TURISMO: D'ALFONSO, ''BANDO PER COLLEGAMENTI NAVALI PESCARA-CROAZIA''

Pubblicazione: 13 febbraio 2018 alle ore 15:19

Luciano D'Alfonso

PESCARA - Nelle prossime settimane verrà pubblicato un bando per i collegamenti navali tra l'Abruzzo la Croazia e, in particolare, per la tratta Pescara-Spalato. 

Lo ha annunciato, in una conferenza stampa, il presidente della Regione Abruzzo, Luciano D'Alfonso, sottolineando che "si parte da una base di offerta di 800 mila euro". 

L'idea, ha spiegato il governatore, è quella di replicare per i collegamenti navali la strada già percorsa con il bando per i collegamenti aerei. Per quanto riguarda Mistral Air, vettore che ha sospeso i collegamenti da e per l'aeroporto d'Abruzzo, D'Alfonso ha sottolineato che "la compagnia è sotto esame da parte di Poste. 

Abbiamo chiesto un incontro ai vertici di Poste - ha affermato - per capire il futuro della società. Con Mistral Air c'è un regolare contratto. Se una compagnia non ha forza o vita lunga restituisce ciò che ha avuto". 

"Quello che è certo - ha concluso - è che abbiamo garantito vita all'aeroporto di Pescara e siamo l'unico aeroporto 'minore' che non ha debiti". 



© RIPRODUZIONE RISERVATA


ALTRE NOTIZIE

 CONTATTA LA REDAZIONE 2003- 2018 Enfasi srl
INFORMAZIONI COMMERCIALI .
Enfasi srl - Quotidiano digitale registrato presso il Tribunale dell'Aquila con decreto n°501 del 2 settembre 2003
Iscrizione al ROC n. 26362 - P.IVA 01812420667
Direttore responsabile Berardo Santilli

La redazione può essere contattata al


Politica d'uso dei Cookies su AbruzzoWeb

Alcune foto potrebbero essere prese dal Web e ritenute di dominio pubblico; i proprietari contrari alla pubblicazione potranno segnalarcelo contattando la redazione.
Powered by Digital Communication  -  Developed by MA-NO
 
X

Questo sito utilizza dei cookie per monitorare e personalizzare l'esperienza di navigazione degli utenti. Continuando a navigare si autorizza l'utilizzo dei cookie su questo sito.
Per avere più informazioni o modificare le impostazioni sui cookie clicca qui