TERREMOTO: PENNE, EDIFICIO DEL CENTRO EVACUATO DOPO NUOVI SOPRALLUOGHI

Pubblicazione: 10 gennaio 2018 alle ore 10:34

PENNE - Un palazzo del centro di Penne (Pescara) è stato dichiarato inagibile dai tecnici della Protezione civile, che lo hanno classificato "E": appartamenti, attività e uffici evacuati con ordinanza del sindaco Mario Semproni.

L'edificio, che si trova in piazza Luca di Penne, aveva subito ingenti danni già nel 2009 con il terremoto del 6 aprile e per questo era stato oggetto di un miglioramento sismico, in base a quanto riportato dal Messaggero; con la scossa del 24 agosto 2016, però, si erano formate nuove crepe e, a seguito delle verifiche eseguite dalla Protezione civile, si è resa necessaria l'evacuazione.

Il Comune di Penne, tra l'altro, aveva chiesto di essere inserito nel cratere sismico, dopo aver subito danni sia per il terremoto del 2016, sia per la nevicata del 18 gennaio 2017, ma il Governo non ha mai dato l'ok.

Nell'ordinanza, inoltre, viene specificato che i proprietari hanno un mese di tempo per fare ulteriori verifiche con perizie tecniche giurate e che, nel frattempo, potranno usufruire del contributo per l'autonoma sistemazione.



© RIPRODUZIONE RISERVATA


ALTRE NOTIZIE

 CONTATTA LA REDAZIONE 2003- 2018 Enfasi srl
INFORMAZIONI COMMERCIALI .
Enfasi srl - Quotidiano digitale registrato presso il Tribunale dell'Aquila con decreto n°501 del 2 settembre 2003
Iscrizione al ROC n. 26362 - P.IVA 01812420667
Direttore responsabile Berardo Santilli

La redazione può essere contattata al


Politica d'uso dei Cookies su AbruzzoWeb

Alcune foto potrebbero essere prese dal Web e ritenute di dominio pubblico; i proprietari contrari alla pubblicazione potranno segnalarcelo contattando la redazione.
Powered by Digital Communication  -  Developed by MA-NO
 
X

Questo sito utilizza dei cookie per monitorare e personalizzare l'esperienza di navigazione degli utenti. Continuando a navigare si autorizza l'utilizzo dei cookie su questo sito.
Per avere più informazioni o modificare le impostazioni sui cookie clicca qui