A LANCIANO FIERA IL SECONDO GIORNO DI LND “QUARTO TEMPO”. ECCO I NUOVI ORIZZONTI

18 Maggio 2024 20:04

Chieti - Sport

LANCIANO  – La seconda giornata dell’evento organizzato dalla Lega Nazionale Dilettanti “Quarto Tempo l’innovazione del calcio dilettantistico” si può riassumere con una frase: il futuro è adesso. A Lanciano Fiera dopo la giornata inaugurale con tutti i vertici delle componenti del sistema calcio il focus si è spostato sugli argomenti tecnici che hanno approfondito i temi di stretta attualità che riguardano il calcio. I maggiori esponenti ed esperti di tutte le istituzioni coinvolte nella gestione e sviluppo dello sport più popolare in Italia si sono confrontati nella città del chietino, grazie al coinvolgimento della LND, per tracciare nuove direttrici negli interessi di tutti gli stakeholder.





Presenti, oltre ai protagonisti dei panel, il Presidente della Lega Nazionale Dilettanti Giancarlo Abete, il Presidente del Cr Abruzzo e del Comitato Organizzatore Ezio Memmo e il Vice Presidente FIGC Daniele Ortolano, il Presidente dell’SGS Vito Tisci, il Vice Presidente Area Nord e della Liguria Giulio Ivaldi, il Presidente del Cr Emilia Romagna Simone Alberici.

Costruire modelli di sostenibilità socio ambientale nel calcio. I primi passi, le testimonianze e la visione – Il Presidente del Cr Lombardia LND Sergio Pedrazzini ha illustrato tutte le iniziative che il Comitato sta portando avanti insieme alla LND: “Un aspetto quello socio ambientale che rappresenta ciò che è la Lega Nazionale Dilettanti, la nostra reale identità. Il percorso intrapreso dalla Lombardia è semplice ed allo stesso ambizioso, mettere in contatto le società calcistiche con le istituzioni del territorio ed il sistema socio-economico per rendere tutti consapevoli”. Hanno partecipato anche gli esponenti di Italiacamp, Uniteramo e dell’Istituto del Credito Sportivo.





L’impatto socio-sanitario del sistema calcio sul Paese: L’esperienza della LND con il DCPS per l’educazione sportiva e per la crescita fuori dal campo  – Hanno partecipato il Vice Presidente Vicario della LND e Membro del Consiglio Direttivo FIGC-DCPS Christian Mossino, il Presidente della Campania LND Carmine Zigarelli, il Segretario del Settore Giovanile e Scolastico Vito di Gioia, esponenti dell’Università di Chieti, dell’Ufficio Scolastico Regionale Abruzzo, del Social Football Summit e della Polizia Postale. E’ emerso il grande impegno per creare sinergie sempre più solide tra le varie componenti. L’SGS ha riassunto il lavoro svolto in una stagione che ha coinvolto ben 1.700 scuole, 300 per i giovani “speciali” grazie alla collaborazione con il calcio paralimpico e sperimentale. Zigarelli:” L’inclusione nasce grazie al lavoro delle società della LND che hanno fatto rete con un aumento sensibile di club dedicati ai ragazzi speciali. Il calcio in Campania aiuta i giovani a non perdersi, le nostre società non fanno solo attività agonistica. Il Comitato Campania punta a formare i giovani oltre lo sport per formare dei cittadini migliori e consapevoli”.

Mossino è intervenuto nella duplice veste FIGC-LND:”Con orgoglio mi preme ricordare che siamo stati la prima federazione al mondo a costituire il DCPS diventando un punto di riferimento per UEFA e FIFA, un’attività che comporta grande sensibilità e fa crescere tutti. In questo senso stiamo formando nuove professionalità per sostenere i ragazzi nell’attività calcistica. Grazie all’impegno della LND ed all’impulso del Presidente Abete le società dilettantistiche sono impegnate sul territorio, delle sentinelle fondamentali per la loro distribuzione capillare nel nostro Paese. I numeri sono in crescita, vuol dire che stiamo lavorando bene e che i ragazzi “speciali” stanno trovando la loro dimensione nel calcio della LND”.

Commenti da Facebook

RIPRODUZIONE RISERVATA
Download in PDF©


    [mqf-realated-posts]

    Ti potrebbe interessare:

    ARTICOLI PIÙ VISTI: