• Abruzzoweb sponsor

TURISMO: AL VIA ''CALA LENTA'', TRE GIORNI PER RACCONTARE LA COSTA TRABOCCHI

Pubblicazione: 04 luglio 2019 alle ore 10:39

CHIETI - Un viaggio sospesi tra mare e terra, per raccontare storie, talenti e territorio della Costa dei Trabocchi e portare all’attenzione del grande pubblico temi, non più rinviabili, legati alla salvaguardia del mare e alla pianificazione di progetti di sviluppo sostenibile capaci di dare valore allo straordinario patrimonio natural-gastronomico della costa teatina.

Torna da domani da venerdì 5 a domenica 7 luglio “Cala Lenta”, la manifestazione che unisce i comuni della costa trabocchi ideata ed organizzata da Slow Food Lanciano con la compartecipazione della Camera di Commercio di Chieti-Pescara, il sostegno di Flag Costa dei Trabocchi, Gal Maiella Verde, Consorzio di Tutela Vini d’Abruzzo, Comune di San Vito Chietino e la collaborazione di Bper, Gal Costa dei Trabocchi e Istituto Alberghiero “Marchitelli” di Villa Santa Maria, che tornerà ad animare, per la sua decima, uno dei litorali abruzzesi più suggestivi. 

Partner diversi per un progetto comune che unisce cultura, storia, gastronomia e che vuole, da un lato raccontare un territorio e, dall’altro, sottolineare che ci sono microeconomie ed un paesaggio da conservare e salvaguardare, a partire dalle suggestioni dei trabocchi, straordinarie costruzioni da pesca, tipiche di questo tratto di costa, che sfruttano elementari tecniche di incastri e contrappesi, da sempre capaci di resistere al mare. 

Articolato il programma, con attività previste in contemporanea nei principali centri del litorale teatino, da Ortona fino a Vasto, passando per San Vito Chietino, cuore della manifestazione, dove si alterneranno itinerari e laboratori del gusto, presentazioni di libri, dibattiti, attività per bambini e ragazzi, conversazioni con noti protagonisti del dibattito pubblico nazionale, come Oscar Farinetti e Massimo Cacciari.

E ancora lo street food, le degustazioni per conoscere il meglio delle produzioni enologiche regionale, ma anche birre ed extravergini d’Abruzzo, gli appuntamenti con la convegnistica e molto altro.

Il programma di domani venerdì 5 luglio a San Vito Chietino

Nel borgo antico di San Vito, per un panel del Progetto internazionale Cherish, si riuniranno gli esperti di 9 regioni europee che condividono le stesse sfide per quanto riguarda gli effetti del cambiamento climatico, della pressione turistica nelle aree costiere e le trasformazioni del comparto della pesca. 

Tema del convegno, cui interverranno tra gli altri, l’architetto abruzzese Marcello Borrone e l’olandese Jack Dooms, rappresentante della Città di Middleburg e capofila di progetto: La Costa dei Trabocchi e il contributo di Cala Lenta alla valorizzazione dell’anfibio antidiluviano e del sistema territoriale. Confronto nel contesto europeo dei paesaggi costieri di valore. (Sala del Consiglio Comunale, Largo Altobelli, 1 - ore 17)

A Cala Lenta, sarà poi, possibile conoscere l’universo ittico con le sue peculiarità attraverso i Laboratori del Gusto che rappresentano un vero e proprio marchio di fabbrica di Slow Food. Un’occasione di incontro con ciò che il mare offre grazie alle lezioni curate da Ermanno Di Paolo, chef e docente dell’Alberghiero di Villa Santa Maria.  Domani nel corso dei laboratori del gusto si parlerà di “pesce azzurro: sua maestà le alici” (Largo Iavicoli | San Vito Chietino | ore 19,30) e di pesce “povero” con i suggerimenti de “il mare in polpetta”, (Largo Iavicoli | San Vito Chietino | ore 21,00) Chiederà la serie di incontri, Pierluigi Cocchini, responsabile della Guida Birre d’Italia per Abruzzo, che guiderà gli intervenuti, alla scoperta di un mondo, quello delle birre artigianali, ricco di suggestioni a partire proprio dalla ricchezza degli stili che si va profilando sul mercato birrario. (Largo Iavicoli | San Vito Chietino | ore 22,30).

Mentre le Guide del Gusto del Gal Maiella Verde proporranno una serie di itinerari alla scoperta dell’identità enogastronomica abruzzese attraverso una degustazione-inchiesta di 10 prodotti bandiera dell’Abruzzo Citeriore, tra cultura popolare e diversità agricola.

Il borgo antico di San Vito Chietino sarà animato con il Mercato del Gusto dove, ogni sera (dalle 18 alle 24), saranno presenti gli artigiani dell’eccellenza agroalimentare del litorale teatino e del territorio collinare retrostante. Appuntamento rinnovato anche con i classici cibi di strada abruzzesi con piatti della tradizione marinara sanvitese, pizze, panini da aMare, salumi, formaggi, i tradizionali “celli pieni” e le birre artigianali.

