COMUNE L’AQUILA: SILVERI ENTRA ENTRA NELLA LEGA, OFFENSIVA PER MANTENERE TRE ASSESSORI

24 Ottobre 2020 18:20

L’AQUILA – ll consigliere comunale di centrodestra iscritto al Gruppo Misto Roberto Junior Silveri ha aderito ufficialmente alla Lega, gruppo che nel Consiglio comunale dell’Aquila torna ad avere quattro rappresentanti, come dopo le elezioni del giugno del 2017.

L’ingresso è stato ufficializzato nel corso di una conferenza stampa che si è svolta all’Aquila nel pomeriggio alla presenza del coordinatore regionale, il deputato Luigi D’Eramo, e il vice presidente della Giunta regionale, Emanuele Imprudente.

L’adesione del giovane consigliere comunale eletto nella file di Forza Italia, ai tempi in cui a guidare gli azzurri in provincia era l’attuale assessore regionale al Bilancio Guido Liris, poi passato a Fdi, è importante nell’ambito della crisi in seno al centrodestra che governa il Comune in atto dal luglio scorso quando il sindaco, Pierluigi Biondi, ha ritirato le deleghe ai tre assessori leghisti Fabrizio Taranta, Daniele Ferella e Fabrizia Aquilio, che alcune settimane fa sono stati cacciati dall’esecutivo.

I tentativi di intesa si sono infranti dietro il no della Lega a passare da 3 a 2 assessori.

Nel corso dell’incontro D’Eramo ha fatto appello a chiudere in tempi brevi “una fase che non qualifica l’azione della coalizione, e o in tal senso riponiamo pian fiducia nel sindaco Biondi”.




“Aderisco perché voglio fare l’amministratore e voglio farlo bene. In questo ultimo anno, con gli amici della Lega, abbiamo attraversato momenti difficili e loro sono stati i più leali con me, condividendo tante battaglie dentro e fuori il consiglio comunale – ha spiegato Silveri -. Al momento in Comune c’è ancora una crisi aperta, ma io sono convinto che l’unione fa la forza e per un amministratore locale è fondamentale avere canali istituzionali non solo dentro il Comune, ma anche fuori. Basta con la vecchia politica, nel mondo della Lega vedo la lealtà di cui c’è bisogno per fare qualcosa di importante e lavorare bene per il territorio. C’è grande entusiasmo, siamo pronti a metterci al servizio dei cittadini”.

“Per noi oggi è una giornata importante. Per la Lega parte una nuova fase di azione sul territorio ed inizia anche con Silveri che entra a far parte del nostro partito. Silveri è un consigliere comunale attento, in questi anni si è sempre battuto con impegno, determinazione e coraggio, dimostrando voglia di lavorare per il territorio – ha spiegato Imprudente.

D’Eramo ha poi sottolineato che “siamo nella fase in cui si rende necessario allargare la nostra squadra e sono particolarmente felice di accogliere Roberto Silveri. Lui è un politico anomalo perché può portare un valore aggiunto, avere in squadra persone che sappiano parlare il linguaggio della chiarezza, che siano sempre disponibili e aperte al confronto con le parti politiche. Roberto Silveri è la nuova politica, unita all’esperienza amministrativa già maturata sul campo in questi anni”

D’Eramo ha poi detto chiaro e tondo: “Se il criterio per l’assegnazione dei posti in giunta è quello aritmetico in Regione, un anno fa, alla Lega sarebbero dovuti andare cinque assessori”, ricordando che la Lega in città resta il primo partito.

Insomma la Lega, a maggior ragione, dopo l’ingresso di Silveri, vuole far salvi tutti e tre i suoi assessori. Partita legata a doppio filo con quella che si sta giocando in Regione, dopo che la Lega ha ottenuto la cacciata dell’assessore di Forza Italia, Mauro Febbo “reo” di non aver appoggiato a Chieti il candidato salviniano Fabrizio Di Stefano.

Commenti da Facebook

RIPRODUZIONE RISERVATA

Download in PDF©






Ti potrebbe interessare:


Gli articoli più letti in queste ore: