A24-A25: SINDACI A DE MICHELI, ”BASTA PROROGHE”, PRIMO FACCIA A FACCIA AL MIT

22 Ottobre 2019 01:11

L’AQUILA – Il neo ministro alle Infrastrutture e Trasporti, Paola De Micheli, è pronta a inviare all’Europa tutti i chiarimenti richiesti sul Pef, il Piano economico e finanziario da 3,1 miliardi di euro di lavori, che ridefinirà i dettagli della gestione delle autostrade A24 e A25 in capo a Strada dei Parchi, gruppo Toto.

Lo ha assicurato la stessa De Micheli ai sindaci di Abruzzo e Lazio che l’hanno incontrata nel primo faccia a faccia dal momento dell’insediamento del governo Pd-Cinque Stelle.

Gli amministratori, una dozzina, guidati da Velia Nazzarro, sindaco di Carsoli, alla presenza di due rappresentanti degli autotrasportatori, Assotir e Cna Fita, sono stati molto chiari: basta proroghe, sul tema del caro-pedaggi serve una soluzione definitiva. Ecco perché l’argomento Pef diventa decisivo.

Il documento, definito dall’ex ministro pentastellato Danilo Toninelli, validato dal Consiglio superiore dei Lavori pubblici e dall’Art, l’Autorità di regolazione dei Trasporti, con il via libera anche del Cipe, è stato osservato dall’Europa. Mancano alcuni dettagli su cui la De Micheli si è presa l’impegno di intervenire con celerità.

Il tempo stringe: si avvicina tla scadenza del 31 ottobre, fissata dal Consiglio di Stato come termine ultimo per l’approvazione del Pef, strumento attraverso cui risolvere in maniera strutturale la questione delle tariffe. Senza provvedimenti celeri scatterà, dal 1 dicembre, una mazzata per gli utenti: quasi il 20 per cento rispetto alla quota attuale, ferma a fine 2017 attraverso numerose proroghe, e dal 1 gennaio un ulteriore aumento previsto dal contratto. 





“Abbiamo chiaramente detto al ministro – ha detto Nazzarro – che non vogliamo altri semplici rinvii,  ma la soluzione al problema. D’altronde sono quasi due anni che siamo mobilitati, abbiamo incontrato tre Ministri. Il 30 novembre è vicino. La De Micheli è arrivata a poco: le abbiamo chiesto di scongiurare l’aumento e di accelerare in tema di sicurezza. Ci ha detto che il Pef è stato trasmesso all’Europa e che a breve provvederanno a inviare le precisazioni richieste”.

Il vertice si è chiuso con la promessa di una nuova convocazione, sia degli amministratori che del concessionario, Strada dei Parchi, a stretto giro.

“Questo era solo il primo incontro – ha aggiunto la Nazzarro – e siamo perfettamente consapevoli del fatto che il Ministro si è insediato da poco. Noi abbiamo in ogni caso precisato i nostri obiettivi. Capiamo le difficoltà, ma è giunto il momento che qualcuno capisca anche le nostre. La De Micheli ha convenuto sulla necessità di scongiurare gli aumenti. Ora vogliamo i fatti. Aspettiamo fiduciosi, ma molto fermi sulle nostre posizioni”. 

 

Commenti da Facebook

RIPRODUZIONE RISERVATA

Download in PDF©






Ti potrebbe interessare:


Gli articoli più letti in queste ore:

Do NOT follow this link or you will be banned from the site!