• Abruzzoweb sponsor
Messaggio elettorale a pagamento

TEATRO STABILE: FRATELLI D'ITALIA, ''UN PLURICONDANNATO IN CDA, SI DIMETTA''

Pubblicazione: 12 gennaio 2018 alle ore 21:06

Il Teatro comunale dell'Aquila visto dall'alto

L’AQUILA - “Sdegno e indignazione per la nomina, targata Pd e centrosinistra, di un pluricondannato al cda del Teatro stabile d’Abruzzo”.

La denuncia arriva dal circolo aquilano di Fratelli d’Italia, coordinato da un gruppo che vede, tra gli altri, Michele Malafoglia portavoce e Mauro Caradonna vice.

Fdi è anche il partito del sindaco del capoluogo, Pierluigi Biondi.

I meloniani non fanno il nome, ma il loro riferimento è a Quirino Crosta, componente del Cda nominato in quota Regione Abruzzo, coinvolto con la sua famiglia in alcune vicende giudizarie nel filone dei cosiddetti “furbetti”, tra abusi edilizi, e contributi di autonoma sistemazione e ricostruzione ritenuti illegittimi in primo grado.

Una definizione, quella di "furbetti", per la quale la famiglia Crosta ha anche denunciato questo giornale, chiedendo un risarcimento di 25 mila euro rifiutato dal giudice che, infatti, ha ritenuto corretta l'etichetta giornalistica.

“Non entriamo nel merito delle figure e delle competenze delle altre scelte effettuate da Regione e Comune per la composizione nell’organismo deputato alla guida della più importante istituzione culturale regionali”, spiegano dal circolo di Fdi.

“Non si può si restare indifferenti - proseguono - nel constatare che chi è stato condannato per un utilizzo improprio di fondi pubblici legati al post-terremoto e la ricostruzione possa essere chiamato a gestire ingenti risorse in un campo, quello della cultura, cruciale per il rilancio dell’intero Abruzzo”.

“Ci auguriamo - conclude la nota - che qualcuno faccia un passo indietro: per salvaguardare la dignità di un’ente che ha bisogno di competenza e trasparenza per tornare ad essere un fiore all’occhiello della cultura a livello nazionale e internazionale”.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

ARTICOLI CORRELATI:

TERREMOTO: CAS E MAP SENZA AVERNE DIRITTO, DENUNCIATI ''FURBETTI''

L’AQUILA - Continuano i controlli dei carabinieri per stanare i “furbetti” che hanno approfittato senza averne diritto dei benefìci dopo il sisma del 6 aprile 2009. L'attività investigativa svolta dai militari del nucleo operativo e radiomobile della compagnia... (continua)

AUTONOMA SISTEMAZIONE SENZA AVERNE DIRITTO, UNA CONDANNA E TRE ASSOLUZIONI A L'AQUILA

L’AQUILA - Era stata una vicenda giudiziaria assimilata dagli stessi inquirenti e investigatori al filone dei “furbetti” del terremoto che aveva fatto scalpore visto che a essere coinvolta nelle indagini è stata una intera famiglia, con... (continua)

CONTRIBUTO RICOSTRUZIONE SENZA AVERNE DIRITTO, UN AQUILANO CONDANNATO DAL TRIBUNALE

L’AQUILA - Per ottenere il finanziamento per ricostruire la propria abitazione danneggiata dal terremoto dell’Aquila non basta avervi la residenza anagrafica, ma occorre averla abitata effettivamente all’epoca del sisma. Questo il principio ribadito dal tribunale dell’Aquila che... (continua)

2009, AFFITTANO CASA LORO E NE FANNO UNA DI LEGNO: DUE CONDANNE PER ABUSO EDILIZIO A L'AQUILA

L’AQUILA - Dopo il terremoto del 2009 hanno costruito una casetta di legno in periferia dell’Aquila, ma senza averne diritto secondo la magistratura, perché avevano un immobile di proprietà agibile che, tuttavia, avevano affittato ad altri. C’è... (continua)

ALTRE NOTIZIE

 CONTATTA LA REDAZIONE 2003- 2018 Enfasi srl
INFORMAZIONI COMMERCIALI .
Enfasi srl - Quotidiano digitale registrato presso il Tribunale dell'Aquila con decreto n°501 del 2 settembre 2003
Iscrizione al ROC n. 26362 - P.IVA 01812420667
Direttore responsabile Berardo Santilli

La redazione può essere contattata al


Politica d'uso dei Cookies su AbruzzoWeb

Alcune foto potrebbero essere prese dal Web e ritenute di dominio pubblico; i proprietari contrari alla pubblicazione potranno segnalarcelo contattando la redazione.
Powered by Digital Communication  -  Developed by MA-NO
 
X

Questo sito utilizza dei cookie per monitorare e personalizzare l'esperienza di navigazione degli utenti. Continuando a navigare si autorizza l'utilizzo dei cookie su questo sito.
Per avere più informazioni o modificare le impostazioni sui cookie clicca qui