A24-A25, SINDACI DI LAZIO E ABRUZZO A ROMA. MIT: “SCONGIURATO AUMENTO PEDAGGI”

29 Novembre 2022 17:43

Italia - Politica

ROMA – Nessun aumento delle tariffe per percorrere le autostrade A24-A25: quanto confermato dopo una serie di approfondimenti culminati con una riunione tecnica organizzata oggi al ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti.

Presenti, oltre al vicepremier e ministro Matteo Salvini, gli esponenti di Anas e il commissario straordinario Marco Corsini.

La notizia arriva dopo che questa mattina, nel piazzale davanti al Ministero delle Infrastrutture e Trasporti, è andata in scena la manifestazione di una delegazione dei 117 sindaci e amministratori di Abruzzo e Lazi contro il caro-pedaggi e la mancata messa in sicurezza delle autostrade A24 e A25, gestite dalla fine dello scorso luglio dall’Anas dopo l’uscita di scena del privato Strada dei Parchi, del gruppo industriale abruzzese Toto, in seguito ad un decreto del Consiglio dei ministri.





Giovedì scorso il ministro del Mit e vicepremier Salvini aveva incontrato quattro sindaci, tutti esponenti della Lega, scatenando la reazione degli altri amministratori con il sindaco di Carsoli (L’Aquila), Velia Nazzarro, che aveva parlato di “esclusione”, confermando la manifestazione di protesta programmata per oggi.

A dicembre, come confermato oggi da Salvini, riferiscono fonti del Mit, ci sarà un incontro aperto a tutti gli amministratori locali per un confronto a 360 gradi.  Salvini ha anche dato mandato ad Anas di stilare un piano di fattibilità per l’abbattimento del pedaggio. È stato anche
affrontato il tema della manutenzione ordinaria e straordinaria del tratto stradale: 400 milioni i fondi che saranno impegnati per il 2022 e 1 miliardo quelli per il 2023.

Intanto la delegazione è stata ricevuta dal dirigente Felice Morisco e dal consigliere dello staff del ministro Davide Bordoni: le parti hanno concordato un nuovo incontro nelle prossime settimane dopo l’interlocuzione con Anas.

I sindaci, fanno sapere in una nota, “oltre ad aver ribadito il disappunto per la mancata convocazione da parte del Ministro Salvini”, hanno formulato nuovamente le loro richieste: “esenzione pedaggi per i residenti nelle Regioni Lazio e Abruzzo pendolari per motivi di lavoro, studio, salute; riduzione del costo dei pedaggi di almeno il 50% stante il passaggio della gestione ad Anas ed il superamento della convenzione con il precedente gestore privato; accelerazione della messa in sicurezza di A24/A25, portando avanti gli investimenti in essere; creazione del tavolo istituzionale con una delegazione dei Sindaci per programmare gli interventi atti a garantire, nel breve e lungo termine, la sicurezza delle autostrade”.





“Il consigliere Bordoni, dopo aver dichiarato di procedere all’attivazione di una verifica interna tra Mit e Anas, ha concordato un aggiornamento a stretto giro. I sindaci e gli amministratori – si legge ancora nella nota -, avendo incassato la certezza del blocco dei pedaggi e l’assunzione del personale SdP e Global Service da parte di Anas, come concordato con gli odierni interlocutori, attendono ancora qualche giorno per ricevere la convocazione ufficiale da parte del Ministro e i riscontri alle altre istanze”.

I parlamentari di FdI di Abruzzo e Lazio – Etelwardo Sigismondi, Guido Quintino Liris, Guerino Testa, Alessandro Palombi e Paolo Trancassini – hanno inviato in merito una nota al vice ministro alle Infrastrutture e ai Trasporti, Galeazzo Bignami, per chiedere anche un suo interessamento ad incontrare i sindaci.

Solidarietà agli amministratori locali arriva dal presidente abruzzese di Autonomie Locali Italiane, Giacomo Carnicelli, che chiede al ministro Salvini di convocare i sindaci sottolineando che “questa convocazione deve essere aperta e plurale, lasciando ai Sindaci piena autonomia nella scelta della delegazione deputata ad incontrare il Ministro”.

Il senatore e segretario regionale Pd, Michele Fina – che ha partecipato al presidio davanti al Mit – ha depositato un’interrogazione sulle autostrade A24 e A25 rivolta al ministro Salvini, nella quale chiede “quali provvedimenti urgenti il Ministro in indirizzo intenda porre in essere al fine di ridurre i costi dei pedaggi delle autostrade A24 e A25” e “con quale tempistica intenda attivare il tavolo istituzionale previsto dall’articolo 7-ter del decreto-legge n. 68 del 2022, al fine di individuare provvedimenti ed iniziative adeguati a garantire la riduzione delle tariffe e la sicurezza dell’infrastruttura”.

Commenti da Facebook

RIPRODUZIONE RISERVATA
Download in PDF©
  1. A24-A25, MIT: SCONGIURATI AUMENTI PEDAGGI
    ROMA - Nessun aumento delle tariffe per percorrere le autostrade A24-A25: è quanto confermato dopo una serie di approfondimenti culminati con una riu...
  2. A24-A25, SINDACI DI LAZIO E ABRUZZO A ROMA: “QUI PER PARLARE CON QUINTO MINISTRO, E’ DEPRIMENTE”
    L'AQUILA - "Ci ritroveremo per l'ennesimo appuntamento a Roma, questa volta cercando di intercettare il quinto ministro delle infrastrutture deputato ...
  3. A24-A25, FDI: “AL FIANCO DEI SINDACI, INVIATA RICHIESTA INCONTRO A VICE MINISTRO BIGNAMI”
    L'AQUILA - "Sono legittime le aspettative che i sindaci dei territori abruzzesi e laziali hanno nei confronti del nuovo governo nazionale sulle proble...
  4. A24-A25: INTERROGAZIONE SENATORE FINA A MINISTRO SALVINI, “RIDURRE SUBITO PEDAGGI”
    L'AQUILA - Michele Fina, senatore del Partito democratico e segretario del Pd Abruzzo, ha presentato un'interrogazione sulle autostra...
  5. A24-A25: SCOCCIA, DI BENEDETTO E PIETRUCCI SOSTENGONO MANIFESTAZIONE SINDACI
    L'AQUILA - I consiglieri regionali Marianna Scoccia (Gruppo Misto), Americo Di Benedetto (Legnini Presidente) e


Ti potrebbe interessare: