50° ANNIVERSARIO MORTE ENNIO FLAIANO, PESCARA COMMEMORA SCRITTORE, PRESENTE MINISTRO SANGIULIANO

15 Novembre 2022 14:36

Pescara - Cultura

PESCARA – In occasione della ricorrenza del 50° anniversario della morte di Ennio Flaiano, avvenuta il 20 novembre 1972, la città di Pescara ricorderà lo straordinario scrittore e sceneggiatore con un importante evento in programma nel pomeriggio del 18 novembre, dalle ore 15, presso la Sala consiliare del Comune.

La città di Pescara onorerà la figura di uno dei suoi figli più illustri alla presenza del Ministro della Cultura Gennaro Sangiuliano e di Anna Luciana Di Lello Finuoli che farà dono all’amministrazione delle lettere inedite che caratterizzarono la corrispondenza con Flaiano.

L’incontro di venerdì sarà coordinato dal giornalista Mario Sechi, direttore dell’AGI e di News List.

Interverranno, per i saluti istituzionali, il sindaco Carlo Masci, l’onorevole Guerino Testa e il presidente del Consiglio comunale Marcello Antonelli; nella circostanza parlerà la presidente dell’Associazione e dei Premi internazionali Ennio Flaiano, Carla Tiboni.

Nella parte finale avrà luogo una lettura scenica a 3 voci del testo “Ennio Flaiano: un ritratto”, di Marco Patricelli, con protagonisti Giulia Basel, Anna Paola e Massimo Vellaccio.

Alla presentazione della manifestazione, tenutasi questa mattina a Palazzo di città, hanno partecipato anche l’assessore alla Cultura Maria Rita Carota e l’assessore ai Grandi Eventi Alfredo Cremonese; collegati invece in videoconferenza, il sindaco Carlo Masci e il deputato Guerino Testa.

“Pescara credo possa dirsi abbia un grande debito di riconoscenza nei confronti di Ennio Flaiano – ha detto il sindaco Carlo Masci, collegato in videoconferenza da Barcellona – perché ha portato in alto il vessillo della nostra città, ben al di fuori dei confini regionali e nazionali. Molto di questo lo si deve al lavoro che nei decenni è stato portato avanti da Edoardo Tiboni e che oggi vede Carla Tiboni proseguire con grande impegno su quel tracciato culturale”.

Anche l’assessore alla Cultura, Maria Rita Carota, ha sottolineato l’importanza dell’appuntamento di venerdì “che è di grande prestigio non solo per la presenza del Ministro Sangiuliano ma proprio per il profilo che assumerà grazie alla donazione delle lettere inedite di Flaiano, che avverrà proprio in questa occasione. Un ringraziamento voglio rivolgerlo a Carla Tiboni e ai Premi Flaiano che rappresentano senza alcun dubbio un fiore all’occhiello per Pescara; un contributo, quello dell’Associazione Flaiano, su cui possiamo contare perché dallo scambio di idee e dal confronto certamente potranno emergere opportunità per valorizzare ulteriormente l’eredità culturale che ci ha lasciato cinquant’anni fa Ennio Flaiano”.

Carla Tiboni ha affermato: “Questa manifestazione di venerdì assume un rilievo speciale, perché rappresenta un punto d’arrivo proprio per la grandezza di questo personaggio cui Pescara ha avuto la fortuna di dare i natali. Come scrittore, giornalista e sceneggiatore espresse una visione completamente nuova della vita; egli è stato considerato in tanti modi ma credo fosse soprattutto una persona libera, tanto da essere visto con sospetto da quella cultura radical-chic che nel dopoguerra tendeva a emarginare chi fosse laico come Flaiano. Questa presentazione mi permette però di sottolineare quello che è stato il ruolo decisivo che l’Associazione Flaiano e i Premi Flaiano dal 1973 hanno svolto sia in senso divulgativo, per l’internazionalizzazione dell’opera di questo grande autore del secolo scorso, ma anche per farne conoscere i testi attraverso un’infinità di convegni e tavole rotonde svolte sul territorio. L’intuizione di Edoardo Tiboni fu proprio questa, e oggi dunque sono felice di dare il nostro supporto a questa iniziativa”.

L’onorevole Guerino Testa ha sostenuto: “Mi piace l’idea che venerdì il Ministro Sangiuliano possa avere consapevolezza del portato storico e culturale della città di Pescara, perché qualcuno può pensare che il nostra territorio abbia solo d’Annunzio. Oltre al grande Vate, noi abbiamo la fortuna di avere anche un illustre personaggio come Flaiano che dobbiamo sempre più impegnarci a valorizzare. E magari potremo strappare un’altra promessa al Ministro affinché sia presente alla serata finale dei cinquantesimi premi Flaiano”.

Ha concluso il presidente del Consiglio comunale, Marcello Antonelli: “Penso che tutti i pescaresi debbano essere orgogliosi di Flaiano e di ciò che egli ha rappresentato nella storia della cinema e della cultura italiana. Non a caso ci siamo mossi per realizzare questa manifestazione che auspico dia ulteriore rilievo a un insigne intellettuale del ‘900. Grazie alla lettura dei suoi testi e dei suoi celebri aforismi, molti di noi hanno infatti potuto riflettere su tanti aspetti della vita e sviluppare uno spirito critico che ancora si presta all’attualità”.

Commenti da Facebook

RIPRODUZIONE RISERVATA
Download in PDF©

    Ti potrebbe interessare: