UNIVAQ: WORKSHOP INGEGNERIA 2018 CON STUDENTI DELLO SHIBAURA DI TOKYO

Pubblicazione: 13 settembre 2018 alle ore 17:06

L'AQUILA - I Workshop di Ingegneria si svolgono annualmente dal 2012, alternativamente all’Università degli Studi dell’Aquila e a Omiya presso la Facoltà di Ingegneria dello ShibauraInstitute of Technology.

L’edizione 2018 del workshop è prevista all’Aquila e si terrà dal 17 al 28 settembre.

Sono stati selezionati venti studenti, 10 giapponesi e 10 italiani, raggruppati in 5 team misti che dovranno preparare un progetto sul tema scelto: “la progettazione di macchine innovative e di strumenti di ausilio per l’industria manifatturiera, secondo i criteri dell’Universal Design”. 

Il tema scelto per quest’anno risponde all’esigenza di approfondire l’esigenza, sempre più avvertita, di alleviare lo sforzo degli operatori negli stabilimenti industriali per migliorarne le condizioni di lavoro e limitare la fatica e lo stress psicofisico. Universal Design, che si può tradurre come “progettazione per tutti”, è una avanzata metodologia di progettazione che tiene conto della possibilità che il dispositivo o la macchina sia utilizzabile da ogni categoria di persone, al di là della presenza di una condizione di disabilità. L’Universal Design risponde inoltre a 3 principi fondamentali:l’equità perché la macchina deve poter essere adoperata da tutti, la flessibilità per cui la stessa deve adattarsi a diverse abilità e infine la semplicità poiché essa deve essere semplice e intuitiva.

Il programma del Workshop 2018 prevede anche la visita tecnica alle aziende IMM Hydraulicse Valagronella Val di Sangro nella prima settimana, e della Sevelnella seconda settimana. Al termine del Workshop gli studenti presenteranno il progetto sviluppato e sarà designato il gruppo vincitore.

Il Workshop 2018 è organizzato dal gruppo di Meccanica Applicata e di Automazione Industriale del Dipartimento di Ingegneria Industriale e dell’Informazione e di Economia (DIIIE), composto da Walter D’Ambrogio, Terenziano Raparelli, Pierluigi Beomonte Zobel, Francesco Durante, Gabrio Antonelli e Stefano Alleva con Costanzo Manes del Dipartimento di Ingegneria e Scienze dell’Informazione e Matematica (DISIM), tutti docenti e ricercatori dell’Università degli Studi dell’Aquila, a cui si affiancano i docenti giapponesi KazuhisaIto, Akihiko Hanafusa e Yukio Kawakami.

Il gruppo dell’Università dell’Aquila ha una notevole competenza ed esperienza di macchine e dispositivi industriali, sia nell’ambito della ricerca di dispositivi e macchine innovative sianello sviluppo prototipale delle stesse e, per alcune di queste, il lavoro di ricerca si è tradotto anche nello sviluppo completo con la realizzazione del prodotto industriale.



© RIPRODUZIONE RISERVATA


ALTRE NOTIZIE

 CONTATTA LA REDAZIONE 2003- 2018 Enfasi srl
INFORMAZIONI COMMERCIALI .
Enfasi srl - Quotidiano digitale registrato presso il Tribunale dell'Aquila con decreto n°501 del 2 settembre 2003
Iscrizione al ROC n. 26362 - P.IVA 01812420667
Direttore responsabile Berardo Santilli

La redazione può essere contattata al


Politica d'uso dei Cookies su AbruzzoWeb

Alcune foto potrebbero essere prese dal Web e ritenute di dominio pubblico; i proprietari contrari alla pubblicazione potranno segnalarcelo contattando la redazione.
Powered by Digital Communication  -  Developed by MA-NO
 
X

Questo sito utilizza dei cookie per monitorare e personalizzare l'esperienza di navigazione degli utenti. Continuando a navigare si autorizza l'utilizzo dei cookie su questo sito.
Per avere più informazioni o modificare le impostazioni sui cookie clicca qui