Attenzione anche a bambini e ragazzi che potranno conoscere a Cala lenta Kids, il mare e i pesci attraverso laboratori artistici e di manipolazione, in collaborazione con il centro di educazione ambientale Terracoste. Infine, sempre a San Vito, nella suggestiva cornice della Chiesa di San Francesco i visitatori potranno intrattenersi nella Casa delle Parole, in uno spazio dedicato alle parole del cibo, e non solo. Domani, alle 21, 30, la giornalista e scrittrice piemontese Cinzia Scaffidi presenterà il suo libro “Che mondo sarebbe di autrice” che affronta il tema della comunicazione commerciale del cibo e della necessità di recuperare la consapevolezza di cittadini- consumatori. L'autrice Cinzia Scaffidi dialogherà con Antonio Attore (Casa delle Parole | San Vito Chietino | ore 21,30).

Da nord a sud, elenchiamo solo alcuni degli altri appuntamenti.

A Ortona, il Consorzio Tutela Vini d’Abruzzo propone (Largo del Teatro Tosti, sulla passeggiata Orientale) una serata a tinte rosa, con degustazioni alla scoperta delle produzioni vitivinicole regionali, in particolare del Cerasuolo d’Abruzzo. Eclettico e versatile, fresco e fruttato, elegante e longevo, questo vino è ottenuto con la vinificazione di sole uve montepulciano e sarà proposto in abbinamento con la pizza e le specialità marinare. Il tutto condito dalla musica dal vivo e da una scenografia d'eccezione. In programma anche la degustazione “La sottile linea rosa” (Enoteca Regionale, Palazzo Corvo, ore 19) per approfondire, grazie al racconto del giornalista Alessandro Brizi, la conoscenza della produzione di vini rosati in Abruzzo, una tradizione storica, tanto da meritare anche la nascita dell'unica Doc italiana specifica per la tipologia, quella del Cerasuolo d'Abruzzo.

Muovendo verso sud, infine, tappa a Vasto per Brodetto e Contorni, l’iniziativa che esalta uno dei piatti identitari della costa teatina e della città marinara, il brodetto di pesce, un piatto che si confonde e si interseca con la storia della città e dei suoi abitanti con diversi ristoranti vastesi che aderiscono all’iniziativa proponendo dei menu “a tutto brodetto”.

In programma anche la rassegna A tavola sulla Costa dei Trabocchi con alcuni tra i migliori ristoranti e trabocchi che ospiteranno pranzi e cene tematiche con menù degustazione improntati alla tradizione marinara abruzzese e di questo tratto di costa.

“Quanta identità nascosta in quelle antiche macchine da pesca, da sempre capaci di resistere al mare! Quanta potenza celata in quel gesto rituale che evoca storie lontane! Correva l’anno 2004 e la bellezza dei trabocchi, aggrappati alla costa e protesi verso il mare, all’epoca perlopiù abbandonati, ci portò a pensare che da quel sistema intricato di assi, pali di legno, funi e reti, si poteva, partire per raccontare un territorio e per rileggere, con gli occhi della modernità, la storia dei pescatori della costa teatina – racconta Raffaele Cavallo, ideatore di Cala Lenta e componente del Collegio dei Garanti di Slow Food Italia -  Cala Lenta, nasce da questa intuizione. Da allora sono passati quindici anni e ben dieci edizioni. E se da un lato i protagonisti identitari della manifestazione sono stati e sono i trabocchi, dall’altro, sono cresciute nel tempo, diventando sempre più ricche di interessanti contenuti, le iniziative messe in campo volte alla valorizzazione della piccola pesca e alla promozione della Costa dei Trabocchi. Un ringraziamento va a tutti coloro, enti pubblici e privati, amministratori illuminati e dirigenti entusiasti, fiduciari e soci Slow Food instancabili. Grazie a tutti coloro che hanno creduto, sostenuto e collaborato, oggi e, in passato, alla realizzazione di questo grande progetto che ha scommesso, prima di altri, su questo tratto di litorale abruzzese. Una manifestazione capace di arrivare, per potenza e completezza del racconto, anche sulle cronache internazionali e ritenuto importante volano di crescita da autorevoli commentatori”.

Per favorire la partecipazione all’iniziativa, ospitata nel centro storico di San Vito, sarà disponibile un servizio di bus navetta gratuito, in partenza dal parcheggio dalla stazione ferroviaria di San Vito Marina, nei tre giorni della manifestazione, dalle 19 alle 24.



© RIPRODUZIONE RISERVATA


ALTRE NOTIZIE

 CONTATTA LA REDAZIONE 2003- 2019 Enfasi srl
INFORMAZIONI COMMERCIALI .
Enfasi srl - Quotidiano digitale registrato presso il Tribunale dell'Aquila con decreto n°501 del 2 settembre 2003
Iscrizione al ROC n. 26362 - P.IVA 01812420667
Direttore responsabile Berardo Santilli

La redazione può essere contattata al


Politica d'uso dei Cookies su AbruzzoWeb

Alcune foto potrebbero essere prese dal Web e ritenute di dominio pubblico; i proprietari contrari alla pubblicazione potranno segnalarcelo contattando la redazione.
Powered by Digital Communication  -  Developed by MA-NO
 
X

Questo sito utilizza dei cookie per monitorare e personalizzare l'esperienza di navigazione degli utenti. Continuando a navigare si autorizza l'utilizzo dei cookie su questo sito.
Per avere più informazioni o modificare le impostazioni sui cookie clicca qui