Enfasi srl - Quotidiano digitale registrato presso il Tribunale dell'Aquila con decreto n°501 del 2 settembre 2003
Iscrizione al ROC n. 26362 - P.IVA 01812420667
Direttore responsabile Berardo Santilli

La redazione può essere contattata al


Politica d'uso dei Cookies su AbruzzoWeb

Alcune foto potrebbero essere prese dal Web e ritenute di dominio pubblico; i proprietari contrari alla pubblicazione potranno segnalarcelo contattando la redazione.
Powered by Digital Communication  -  Developed by MA-NO
 
X

Questo sito utilizza dei cookie per monitorare e personalizzare l'esperienza di navigazione degli utenti. Continuando a navigare si autorizza l'utilizzo dei cookie su questo sito.
Per avere più informazioni o modificare le impostazioni sui cookie clicca qui