TERREMOTO: GENTILONI A CAMPLI INAUGURA
CANTIERE FIBRA OTTICA, ''PUNTARE SU FUTURO''

Pubblicazione: 14 novembre 2017 alle ore 12:40

Paolo Gentiloni al centro tra Luciano D'Alfonso e Pietro Quaresimale

CAMPLI - "Nelle aree del terremoto dobbiamo fare fronte all'emergenza, ripristinare l'antico facendo tornare alla loro bellezza i borghi con il loro patrimonio e le loro ricchezze e la loro unicità, ma questo lavoro lo si fa anche scommettendo e investendo sul futuro".

Lo ha detto a Campli (Teramo), comune colpito dal sisma del 2016, il premier Paolo Gentiloni, intervenuto per inaugurare il cantiere Open Fiber per la posa della fibra ottica.

"Guardiamo al domani - ha proseguito Gentiloni - per fare forti le aree colpite dal terremoto. Io ci tenevo molto al fatto che questa simbolica inaugurazione avvenisse in uno dei comuni del cratere, ma il progetto va oltre le zone colpite dal terremoto, ha un valore strategico per la nostra economia. La capacità di connessione, l'ampiezza di connessione, la sicurezza della connessione sono e saranno il sistema nervoso della nostra economia".

"La connessione in banda ultralarga non è un obiettivo, ma una condizione del vivere contemporaneo. È un servizio universale, lo devono avere tutti gli italiani, tutte le realtà del nostro territorio", ha aggiunto.

"L'economia italiana accelera e accelera per merito delle famiglie, delle imprese, dei lavoratori", ha poi detto il premier, aggiungendo che "di questo dobbiamo essere tutti orgogliosi e i risultati non li possiamo disperdere, dilapidare e mettere in discussione, dobbiamo andare avanti ancora e accelerare se possibile. Il governo farà la sua parte".

Parlando del progetto di Open Fiber, che, ha spiegato, "è di valore strategico per la nostra economia", Gentiloni ha commentato i dati sul Pil pubblicati oggi dall'Istat: "La capacità di connessione, l'ampiezza di connessione, la sicurezza della connessione - ha sottolineato - sono e saranno il sistema nervoso della nostra economia. Ne ha bisogno un'economia che finalmente sta riprendendo la sua crescita e mi fa piacere condividere con voi la soddisfazione del governo per i dati resi noti dall'Istat e parlando di una crescita tendenziale all'1,8%", quando invece "solo sei mesi fa le previsioni erano dello 0,8%".

"La stessa sinergia istituzionale per accelerare le procedure e risolvere le tante criticità nelle aree del cratere sismico e nevoso", ha detto il sindaco di Campli, Pietro Quaresimale, che ha omaggiato il presidente del Consiglio con un bassorilievo raffigurante la Scala Santa, simbolo del borgo farnese.

Al taglio del nastro del cantiere per la realizzazione della fibra ottica in località Fosso Manso, il commissario per la Ricostruzione, Paola De Micheli, il sottosegretario con delega alle Telecomunicazioni, Antonello Giacomelli, il presidente della Regione, Luciano D'Alfonso, l'amministratore delegato di Open Fiber, Tommaso Pompei, il presidente della società, Franco Bassanini.

IL PROGETTO

Dopo il taglio del nastro, il premier ha seguito la presentazione dettagliata dei lavori, che interessano 36 frazioni con posa di fibra per circa 60 chilometri tracciati, e del progetto banda larga in Abruzzo. È seguito l’incontro istituzionale nella tensostruttura allestita dal Comune in piazza Vittorio Emanuele, davanti alla sede del municipio, dove il presidente del Consiglio ha ribadito che la sua presenza sta a rimarcare l’attenzione del Governo per i comuni del cratere.

Dopo che il progetto è partito nei centri maggiori, i cosiddetti "cluster" A e B, il premier ha affermato che la scelta è ricaduta su Campli, primo tra i piccoli comuni italiani ricadente nell’area del cratere sismico e nevoso, nell’ambito delle "aree bianche" (cluster C e D), dove si procederà ai lavori di installazione della rete realizzata con i bandi Infratel Italia finora aggiudicati.

"Come annunciato ho sollecitato il premier – dichiara in una nota il sindaco Quaresimale – a replicare l’ottima sinergia istituzionale sperimentata per l’avvio dei lavori della fibra ottica anche per affrontare con uguale decisione, rapidità ed efficienza e, soprattutto, senza guardare al colore politico i temi della ricostruzione post-terremoto, il risanamento e la sistemazione di un territorio ancora troppo fragile, il sostegno alle attività produttive,gli interventi per le frane, la messa in sicurezza delle scuole e degli edifici di valore storico e architettonico. Su questi temi il presidente del Consiglio e il commissario De Micheli hanno assicurato la massima collaborazione".



© RIPRODUZIONE RISERVATA


ALTRE NOTIZIE

 CONTATTA LA REDAZIONE 2003- 2017 Enfasi srl
INFORMAZIONI COMMERCIALI .
Enfasi srl - Quotidiano digitale registrato presso il Tribunale dell'Aquila con decreto n°501 del 2 settembre 2003
Iscrizione al ROC n. 26362 - P.IVA 01812420667
Direttore responsabile Berardo Santilli

La redazione può essere contattata al


Politica d'uso dei Cookies su AbruzzoWeb

Alcune foto potrebbero essere prese dal Web e ritenute di dominio pubblico; i proprietari contrari alla pubblicazione potranno segnalarcelo contattando la redazione.
Powered by Digital Communication  -  Developed by MA-NO
 
X

Questo sito utilizza dei cookie per monitorare e personalizzare l'esperienza di navigazione degli utenti. Continuando a navigare si autorizza l'utilizzo dei cookie su questo sito.
Per avere più informazioni o modificare le impostazioni sui cookie clicca qui