A New York avviati contatti tra tour operator Abruzzo e USA

14 Maggio 2007 00:00

L’Abruzzo è stato premiato per aver organizzato e svolto il migliore Italy Symposium della storia. Lo ha annunciato l’assessore al Turismo, Enrico Paolini, che a New York, alla presenza dell’ambasciatore italiano negli Usa, ha ritirato il premio per conto della Regione Abruzzo. “Un riconoscimento che premia il lavoro della squadra Abruzzo – ha detto l’assessore nel corso di una conferenza stampa -I tour operator e agenti di viaggio Usa hanno capito il grande sforzo che questa regione ha fatto per offrire la migliore ospitalità possibile, premiando tale lavoro con un riconoscimento di grande rilevanza.

Per noi il premio consegnatoci dagli americani ci riempie d’orgoglio, non foss’altro per il fatto che le precedenti edizioni dell’Italy Symposium sono state organizzate da colossi della promozione turistica nazionale: da Roma a Firenze, da Bologna a Venezia. Significa che sul piano organizzativo abbiamo fatto passi da gigante”. L’assessore al Turismo ha poi spiegato il senso del breve viaggio che in settimana è stato fatto a New York.




“Con i tour operator abruzzesi – spiega Paolini – abbiamo incontrato circa 250 operatori statunitensi per un workshop a Chicago e New York. L’obiettivo è alimentare l’incoming verso l’Abruzzo e la promozione del volo Pescara-New York, che rientra in una campagna in grado di far maturare nel tempo la destinazione Abruzzo. Questo è un lavoro, che stiamo estendendo anche a Boston e Philadelfia, i cui frutti si potranno vedere tra qualche anno, ma è anche la vera destinazione delle istituzioni regionali”.

Proprio su quest’ultimo punto l’assessore Paolini non ha mancato di rilevare che “non è compito delle istituzioni regionali, e in particolare di un vicepresidente di una Regione, andare a ricevere i passeggeri che arrivano da New York anche se da un volo inaugurale. Queste sono cose che non hanno niente a che vedere con il turismo”. L’assessore ha poi precisato che “i voli provenienti dagli Usa sono voli cosiddetti sensibili e dunque hanno un protocollo sul trattamento dei dati molto rigido, a cominciare dalla possibilità di ripresa audio e video”. (REGFLASH)

Commenti da Facebook

RIPRODUZIONE RISERVATA

Download in PDF©



ARTICOLI PER APPROFONDIRE:


    Ti potrebbe interessare:

    Gli articoli più letti in queste ore:

    Do NOT follow this link or you will be banned from the site!