ABORTO FARMACOLOGICO ASL PESCARA, MARCOZZI: “BUONA NOTIZIA, PROVVEDIMENTO CORRETTO CHE SEGUE LEGGE”

30 Giugno 2023 15:25

Pescara - Sanità

PESCARA – “La Asl di Pescara recepisce il percorso assistenziale per l’interruzione volontaria di gravidanza con metodo farmacologico, che sarà erogato presso l’Ambulatorio Ostetrico-Ginecologico del Presidio di via Rio Sparto. È una notizia che apprendo con soddisfazione. Dopo le tante interpellanze da me protocollate e discusse in Consiglio regionale sul tema, arriva in Abruzzo un segnale preciso a tutela delle donne, che va nella direzione indicata dal Ministero della Sanità nell’agosto 2020. Ringrazio i vertici della Asl e l’assessore Nicoletta Verì che negli ultimi mesi si è mostrata sensibile a questa tematica, portando in aula risposte puntali che ora trovano effetti concreti”.





Lo afferma il consigliere regionale indipendente Sara Marcozzi, che prosegue: “Si tratta di un netto cambio di passo rispetto al passato, in particolare con riferimento alla nota del Dipartimento Sanità regionale del 2 febbraio 2021, quando si raccomandava la somministrazione del farmaco per l’interruzione di gravidanza in ambito ospedaliero”.





“Le battaglie per i diritti delle donne devono restare al centro dell’attività politica della nostra Regione. La sanità deve accogliere e proteggere chiunque abbia bisogno di aiuto, soprattutto nei momenti di maggiore fragilità, di dolore e di tormento che possono nascondersi nella scelta di abortire. Per questo serve supporto e presenza. Gli ultimi dati sulla presenza di medici obiettori in Abruzzo, con picchi di oltre il 90%, ci dicono che vanno create tutte le condizioni necessarie per garantire un diritto delle donne, senza mettere ulteriori ostacoli. E questo provvedimento della Asl di Pescara va sicuramente nel senso da me sperato”, conclude Marcozzi.

Commenti da Facebook

RIPRODUZIONE RISERVATA
Download in PDF©


    Ti potrebbe interessare:

    ARTICOLI PIÙ VISTI: