8 MARZO: MARINA CVETIC, REGINA DEL VINO ‘DONNE PILASTRI D’ABRUZZO’

Autore dell'articolo: Marianna Galeota

8 Marzo 2014 11:51

CHIETI – “Le donne non dovrebbero aspettare la festa a loro dedicata per festeggiare se stesse e i loro talenti, ma ricordarsi ogni giorno dell'importanza che ricoprono all'interno della società perché il loro ruolo è fondamentale alla coesione sociale, alla famiglia e al lavoro, specie qui in Abruzzo dove le donne, madri, mogli e nonne, sono il vero pilastro della società”.

Marina Cvetic, moglie e musa ispiratrice di Gianni Masciarelli, è a capo della storica e omonima casa vinicola teatina: donna dalle grandi capacità imprenditoriali e manageriali, 3 figli e 300 ettari di vigne sparse nelle 4 province abruzzesi da “accudire” ogni giorno. 

“Essere un'imprenditrice nel mondo del vino è una sfida quotidiana, che va affrontata con grande passione ma anche con estrema dedizione alla natura e alla lezione dei nostri padri – afferma – Oggi molte donne lavorano in questo settore (sommelier, giornaliste, produttrici), che hanno raccolto l'eredità dei padri e dei nonni vignaioli per portare un nuovo straordinario contributo al mondo della viticoltura, nel senso della continuità delle nostre ricche tradizioni ma anche dell'innovazione attraverso una visione e un approccio più femminile”.

Costruirsi una credibilità in un mondo tutto al maschile è stato difficile per la regina del vino abruzzese, come lei stessa ammette, ma “ho avuto la grande fortuna di avere al mio fianco un uomo come Gianni che ha avuto sempre fiducia nelle mie intuizioni, nelle mie capacità e mi ha dato sempre maggiore autonomia e responsabilità, lasciandomi libera di scegliere e rischiare, fino ad affidarmi l'incarico di responsabile dell'intera rete commerciale, il che mi ha permesso di conferire un'impronta internazionale all'azienda”, prosegue. 






Il contributo che le donne possono apportare ad ogni livello, nel pubblico come privato è fondamentale “per lo sviluppo e il grado di civiltà di un paese”, secondo l'imprenditrice. 

“Contrariamente alla vulgata comune sugli ambienti lavorativi femminili – sottolinea – le donne sono capaci di fare squadra e dimostrano grandi capacità di ascolto, creatività e flessibilità. Lo dico a ragion veduta perché mi avvolgo di molte collaboratrici e l'azienda Masciarelli ha una forte impronta femminile”.

Un lavoro impegnativo e pieno di sacrifici, ma ricco di soddisfazioni per l'imprenditrice che conclude: “È difficile riuscire a portare avanti in modo soddisfacente vita privata e professionale, specie quando sia hanno 3 figli e si viaggia spesso all'estero! Per fortuna, posso contare sempre su una famiglia molto unita che mi sta vicino e mi aiuta a sostenere tutte le piccole e grandi difficoltà quotidiane”.

Commenti da Facebook

RIPRODUZIONE RISERVATA

Download in PDF©






Ti potrebbe interessare anche:

Gli articoli più letti in queste ore:

Do NOT follow this link or you will be banned from the site!