TERREMOTO: DIPENDENTI RSA DI MONTEREALE IN CASSA
INTEGRAZIONE IN ATTESA DEL TRASFERIMENTO ALL'EX ONPI

Pubblicazione: 08 marzo 2017 alle ore 07:22

di

L'AQUILA - Cassa integrazione a zero ore dal primo febbraio e fino al 31 marzo prossimo, per i dipendenti della Cooperativa Quadrifoglio, in forza alla struttura sanitaria assistenziale di Montereale (L'Aquila), chiusa dopo le scosse di terremoto del 18 gennaio scorso e i pazienti trasferiti in altre residenze ospedaliere.

Non è ancora completo infatti l'Iter burocratico che consentirebbe all'ex-Onpi, struttura assistenziale aquilana, di ospitare tutti e 35 i pazienti di Montereale, con il conseguente reintegro dei lavoratori della coop Quadrifoglio: la proposta di utilizzare l'ex-Onpi era emersa in una riunione del 26 gennaio scorso tra i vertici della Asl, i rappresentati del Comune dell'Aquila e delle altre istituzioni, le sigle sindacali e i rappresentanti dei lavoratori, avanzata dal capogruppo del Pd al Consiglio comunale, Stefano Palumbo, per conto del Comune, proprio per garantire la continuità lavorativa ed evitare il ricorso agli ammortizzatori sociali.

Lungaggini e procedure di verifica delle normative Asl che però rischiano di mettere in seria difficoltà i dipendenti.

"Chiediamo alla Asl che i lavoratori di Montereale vengano ricollocati entro la prima settimana di Aprile - dichiara ad AbruzzoWeb Francesco Marrelli segretario provinciale della funzione pubblica della Cgil - chiediamo risposte chiare e tempi certi".

"Nell'assemblea sindacale di martedì mattina - continua Marrelli - abbiamo fatto il punto proprio sullo stato di avanzamento della questione ex-Onpi  e confermato l'incontro del 13 marzo prossimo con la Asl e i rappresentanti delle istituzioni, delle sigle sindacali e dei dipendenti".

Sul tavolo della riunione, ci sarà proprio la vicenda dello spostamento dei pazienti: una ventina i posti all'ex-Onpi in teoria già disponibili con le verifiche in corso che dovrebbero consentire l'ampliamento dei posti letto fino a coprire i 35 necessari.

Una soluzione comunque temporanea, in attesa dei lavori di ristrutturazione dell'edificio della Rsa di Montereale, quantificati in un importo di circa un milione di euro e con tempi stimati, una volta espletata la gara d'appalto, di circa sei-otto mesi, ma che darebbe un po' di ossigeno ai lavoratori.

"Se dalla Asl lunedì non ci saranno risposte chiare - conclude Marrelli - siamo pronti ad entrare in stato di agitazione sindacale".



© RIPRODUZIONE RISERVATA


ALTRE NOTIZIE

  • Abruzzoweb sponsor
  • Abruzzoweb sponsor
Messaggio elettorale a pagamento
 CONTATTA LA REDAZIONE 2003- 2017 Enfasi srl
INFORMAZIONI COMMERCIALI .
Enfasi srl - Quotidiano digitale registrato presso il Tribunale dell'Aquila con decreto n°501 del 2 settembre 2003
Iscrizione al ROC n. 26362 - P.IVA 01812420667
Direttore responsabile Berardo Santilli

La redazione può essere contattata al


Politica d'uso dei Cookies su AbruzzoWeb

Alcune foto potrebbero essere prese dal Web e ritenute di dominio pubblico; i proprietari contrari alla pubblicazione potranno segnalarcelo contattando la redazione.
Powered by Digital Communication  -  Developed by MA-NO
 
X

Questo sito utilizza dei cookie per monitorare e personalizzare l'esperienza di navigazione degli utenti. Continuando a navigare si autorizza l'utilizzo dei cookie su questo sito.
Per avere più informazioni o modificare le impostazioni sui cookie clicca qui