TERREMOTO 2016: ANCE TERAMO, ''SISMABONUS PER ACCELERARE RICOSTRUZIONE''

Pubblicazione: 11 novembre 2017 alle ore 10:50

Incontro Ance della provincia di Teramo

TERAMO - Incentivi per il miglioramento sismico ed energetico delle case, Sismabonus ed Ecobonus, come alternativa del contributo pubblico per la riparazione immediata dei fabbricati.

È quanto emerso da un seminario promosso dall'associazione nazionale costruttori edili (Ance) di Teramo, dagli amministratori di condomìnio dell'associazione nazionale amministratori condominiali e immobiliari (Anaci) e dagli Ordini professionali degli ingegneri, architetti, geometri e commercialisti.

I benefici fiscali dello Stato possono arrivare all’85 per cento del costo dell’intervento ed essere ceduti ad un intermediario tramite la convenzione Ance-Deloitte purché l’appaltatore sia una impresa aderente all’Ance. Il condominio, in sostanza, paga solo il 15 per cento dell’intervento per ottenere un immobile più sicuro, più confortevole e dai consumi contenuti che riacquista un importante valore di mercato.

"È uno strumento che può essere usato anche per il danno sismico, ma è sostitutivo del contributo pubblico per la riparazione - hanno spiegato gli intervenuti - Tuttavia, considerando che i tempi della ricostruzione saranno inevitabilmente molto lunghi a causa dei procedimenti burocratici, il Sismabonus può considerarsi una valida alternativa per la riparazione immediata ed il miglioramento sismico dei fabbricati".

Sono intervenuti per l’Ance nazionale i direttori Marco Zandonà e Nicola Massaro e per la Deloitte il Senior partner Antonio Piciocchi, oltre ai presidenti degli Ordini Agreppino Valente, Raffaele Di Marcello, Cristian Graziaplena e Franco Benini, in rappresentanza di Alberto Davide e il presidente dell'Anaci Antonello Lanzillotto.

Ai comuni il Falone ha chiesto di sostenere il Sismabonus attraverso una riduzione della tassa di occupazione del suolo pubblico per i lavori di ristrutturazione.

"Nella regione in cui quattro immobili su cinque sono stati costruiti prima della norma sismica ed il patrimonio immobiliare viene manutenuto in modo insufficiente - ha affermato il presidente Falone - è indispensabile avviare un imponente programma di recupero per mettere in sicurezza le nostre città, in particolare quelle colpite dagli eventi sismici degli ultimi anni. Per fare ciò occorre informare le famiglie per far crescere la cultura della prevenzione del rischio"

Al seminario erano presenti, inoltre, il presidente della Provincia, Renzo Di Sabatino ed il vice sindaco del Comune di Teramo, Dodo Di Sabatino.



© RIPRODUZIONE RISERVATA


ALTRE NOTIZIE

 CONTATTA LA REDAZIONE 2003- 2017 Enfasi srl
INFORMAZIONI COMMERCIALI .
Enfasi srl - Quotidiano digitale registrato presso il Tribunale dell'Aquila con decreto n°501 del 2 settembre 2003
Iscrizione al ROC n. 26362 - P.IVA 01812420667
Direttore responsabile Berardo Santilli

La redazione può essere contattata al


Politica d'uso dei Cookies su AbruzzoWeb

Alcune foto potrebbero essere prese dal Web e ritenute di dominio pubblico; i proprietari contrari alla pubblicazione potranno segnalarcelo contattando la redazione.
Powered by Digital Communication  -  Developed by MA-NO
 
X

Questo sito utilizza dei cookie per monitorare e personalizzare l'esperienza di navigazione degli utenti. Continuando a navigare si autorizza l'utilizzo dei cookie su questo sito.
Per avere più informazioni o modificare le impostazioni sui cookie clicca qui