UN'ABRUZZESE CREA LE NUOVE PATATINE
AL SALAME E VINCE IL CONCORSO ''SAN CARLO''

Pubblicazione: 03 luglio 2017 alle ore 06:43

Rachele Pallotta
di

CHIETI - I vegani di tutta Italia dichiarano guerra al nuovo gusto di patatine al salame, firmate dall'abruzzese Rachele Pallotta, che arriverà in questi giorni sugli scaffali dei supermercati.

La ragazza, 27 anni, ha vinto 25 mila euro in buoni grazie al concorso “Crea il tuo gusto”, promosso dalla storica azienda milanese San Carlo.

Il concorso, svolto nei mesi scorsi, chiedeva ai partecipanti di ideare un inedito gusto di chips attraverso l’accostamento di diversi ingredienti proposti sulla base del tema di questa edizione: l’affinità di coppia e l’eccellenza italiana delle diverse personalità che rispecchiano i differenti prodotti tipici nazionali.

Oltre 60 mila persone hanno partecipato al contest di San Carlo, proponendo oltre 200 mila combinazioni. La teatina Pallotta ha vinto con il nuovo abbinamento salame e finocchietto selvatico, un gusto classico e deciso, tipico della tradizione italiana, come appunto il salame, unito alla freschezza e alla nota seducente del finochietto.

Un gusto che la giovane abruzzese ha deciso di abbinare a un buon calice di vino. “Se penso alle patatine, penso all'happy hour - spiega ad AbruzzoWeb - per questo ho immaginato un abbinamento con una bevanda che fosse semplice, ma allo stesso tempo decisa e che ricordasse la tradizione italiana”.

Il nuovo gusto affiancherà gli altri esistenti: vivace, pomodorini di stagione, lime e pepe rosa e cuore di zenzero. Una vittoria inaspettata, un concorso a cui Rachele ha partecipato per gioco.

“Sono stata catapultata in una realtà che neanche immaginavo - racconta - Se devo essere sincera non l'avevo neanche cercata. Ho visto l'iniziativa su un link di Facebook , mi aveva colpita e ho deciso di partecipare come fosse un gioco, non avevo mire particolari e non pensavo certo di poter vincere, tanto che, quando l'azienda mi ha contattato, non riuscivo a capire che cosa stesse succedendo”.

La stessa combinazione che ha fatto vincere la Pallotta è stata scelta anche da altri utenti, ma la discriminante che le ha permesso di spiccare è stato il modo di descrivere tutti gli abbinamenti. “Ho chiesto come mai avessero scelto proprio me e mi hanno risposto che la descrizione scritta era stata particolarmente accattivante; in questo i miei studi mi hanno sicuramente aiutata - svela - Ho una laurea in Biologia molecolare, a ottobre ho concluso la magistrale in campo enologico, dunque mi è venuto tutto molto naturale”.

I 25 mila euro vinti non sono in valuta corrente, ma possono essere spesi tramite buoni in molti esercizi alimentari, negozi di abbigliamento e gran parte delle attività che ci sono in giro per l'Italia, entro un anno. “Sembrava difficile all'inizio spendere tutti questi soldi con un solo anno, ma con la mia famiglia ci riuscirò - dice sorridendo - Dividere il premio con loro sarà la cosa più bella!”.

A proposito di famiglia, “essendo un gioco per me non li avevo informati di nulla, anzi, mio padre ha subito pensato a una truffa - continua ancora - Non è stato facile distoglierlo da quest'idea, ma alla fine si è convinto ed è stato felicissimo. Siamo partiti per Milano per conoscere l'azienda e ricevere il premio a maggio”.

Il viaggio nel capoluogo lombardo, infatti, e il ritiro dell'assegno sono avvenuti in concomitanza del compleanno della 27enne, il 26 maggio, un doppio regalo per lei dunque, tra stupore e meraviglia.

Ma c'è anche chi non ha gradito la scelta degli abbinamenti della giovane che è stata ripetutamente attaccata sui social: “I vegani non hanno apprezzato la scelta del salame - ride - anche se si tratta solo di un aroma e non è mancata occasione per qualche commento negativo sui social, altri pensano che siano troppo 'caloriche', come se le altre patatine siano light! Altri hanno ironizzato sul fatto che serva una laurea per scegliere un abbinamento di alimenti, e pensare che ho solo cliccato uno dei tanti link sponsorizzati di Facebook”.

Una vincita che non cambierà la vita della giovane abruzzese, che si è detta felice di questa esperienza incredibile, quasi da film, ma spera di tornare a una sorta di “normalità” quanto prima e al suo lavoro presso l'ospedale di Como.

Per quanto riguarda i tempi di produzione delle patatine made in Abruzzo, il nuovo gusto sarà sugli scaffali dai primi di luglio, partendo proprio da Chieti.



© RIPRODUZIONE RISERVATA


ALTRE NOTIZIE

 CONTATTA LA REDAZIONE 2003- 2017 Enfasi srl
INFORMAZIONI COMMERCIALI .
Enfasi srl - Quotidiano digitale registrato presso il Tribunale dell'Aquila con decreto n°501 del 2 settembre 2003
Iscrizione al ROC n. 26362 - P.IVA 01812420667
Direttore responsabile Berardo Santilli

La redazione può essere contattata al


Politica d'uso dei Cookies su AbruzzoWeb

Alcune foto potrebbero essere prese dal Web e ritenute di dominio pubblico; i proprietari contrari alla pubblicazione potranno segnalarcelo contattando la redazione.
Powered by Digital Communication  -  Developed by MA-NO
 
X

Questo sito utilizza dei cookie per monitorare e personalizzare l'esperienza di navigazione degli utenti. Continuando a navigare si autorizza l'utilizzo dei cookie su questo sito.
Per avere più informazioni o modificare le impostazioni sui cookie clicca qui