A24-A25: ANCORA SCONTRO, FORUM H20, ”BIZZARRO DIRE DI NOI CAMPAGNA ALLARMISTICA”

23 Maggio 2019 15:45

PESCARA – “'Campagna allarmistica'…ma non era lei che fino a 10 giorni fa voleva addirittura chiuderlo, il traforo, scatenando un putiferio per un mese? Sapevamo che questo è un paese piuttosto singolare e forse anche un po' bizzarro, dove alla lettura di regole e documenti si preferisce fare ammuina, magari a giorni alterni”. 

Non si è fatta attendere la risposta del Forum H2O dopo la nota di Strada dei Parchi nella quale il concessionario della Autostrada A24/A25 contestava le affermazioni degli ambientalisti in relazione alla pubblicazione della relazione che la stessa SdP aveva depositato al Senato nel 2016. 

“Ma che una società andasse su tutte le furie per la divulgazione di un suo documento i cui contenuti non avevano avuto l'eco che meritavano, francamente finora ci mancava. Tra l'altro con paragrafi inequivocabili nel rappresentare lo stato di degrado di A24 e A25 e il mancato adeguamento infrastrutturale rispetto a regole non scritte dal Forum H2O ma di provenienza comunitaria, immaginiamo varate per evitare disastri e lutti – prosegue FH2O – Poiché forse l'estensore del comunicato di risposta ha avuto un momento di smemoratezza, ci permettiamo di ricordare che non più tardi di 10 giorni or sono la Concessionaria voleva addirittura chiuderlo il Traforo (e noi avevamo spiegato perché era una drammatizzazione inutile, almeno per le motivazioni addotte dalla società) e che in 20 giorni sono state imposte alcune importanti limitazioni al traffico, prima l'1 maggio come misure alternative di mitigazione dei rischi proprio – come prescrive la normativa comunitaria e il D.lgs.264/2006 – per il mancato adeguamento infrastrutturale e, poi, regole di utilizzo ancora più rigide il 19 maggio”.

“Capisco perfettamente la reazione strada dei parchi ma credo che alcuni mie affermazioni siano state travisate”.

Così, in una nota, il segretario generale di Apindustria Massimiliano Mari Fiamma cerca di stemperare i toni a seguito dell'ennesimo in un nuovo botta e risposta con Sdp, concessionaria di A24-A25, che aveva definito “diffamatorie” le affermazioni rilasciate dallo stesso Mari Fiamma che aveva espresso le necessità di revocare la gestione delle autostrade.





“Continua a ripetere, quale sua personale ossessione, la richiesta di revoca della concessione – si legge nella nota diffusa da Sdp – Un'idea balzana ma legittima. Il problema che ricorre a motivazioni false e ingiuriose, una per tutti: 'Il nuovo bando aperto al miglior offerente, non assegnazione privilegiata come l'attuale gestore'”. 

E oggi Mari Fiamma precisa: “Quando parlo di privilegi non mi riferisco ad un eventuale favore rispetto alla gara che a suo tempo ha assegnato la gestione della A24 e della A25, ma al contenuto stesso della convenzione che ha di fatto privilegiato il gestore ascapito dell'utenza”.

“Comprendo altresì che i nervi scoperti di Strada dei Parchi abbiano contribuito a generare intepretazioni diverse ogorse mi sono davvero espresso male, ma i miei dubbi non riguardano la regolarità dell'assegnazione ma solo la pessima gestoone dimostrata in tutti questi anni”, aggiunge Mari Fiamma.

“Auspico sul serio che si possa giungere alla revoca ma qualora, con condizioni migliorative peri fruitori del servizio, si dovesse procedere ad una riassegnazione alla stessa Strada dei Parchi non avrei nulla da eccepire”.

Commenti da Facebook

RIPRODUZIONE RISERVATA

Download in PDF©






Ti potrebbe interessare:


Gli articoli più letti in queste ore:

Do NOT follow this link or you will be banned from the site!